Così come per le automobili anche i veicoli a due ruote possono entrare a far parte della speciale categorie dei mezzi “d’epoca” con la conclusione dei vent’anni di età considerando l’anno d’immatricolazione originale.

moto-epoca In linea di massima se il mezzo, risultante iscritto regolarmente ai registri storici F.M.I e PRA, ha un’età che oscilla tra il 20° ed il 30° anno, allora il relativo costo del bollo si riduce sensibilmente trasformandosi in una classica tassa di circolazione e non più di proprietà.

Le polizze assicurative riguardanti le moto storiche garantiscono evidenti vantaggi economici che però possono variare a seconda della regione di appartenenza anche se, col superamento dei trent’anni, la tassa di circolazione si riduce in tutte le regioni a prescindere dall’eventuale presenza nel registro F.M.I. .

Inoltre, l’iscrizione al registro storico FMI non è obbligatoria in ogni regione (vedi sotto “AGGIORNAMENTO – 06/OTT/2010”) poiché alcune tengono conto esclusivamente del compimento del ventesimo anno di età.


Nelle categorie F.M.I non rientrano i ciclomotori (cilindrata fino 50cc) per il semplice motivo che essi hanno già una tassa di circolazione bassa rispetto alla tradizionale tassa di possesso che è molto più cospicua.

L’iscrizione ufficiale al registro F.M.I. necessita di un certificato conforme alla norma e un corrispondente indennizzo inerente alla fatidica quota d’associazione che può variare in base al club considerato (un’altra federazione alternativa all’F.M.I. è sicuramente l’A.S.I.).

Successivamente il documento che attesta l’avvenuta iscrizione al registro storico deve essere presentato, insieme alla relativa tessera annuale, all’apposita compagnia assicurativa per poi stipulare la polizza attinente alla moto storica.

Tale contratto assicurativo è estremamente vantaggioso poiché ha un costo modesto che può variare da una base minima di 60 Euro fino a protrarsi a una quota massima di 110 Euro.

Ovviamente le tariffe variano da una compagnia all’altra e quindi risulta consigliabile analizzare bene le diverse polizze presenti sul mercato con i relativi costi e clausole vigenti.

AGGIORNAMENTO – 09/LUG/2009
Avendo constatato, dalle vostre continue richieste di informazione, che in Italia c’è ancora chi sostiene che per stipulare un’assicurazione storica per un mezzo a due ruote sia fondamentale l’iscrizione alla FIM, abbiamo deciso di inserire il link di un motoclub grazie al quale uno dei due amministratori di questo blog ha potuto stipulare un’assicurazione per la propria Vespa PX 125 del 1982, sia per l’anno 2008 che per l’anno 2009 (e molto probabilmente anche per gli anni a venire).
Forse il prossimo anno le cose cambieranno, oppure sono già cambiate, questo purtroppo al momento non lo sappiamo, ma quello che potete fare è visitare il sito ufficiale del Motoclub Chirone (e telefonare) al quale rivolgere tutte le domande di rito su quanto costa assicurare il vostro mezzo a due ruote e se è ancora possibile farlo senza omologazione/certificazione FIM.
Nel nostro caso, per assicurare la Vespa sono stati spesi 200 euro per l’anno 2008 e tra le 160 e le 180 euro per l’anno 2009 (non ricordiamo di preciso); forse il primo anno di tesseramento ha un costo maggiore.
Il costo dell’assicurazione è stato di 111,32 euro sia nel 2008 che nel 2009 (il resto è per la tessera) e i massimali per sinistro, persone, cose ed animali sono tutti di 1.549.370,70 euro.
Ovviamente non c’è alcun limite di circolazione e c’è anche la carta verde per poter viaggiare all’estero senza problemi. Inoltre ogni mese si riceve la rivista ufficiale della FIM “Motitalia”.
Per finire (anche se non capiamo perché esista quest’obbligo) vi ricordiamo che un mezzo omologato ASI deve eseguire la revisione ogni anno, e non ogni due anni come avviene per tutte le altre moto, auto, ciclomotori e altri mezzi.

