Polizza assicurativa per l'abitazione. Per quanto riguarda la propria abitazione, ci sono molteplici possibilità di assicurazione.
Si può scegliere una polizza in base al fatto che si viva in un condominio o in un appartamento autonomo oppure tra la gamma di possibilità che riguardano l’incendio, il furto o le possibili vertenze giudiziarie.

Se il proprio appartamento è situato all’interno di un condominio si parla di “polizza globale fabbricati”. Questa altro non è che un’assicurazione che copre i danni provocati da qualsiasi incidente avvenuto all’interno dello stabile, ma anche ogni sinistro che il condominio stesso procura agli edifici intorno ad esso.

Esiste, poi, la possibilità di pagare una polizza “multirischio”: come suggerisce il nome, essa racchiude insieme i casi di furto, incendio e vertenze giudiziarie. Date le molte garanzie offerte, risulta essere la più costosa, ma comprende in aggiunta anche tutti i danneggiamenti causati da agenti atmosferici, persino sugli elettrodomestici. Inoltre, rimane accanto all’assicurato nel caso in cui dovessero verificarsi controversie con i vicini o se si dovesse aver bisogno di tecnici artigiani specializzati nei vari guasti riportati.

Per quanto riguarda il furto, la polizza più conveniente è quella “a primo rischio”: la sua prerogativa è di garantire la copertura di solo una percentuale delle spese per i danni subiti a tutto ciò che è presente nell’abitazione. Il cliente può stabilire la percentuale coperta: ovviamente, questo tipo di polizze, sono le più diffuse perché più economiche. Nello stesso ambito, esistono poi quelle “a valore intero”: come suggerisce l’espressione che ne dà il nome, esse coprono interamente il valore degli oggetti trafugati all’interno dell’appartamento. Per questo, al momento della stipula del contratto, impongono una spesa senza dubbio maggiore pur offrendo maggiori garanzie.


Nell’ambito della tutela giudiziaria poi, assicurare la propria abitazione vuol dire essere più sicuri in caso di controversie concernenti il contratto, l’acquisto ma anche tutto ciò che può scaturire dall’uso del bene immobile stesso.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo e metti Mi Piace:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *