Polizza assicurativa gli animali come cani, gatti, e altri domestici e tropicali. Per legge, chiunque possiede un animale è tenuto a rispondere dei danni che essi possono causare ad altri animali, cose e persone.

L’ultima legge sugli animali domestici, in particolare sui cani, obbliga ad accendere una polizza assicurativa solo ai possessori dei cani (e non delle razze) che l’ASL locale ritiene potenzialmente pericolosi per i cittadini e per gli altri animali: l’ASL locale possiede un registro dove un cane può essere inserito in seguito ad avvenimenti dannosi o denunce dei cittadini e successiva perizia ASL.

Infatti il Ministero della Sanità ha eliminato la famosa “black list” in cui erano inserite alcune razze canine ritenute maggiormente potenzialmente pericolose e ha ordinato che la responsabilità del cane sia solo e unicamente del suo proprietario.

L’ultimo documento che ha legiferato il comportamento che il proprietario di un cane deve avere è l’Ordinanza del 3 marzo 2009.


Le assicurazioni dedicate agli animali domestici possono coprire anche spese veterinarie, spese per farmaci, interventi chirurgici e quant’altro. Solitamente l’assicurazione non paga la sterilizzazione o la castrazione dall’animale, o operazioni derivanti dalla gravidanza e dal parto, o le spese per le cure dell’aggressività e la “psicoterapia animale”.

Non dimentichiamo, inoltre, che un’assicurazione del genere non serve solo a ripagare i danni di un’aggressione, ma anche da un eventuale incidente più o meno grave che il cane può aver causato scappando con tutta imprevedibilità, quindi è consigliabile assicurare tutti i cani, di qualunque razza o taglia.

Bisogna precisare che l’assicurazione base di responsabilità civile copre solo i danni alle persone, e non alle cose e ad altri animali. Quindi bisogna stare attenti a stipularne una che copra anche i danni a cose e animali. Immaginate solo per un momento se il vostro cane vi dovesse scappare dal guinzaglio e causare un incidente ad un’auto di lusso! Oppure se nei paraggi dovesse passare uno di quei cani di razza super premiato alle mostre, e il vostro cane lo azzannasse rovinosamente! In questi casi la mancanza di un’assicurazione vi costringerà a tirare fuori soldi di tasca vostra.

Anche per gli animali esotici esistono delle particolari assicurazioni, che però sono molto più costose di quelle per animali domestici, perché essi rischiano di ammalarsi molto più facilmente e possono richiedere diverse cure veterinarie.

Ricordate che i possessori di qualunque razza canina devono obbligatoriamente registrare il proprio amico a quattro zampe presso l’anagrafe canina (ora la procedura viene svolta direttamente dal veterinario nel momento dell’inserimento del microchip), e rispettare la legge riguardo l’utilizzo di museruola e guinzaglio nei luoghi pubblici.

OBBLIGO DI ASSICURAZIONE

Le uniche persone che sono espressamente obbligate a stipulare un’assicurazione per il proprio cane sono coloro i quali ne detengono uno (meticcio, di razza, grande, piccolo, magro, grasso, ecc.) che l’ASL di zona ha inserito in un particolare e personale registro che serve ad individuare uno specifico cane (quindi non una razza in generale) che ha già dimostrato di essere pericoloso o potenzialmente tale su segnalazione di alcuni cittadini e successivo controllo dei medici competenti dell’ASL.

Ricordate che qualunque cane è potenzialmente aggressivo e pericoloso, ma il fatto che poi lo diventi realmente è solo una conseguenza dell’incapacità che l’uomo ha di comunicare con lui e spesso con qualunque altro animale, compresa la stessa razza umana.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo e metti Mi Piace:
Pin Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.