AGGIORNAMENTO – 06/OTT/2010
Da quest’anno pare che non sia più possibile assicurare una mezzo a due ruote con un’assicurazione ridotta se esso non è stato prima iscritto all’FMI (o FIM che dir si voglia). Per tanto la nostra Vespa PX è stata assicurata con Genertel, non volendo (per ora e fino a quando i collaudi delle moto FIM saranno con cadenza annuale anziché biennale) iscriverla alla FIM.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo e metti Mi Piace:
0

72 commenti il Assicurazione moto d’epoca

  1. trovo francamente vergognoso che lo Stato riconosca la storicità basandosi sull’età della moto, mentre le poche assicurazioni che hanno polizze specifiche per mezzi d’epoca pretendano l’iscrizione ai registri imponendo, di fatto, una ulteriore gabella con l’iscrizione ASI o FMI, club ai quali se uno non si è iscritto prima probabilmente non ne riconosce lo spirito o non ne condivide il motivo di aggregazione.
    In altre parole, per risparmiare due lire si è costretti ad associarsi ad un qualcosa e con qualcuno pur avendo poco da spartirci…..

  2. E’ vero vecchioscrambler, la penso proprio come te.
    Sa tanto di solita “tangentina” all’italian style!

  3. Salve!Ho iscritto al motoclub CJVAS la mia vespa del ’64 mi sono rivolto alla mia agenzia dell’axa ma adesso arriva la sorpresa!Quando sono andato a stipulare la polizza mi hanno detto che non potevo farla perchè avevo una tessera CJVAS (loro sono convenzionati ASI) mi potete aiutare?Dove posso stipulare una polizza??Poiche’ mi sono girato quasi tutte le agenzie della mia città??Grzie

  4. Per giuseppe:
    abbiamo aggiunto un aggiornamento all’articolo sopra pubblicato.
    Speriamo che ciò ti possa essere utile.

  5. scusami io posseggo una vespa special 5o di cilindrata come posso fare un assicurazione d’epoca? ti ringrazio anticipatamente luigi

    • Salve LUIGI,
      i cilomotori ed i cinquantini in generale non rientrano tra i mezzi che possono beneficiare di particolari condizioni per avere un’assicurazione d’epoca.
      Tuttavia ci possono essere alcune compagnie che offrono delle tariffe particolari per questa tipologia di mezzi.
      Potrebbe esserti di aiuto, ad esempio, un motoclub. Prova a chiedere un consiglio a quello più vicino alla tua zona di residenza.
      Saluti

  6. Ciao, qualcuno conosce i massimali? AXA dice 3.000.000 € – 2.500.000 € – 500.000 €, quindi dovrebbe essere 3ml persone, 2.5 cose, 500.000 animali?

    E poi, le franchigie? Sempre AXA parla di 1.500 se il conducente non è l’assicurato e non vi è documentazione del prestito, oppure 5.000 nel caso in cui non sia in regola. Ma se sono io l’incidentato? Me tocco per scaramanzia.
    Grazie

    • Salve CORRADO,
      dall’ 11 dicembre 2009 i massimali per legge non debbono essere inferiori a 2.500.000 € per danni alle persone e a 500.000 € per danni alle cose.
      Tali cifre sono destinate ad aumentare quando a far data dal mese di giugno 2012 i massimali dovranno, essere per legge, partire da cifre almeno doppie a quelle attuali.
      A tutt’oggi, ogni compagnia fissa dei massimali partendo dal minimo consentito dalla legge fino ad arrivare a delle cifre di gran lunga superiori, lasciando comunque al cliente la possibilità di scegliere tra diverse soluzioni intermedie.
      Anche per quanto riguarda le franchigie vi sono diverse soluzioni, con varie possibilità di contribuzione a carico dell’assicurato in caso di sinistro con colpa.
      In tali ipotesi, però, è necessario leggere bene le singole clausole contrattuali delle varie compagnie assicuratrici.
      Saluti

  7. Vorrei assicurare una moto che fa 20 anni a luglio tramite l’assicurazione di veicoli storico ma credo che la procedura sia lunga e dovrò passare prima per un’assicurazione convenzionale. Mi sapreste dire se c’è qualche compagnia che assicura senza il certificato di moto d’epoca o se c’è qualche modo più rapido per mettere la moto nel registro storico? Grazie,
    Daniele.

    • Salve DANIELE,
      purtroppo non esistono degli escamotages per accelerare la procedura, anche perché in questi casi cambia molto da compagnia a compagnia, da regione a regione e addirittura da assicuratore ad assicuratore.
      Il consiglio che possiamo darti, se vuoi iscrivere la moto nel Registro Storico, è quello di contattare uno dei tanti motoclub vicini alla tua zona di residenza.
      Puoi ricercarlo anche tramite internet, sicuramente sapranno indicarti una compagnia assicuratrice.
      Saluti

  8. posseggo una moto immatricolata nel 1979,iscritta nel registro moto d’epoca;vorrei sapere se per ottenere i benefici assicurativi è necessario essere in regola con l’iscrizione a un moto club.grazie,pietro

    • Salve PIETRO,
      riportiamo quanto scritto nell'artico pubblicato qualche tempo fa su questo sito per cercare di fare un po' di chiarezza nel settore delle assicurazioni per le moto d’epoca:

      AGGIORNAMENTO – 09/LUG/2009
      Avendo constatato, dalle vostre continue richieste di informazione, che in Italia c’è ancora chi sostiene che per stipulare un’assicurazione storica per un mezzo a due ruote sia fondamentale l’iscrizione all’ASI, abbiamo deciso di inserire il link di un motoclub grazie al quale uno dei due amministratori di questo blog ha potuto stipulare un’assicurazione per la propria Vespa PX 125 del 1982, sia per l’anno 2008 che per l’anno 2009 (e molto probabilmente anche per gli anni a venire).
      Forse il prossimo anno le cose cambieranno, oppure sono già cambiate, questo purtroppo al momento non lo sappiamo, ma quello che potete fare è visitare il sito ufficiale del Motoclub Chirone (e telefonare) al quale rivolgere tutte le domande di rito su quanto costa assicurare il vostro mezzo a due ruote e se è ancora possibile farlo senza omologazione/certificazione ASI.
      Nel nostro caso, per assicurare la Vespa sono stati spesi 200 euro per l’anno 2008 e tra le 160 e le 180 euro per l’anno 2009 (non ricordiamo di preciso); forse il primo anno di tesseramento ha un costo maggiore.
      Il costo dell’assicurazione è stato di 111,32 euro sia nel 2008 che nel 2009 (il resto è per la tessera) e i massimali per sinistro, persone, cose ed animali sono tutti di 1.549.370,70 euro.
      Ovviamente non c’è alcun limite di circolazione e c’è anche la carta verde per poter viaggiare all’estero senza problemi. Inoltre ogni mese si riceve la rivista ufficiale della FIM “Motitalia”.”
      Saluti

  9. buona sera io ho una vespa 150 dell anno 1965 non e iscritta a nessun albun d epoca e abito in emilia romagna comune gaggio montano provincia di bologna volevo sapere il prezzo della vostra assicurazione e se con voi sono ubbligato a iscrivermi al albun d epoca. grazie

    • Salve SIMONE,
      per avere un prezzo vantaggioso ti conviene rivolgerti ad uno dei motoclub vicini alla tua zona di residenza. Puoi trovarne alcuni facendo una ricerca su internet.
      Saluti

  10. Salve,ho una vespa px125e del 1982,con una polizza bonus malus, in quinta classe, pago E 188,00 all’anno. In questi giorni ho fatto delle ricerche in rete e sinceramente non riesco a vedere tutti questi benefici con una polizza d’epoca. Tralasciando la trafila burocratica che è sfiancante (foto,documenti,attesa ecc.)mi sono informato direttamente attraverso un moto club nella mia zona, mi hanno detto che per una polizza d’epoca si spendono in media circa E 100 con la Sai (senza LIMITAZIONI, altro tasto dolente di alcune compagnie).
    Ovviamente se si fa un calcolo su 2 anni sarebbe questa la mia spesa: E 200 polizza + E 50 iscrizione motoclub + E 120 revisione visto che per le moto d’epoca va fatta ogni anno. Tot.: E 370 senza calcolare i costi FMI o ASI.
    Premetto che uso la vespa solo di estate (max 5-6 mesi l’anno) quindi non converrebbe di più (sempre nel mio caso specifico) pagare 210-220 euro con una polizza bonus malus con sospensione e sfruttarla per 2 anni, con una sola revisione e non da meno mantenere una classe di merito così qualora decidessi di comprare una moto, stipulando una nuova polizza, partirei dalla quinta-quarta classe? Mi hanno detto che la polizza d’epoca non è bonus malus e quindi non ha classi di merito. Mi scuso per lo sproloquio ma vorrei sapere se le mie informazioni sono corrette e quindi se il mio ragionamento, nel caso specifico, sia logico. Poi se oltre ai benefici economici per una polizza d’epoca c’è qualche altro aspetto rilevante sono tutto orecchi :-).
    Grazie

    • Salve PAOLO,
      uno degli amministratori di questo sito (si tratta della persona che ti sta rispondendo 🙂 ), ha un Vespa come la tua (stesso anno).
      Ho stipulato per 2 anni di seguito l’assicurazione presso questo motoclub http://www.motoclubchirone.it/, pagando tra assicurazione bonus/malus (senza limiti e con classe di merito iniziale in 14esima) e tessera, circa 150 euro annue.
      La classe di merito viene accumulata di anno in anno, e vale esattamente come qualunque assicurazione per motocicli. Quindi se quest’anno io volessi assicurare un’altra moto, avrei la 12 classe.
      Il tuo ragionamento sui diversi costi è giusto. Infatti il problema maggiore è per i mezzi ASI o FMI, proprio a causa dell’assurdità di dover effettuare il collaudo ogni anno anziché due.
      Quello che sto facendo io per il momento è non rendere assolutamente FMI la mia Vespa e continuare a stipulare un’assicurazione tramite questo motoclub.
      Secondo me se usi la Vespa 6 mesi all’anno, ti potrebbe ancora convenire l’assicurazione storica senza iscrizione FMI. Altrimenti stipulane una normale e sospendibile.
      Per le auto il discorso è diverso: tutte le assicurazioni richiedono l’iscrizione ASI. Per le 2 ruote invece no.
      Per finire aggiungo solo che l’autonomia delle assicurazioni continua a mettere confusione a chiunque. C’è chi ti dice una cosa e chi l’esatto contrario. Magari prova a contattare il motoclub che ti ho segnalato e chiedi un preventivo 😉
      Saluti.

  11. Sicuramente 150 euro comprensivi di tessera motoclub per una polizza bonus/malus in 14esima classe sono più che ragionevoli. Non conosco le procedure negli altri paesi ma questa è l’ennesima circostanza che mi fa riflettere su come sia complicata la burocrazia in Italia. Prenderò in considerazione il motoclub che mi ha segnalato, farò anche una scappatina in quello vicino al mio paese, ho letto sul sito che riescono a far avere polizze senza iscrizione FMI o ASI.
    Proprio ora sto leggendo in rete che ieri c’è stata una riunione con tutti gli esaminatori FMI nazionali in seguito al decreto “storiche” in via di emanazione.
    Ci sarà qualche importante novità? Ne sa qualcosa? purtroppo non ho avuto modo di leggere il decreto!!!
    Grazie di tutto, faccio i miei complimenti sia per il sito che per le risposte esaustive e tempestive!!!

    • Salve PAOLO,
      la novità sostanziale in base al decreto è che in seguito ad iscrizione in uno dei Registri FMI, ASI o altri, la revisione non dovrà più essere fatta ogni anno, bensì ogni 2 anni. Finalmente un piccolo passo in avanti è stato fatto.
      Saluti.

  12. Ciao,
    sono Andrea da Roma. Sto per compare una honda four del ’76. La moto non è iscritta all’FMI. Posso assicurarla cmq con dei vantaggi?
    Ho sentito che alcune assicurazioni limitano la copertura solo in occasione di raduni, io vorrei usarla sempre. Sapete consigliarmi un’assicurazione?
    Il mio dilemma riassumendo è il seguente, posso comprarla, assicurarla e poi muovermi dentro Roma in attesa che mi arrivi la tessere del Registro Storico dell’FMI?
    Grazie
    Ciao
    Andrea

    • Salve ANDREA,
      ti consigliamo innanzitutto di contattare il Motoclub Chirone per avere delle dritte circa la copertura assicurativa, nel tuo caso però sarebbe preferibile che contattassi preventivamente i Vigili Urbani per conoscere (se dovessero esserci) le disposizioni in materia di norme antinquinamento nel Comune di Roma, non vorremmo che ci fossero delle limitazioni particolari.
      Saluti.

    • Salve ALE,
      per i veicoli d’epoca ti consigliamo di contattare il moto club più vicino al tuo luogo di residenza. Sicuramente sapranno consigliarti una compagnia conveniente.
      Saluti.

  13. Salve, io ho una vespa p200e e vorrei comprarne un altra. premettendo che le due siano iscritte al R.S. dell FMI sapete qualcosa riguardo all’assicurazione della seconda moto d’epoca? Alcuni dicono che con soli 7 euro in più si può assicurare la seconda moto”!E’ vero???? ne sapete qualcosa??

    • Salve STEFANO,
      per quanto riguarda la tariffazione ed il relativo premio da pagare per il secondo veicolo assicurato, non possiamo fornirti notizie specifiche in quanto la determinazione di questi fattori rientra nell’autonomia contrattuale riservata alle compagnie assicuratrici. E’ probabile che ci siano delle convenzioni, alle quali però siano legate anche delle limitazioni, come ad esempio la guida esclusiva dei mezzi assicurati, quindi ti consigliamo di informarti bene sulle condizioni contrattuali.
      Solitamente l’iscrizione nel R.S. di un ulteriore veicolo comporta che si paghi una cifra inferiore rispetto alla prima iscrizione, ma anche questo è un dettaglio che ti consigliamo di appurare.
      Saluti.

  14. Salve,
    sono proprietario di una Vespa 50 Special del 1970 e di una Fiat 500 D Trasformabile del 1961.
    Vorrei sapere se ci fosse il modo di assicurare entrambi i mezzi senza fare Registri storici ecc. che portano via troppo tempo. Considerando il fatto che hanno rispettivamente 40 e 49 anni di età, ho sentito dire che non ci sarebbe la necessità di iscriverle come storiche per assicurarle.
    Sapete darmi info più dettagliate al riguardo?

    • Salve ALBERTO,
      in passato era possibile assicurare i veicoli di interesse storico, con delle convenzioni tariffarie, anche se non erano iscritti nei registri storici. Attualmente, invece, tale possibilità è subordinata alla certificazione di storicità rilasciata da un club (ASI, Storico Lancia, Italiano FIAT, Italiano Alfa Romeo, Storico FMI).
      Ti consigliamo di contattare il RIVS (Registro Italiano Veicoli Storici), il quale rilascia tessera e certificato di storicità, e può anche includere la copertura assicurativa RCA: http://www.rivs.it/
      Saluti

  15. salve sono alex, posseggo una vespa 125 gt piaggio del 1967 ed una R4 cc 950 TL del 1989 con polizze entrambi in scadenza (27.11.2010) con Sara Vintage, a seguito di un aumento (150 euro) vagamente giustificato con…”troppi sinistri denunciati a livello nazionale” chiedo al puntuale e preciso amministratore del sito con il quale mi complimento se conosce una soluzione alternativa alla Sara che possa Assicurare entrambe i mezzi ad un prezzo più competitivo di 370 euro considerando che alternadomi con entrambi i mezzi posso percorrere Km 1500 max all’anno!!!
    grazie e cordiali saluti

    • Salve ALESSANDRO,
      purtroppo non siamo in grado di fornire dettagli che riguardano le tariffe applicate dalle varie compagnie assicuratrici, soprattutto quando si tratta di veicoli d’epoca o storici, in quanto alcune Compagnie possono offrire polizze a premi ridotti, ma con limitazioni che solo l’assicurato deve valutare prima della stipula.
      Consigliamo comunque di consultare il seguente sito: http://www.rivs.it/
      Saluti

  16. dove assicuro il mio vespone ? avendo un attestato di rischio precedente?il mezzo ha compiuto 30 anni.. sapete indicarmi un’assicurazzione online dove posso appoggiarmi premesso che la moto e iscritta alla fmi?.. grazie aspetto risposta.

  17. ciao a tutti la mia moto è iscritta nel registro storico FMI anche io sono un tesserato,solo che fmi fino adesso non ha avuto la convenzione per nessuna assicurazione quindi sono rimasto senza,come posso fare?

    • Salve ENZO,
      non sono i registri storici ad avere le convenzioni con le compagnie assicuratrici, bensì il contrario, cioè le compagnie assicuratrici offrono delle coperture assicurative più convenienti ai possessori di veicoli iscritti nei registri storici.
      Per conoscere quali assicurazioni offrono tali convenzioni puoi chiedere delle informazioni al moto club in cui ti sei iscritto. Sicuramente ti potranno indicare una compagnia assicuratrice utilizzata dagli altri iscritti.
      Saluti.

  18. ho fatto un incidente quest’oggi con la mia vespa 150 sprint veloce del 68 iscritta all’FMI!!un tizio ha svoltato a sinistra su doppia linea continua senza ne frecce ne niente,io per evitare il contatto o meglio il botto ho perso il controllo del mezzo strisciando in terra!!!!per fortuna ci sono dei testimoni!!!domani ci dobbiamo trovare per compilare la costatazione!!!ma mi sorge un dubbio…..nonostante la mancanza di contatto ho ragione vero???e poi….solitamente l’assicurazione copre solo il valore dl mezzo…..ma con un mezzo storico come funziona?????mi pagano gli effettivi danni vero????grazie mille a tutti!!!!

    • Salve ANGELO,
      sarebbe stato meglio far intervenire i vigili urbani o altre forze di polizia, comunque, la persona che ha causato il sinistro ha creato una “turbativa alla circolazione“, quindi con testimoni e CAI firmata non dovresti avere problemi, anche se in questo caso le compagnie assicuratrici tendono ad attribuire un concorso di colpa (50% di responsabilità a testa).
      Inoltre, in questo caso non interviene la normativa del risarcimento diretto perché non c’è stato urto tra i due veicoli, quindi devi fare richiesta di risarcimento alla compagnia di controparte.
      I danni vengono valutati per ripristinare l’integrità del veicolo, quindi l’ammontare del risarcimento verrà stabilito in base ai lavori materiali da eseguire.
      Saluti.

  19. Salve volevo un consiglio.Vorrei acquistare una vespa 50 pk xl del 1987 già con libretto d’epoca.Può essere quindi assicurata con un assicurazione d’epoca?Attendo risposte,grazie.

    • Salve FABIO,
      per usufruire delle riduzioni previste per i veicoli d’epoca, la vespa deve essere iscritta ad un moto club e quindi all’ASI, o in alternativa al RIVS (www.rivs.it). Devi quindi appurare se il precedente proprietario ha iscritto la vespa nei registri ASI, e in tal caso comunicare a questo Ente la variazione del proprietario, fornendo i tuoi dati anagrafici.
      Saluti.

  20. salve sto per aquistare una moto d’epoca. e vivo a napoli ma non riesco a trovare una assicurazioni,d’epoca anche rivolgendomi ad un moto club storico.come posso fare.ciao giuseppe da napoli.

    • Salve GIUSEPPE,
      sono sempre meno le compagnie assicuratrici che in Campania forniscono coperture per i veicoli d’epoca. Probabilmente l’unica alternativa è quella di contattare il Rivs: http://www.rivs.it
      Saluti.

  21. Salve,sono un possessore di una vespa del 59.Il vecchio proprietario aveva già iscritto la vespa al registro storico nazionale(FMI).Per assicurarla devo per forza iscrivermi a un club d’epoca o basta l’iscrizione FMI?Inoltre,quanto costa il bollo(o tassa di circolazione)?GRazie

    • Salve SERGIO,
      ti invitiamo a leggere la risposta che abbiamo fornito a MAX nella sezione “Assicurare un’auto storica senza essere iscritti all’ASI o ad un club”.
      L’iscrizione all’ FMI è indispensabile per godere delle convenzioni assicurative. Per quanto riguarda il bollo, ogni regione può prendere delle decisioni autonome circa la cifra da pagare. Resta il fatto che i veicoli ultratrentennali non sono obbligati a pagare il bollo se il veicolo non circola su strade pubbliche, in quanto dopo 20 anni il bollo viene concepito come tassa di circolazione e non più come tassa di possesso. Se però utilizzi la vespa per circolare normalmente, il costo del bollo può variare dai 10 ai 20 euro, in base alla regione di residenza.
      Saluti.

  22. Essendo possessore di una vespa 125PX mi sono iscritto al vespa club della mia città di residenza e recatomi ad una assicurazioni da loro (vespa club) consigliata [ helvetia] mi è stata negata la possibilità di assicurarmi ad un prezzo contenuto data la mia età di diciannovenne. Chiedo se cortesemente qualcuno sa a riguardo dell’esistenza di una compagnia assicuratrice che possa soddisfare le mie esigenze.

    • Salve LUCA,
      ci sembra di capire che la tua vespa è iscritta soltanto al moto club e non all’FMI. Per i veicoli iscritti all’FMI esistono delle convenzioni con le assicurazioni del gruppo Toro. In alternativa ti consigliamo di consultare il sito del RIVS: http://www.rivs.it.
      Saluti.

  23. salve, io sn possessore di una fiat tipo del 1989 regolarmente isctitta al club. Ultimamente ho acquistato una zxr 400 del 1990 e ho saputo che potevo assicurarla senza fare l’iscrizione, mettendola nel garage dei veicoli d’epoca. Il mio problema consiste che la macchina è intestata a mio padre e la moto è intestata a me, e qui ti pongo la domanda…posso lo stesso assicurarla?

    • Salve MARIO,
      le formule “garage” sono delle convenzioni particolari ed hanno una disciplina che può differire a seconda della compagnia assicuratrice scelta. In linea di principio per usufruire della stessa copertura (estesa a più veicoli d’epoca) l’intestatario dei veicoli deve essere sempre la medesima persona, per cui potresti ricevere un rifiuto da parte della compagnia ad assicurarli entrambi.
      Saluti.

  24. Ho una vespa 150 Mod. VBB1 del 1961 già di mio padre. Dato l’anno di costruzione non dovrebbe già essere considerata moto d’epoca senza doverla iscrivere alle varie associazioni nazionali (mangiasoldi) (ASI e FMI) per poter usufruire di una polizza assicurativa agevolata?
    In passato mi ero iscritto ad un motoclub ma, a parte il momento dell’iscrizione (con esborso) non ho mai avuto alcun contatto con questa associazione ne verbale ne documentale. Mi è sembrata una presa in giro.

    • Salve GEPPI,
      la dichiarazione di veicolo storico o d’epoca deve essere rilasciata dall’FMI o da un organismo equivalente, ma comunque necessita di un’attestazione scritta. Non si acquista di diritto lo stato di “veicolo d’epoca” al compimento del 30° anno.
      La legge prevede che è necessaria la mediazione di un club federato, per cui devi obbligatoriamente rivolgerti ad un moto club, possibilmente scegliendo quello più serio e professionale.
      Saluti.

  25. Salve. Qualcuno sa dirmi come mai ho provato ad assicurare la mia vespa 125 px 1981 regolarmente iscritta al registro storico FMI e l’agenzia TORO presente nella mia città mi ha chiesto 330 Euro per la polizza ?
    Non dovrebbe essere una tariffa che si aggira attorno ai 100 Euro ?

    • Salve FRANCESCO,
      le compagnie assicuratrici stanno tentando di allineare i prezzi delle assicurazioni per i mezzi storici o d’epoca a quelli per i veicoli normali. Addirittura in alcune regioni (soprattutto del Sud) la tendenza è quella di non assicurare più i veicoli storici con l’applicazione delle convenzioni stipulate con l’ASI. La volontà delle compagnie sembra essere quella di equiparare i prezzi delle polizze assicurative senza distinzione tra veicoli storici e veicoli più moderni.
      Saluti.

  26. buon giorno.
    avrei bisogno gentilmente di alcune info:
    dunque,sto per acqistare una honda shadow 600 mod.pc21 prima immatricolazione 1990 il mezzo era destinato all’esportazione,quindi dovrei reimmatricolarlo,cosa fattibile a prezzo simile di un trapasso,e fin qui diciamo tutto ok,ora il mio problema è assicurarlo,ho provato a fare dei preventivi on line con risultati superiori hai 500 euro…il mezzo in questione pultroppo non conserva la sua originalità,e io oltre ad avere patente B da piu di 10 anni ho la patente A3 da circa 2.. considerando tutto cio e la mia posizione che procedura mi potete consigliare per contenere le spese?
    cordiali saluti luca

    • Salve LUCA,
      purtroppo di fronte ai prezzi elevati delle assicurazioni non vi sono soluzioni migliori di altre. L’unico consiglio che possiamo dare è quello di non limitarsi a contattare una o due compagnie assicuratrici, ma di richiedere una serie di preventivi, anche online, al fine di trovare la copertura assicurativa più soddisfacente.
      Saluti.

  27. Vi ringrazio per la cortese e tempestiva risposta,il vostro consiglio è seguito gia fin dall’inizio,però essendo tale moto ormai storica in quanto 21enne,come posso fare ad assicurarla spendendo le “famose” 100 euro? devo iscriverla al FMI? per farlo la moto deve essere fedele all’origine vero? in tal caso non avrei convenienza in quanto risparmierei sull’ assicurazione,ma mi prosciugherei con un restauro quasi inutile…correggetemi se sbaglio! vado per sentito dire! 🙂
    cordiali saluti
    Luca

  28. Salve a tutti,pochi giorni fà ho acquistato una vespa 125pxe 1982 iscritta all’Asi nel 2009.Girando le compagnie assicurative mi hanno chiesto le ricevute di pagamento dell’anno 2011 che io non ho ancora effettuato.Provo a chiamare alla sede centrale Asi ma non risponde nessuno,Allora potete dirmi come faccio ad aggiornare e informare l’Asi del passaggio di propietà del veicolo anzitutto e poi per ottenere il tagliandino 2011 con la tessera per poter assicurare la vespa???

    • Salve MICHELE,
      in alternativa potresti rivolgerti al moto club presso il quale hai fatto la prima iscrizione all’FMI. Oppure cerca un recapito mail.
      Salve.

  29. Salve, sto acquistando una Honda CB400N del 1984, abito a Napoli, dove ed a che cifra potrei assicurarla? Grazie

    • Salve GENNARO,
      devi cercare una compagnia che abbia fatto degli accordi con l’ASI per assicurare i veicoli storici e d’epoca.
      Non essendo di Napoli non siamo in grado di dirti a chi rivolgerti.
      Saluti.

  30. TUTTE BALLE !! IO SONO ISCRITTO DIRETTAMENTE ALLA F.M.I. senza nessun MOTOCLUB , e pago 100 €. all’anno con la SAI .
    Fate attenzione ai soliti furbetti del quartiere !!

  31. salve a tutti, ho una vespa px del 1984 da poco meno di un anno, quando ho fatto l’assicurazione alla sai, l’impiegato/agente mi ha detto che per potermi offrire una tariffa per moto storiche,per direttive dall’alto, dovevo fare obbligatoriamente anche un’assicurazione infortunio, so che era una cavolata, ma era estate e non avevo voglia e tempo di girare tra assicurazioni. Ho guardato un po di siti ma quale si blocca nello scegliere il modello della “moto” altre invece non indicano nessuna tariffa moto storica, vi chiedo cortesemente se potete postare qualche link diretto per qualche tariffa moto storiche…
    Grazie millle in anticipo…

  32. sono proprietario di una moto d’epoca del 1984 che fino all’anno scorso ha pagato 72.00 euro l’anno. quest’anno al momento del rinnovo mi sono
    visto chiedere 153.00 euro senza alcuna giustificazione se non un generale da quest’anno la compagnia è Più fiscale… E’ normale una cosa del genere o , tanto per cambiare, sono stato turlupinato?

    • Salve REDENTO,
      non possiamo stabilre se si tratta di un comportamento contrattualmente scorretto. Sta di fatto che le coperture assicurative continuano ad aumentare, soprattutto per le polizze storiche, per cui può trattarsi di un innalzamento delle tariffe.
      Saluti.

  33. ciao redento, se fai ancora in tempo prova a chiedere ad una agenzia SAI, a me per una vespa 150cc anno 1984, mi hanno chiesto 116 € più la tessera FMI(50€) che però ti darà anche altri vantaggi, la tessera intendo.
    Ciao.

  34. Ciao a tutti,
    sono proprietario da qualche mese di una Honda VT500C del 1986 e mi hanno sconsigliato di fare l’iscrizione alla FMI (prov. Caserta), mentre mi hanno detto che se voglio posso fare la tessera ASI per 200 €uro ottenendo gli stessi vantaggi…
    Mi potete confermare se è vero ciò?
    Grazie in anticipo a chi vorrà darmi risposta.
    Ciao,
    Rino.

    • Salve RINO,
      purtroppo non possiamo darti né conferma né smentita di quello che ci hai scritto perché spesso gli autoclub possono avere agevolazioni particolari con le assicurazioni. Certo è che per le moto si fa capo all’FMI, mentre per le auto all’ASI, quindi la cosa parrebbe un po’ strana.

  35. Per Valerio..ma la tua vespa era iscritta al registro storico per avere quel prezzo? Io ho un 50 dl 71 ma è stata immatricolata nel 2007 (non avva la targa)..vale lo stesso?

  36. Salve, sono proprietario di una vespa 125 anno 1989 che ho assicurato con la SAI al prezzo di 115,00 €. + tessera FMI sino al 30/07/2011 alla scadenza non mi hanno fatto rinnovare il contratto dicendo che l’iscrizione alla FMI nn bastava e che bisognava portare l’iscrizione alla ASI (un’avventura) ancora oggi non sono riuscito a trovare una compagnia assicurativa nella provincia di Catania che mi assicuri la vespa con il contratto d’epoca. Hai qualche suggerimento?

  37. Salve,
    ho una HD Cagiva del 1980, tassa di proprietà sempre pagata ma da molti anni ferma in garage, seppur retaurata e sempre in ordine; cosa devo fare per assicurarla e pagare il meno possibile visto che la utilizzerei solo 1 o 2 mesi d’estate? Abito in provincia di Macerata
    Grazie

  38. Salve a tutti, in generale per le moto non ci sono grosse difficoltà assicurative tranne in alcune zone d’Italia. Iscrivendosi al RIVS ci sono diverse opzioni possibili, ma anche con gli altri registri riconosciuti. Importante è non scoraggiarsi se la nostra vecchia assicurazione ci dice di no, questi prodotti sono fluttuanti, ma le soluzioni, soprattutto per le moto, non mancano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *