Coloro che svolgono una libera attività professionale, come medici, avvocati, architetti, ecc., sono in costante contatto con terze persone intervenendo il più delle volte in aspetti molto delicati della vita di esse, come la salute oppure il patrimonio personale.

È del tutto naturale che alcune volte questi professionisti possano commettere degli errori umani che in qualche modo vanno a ledere, più o meno pesantemente, aspetti molto delicati della vita di queste persone.
Se si verificano circostanze di questo genere, questi professionisti rischiano di vedersi avanzare delle richieste di risarcimento abbastanza cospicue.

Questo è il motivo per il quale molti di loro decidono di stipulare contratti di polizze assicurative di responsabilità civile che le compagnie assicurative hanno studiato appositamente in modo che, nell’eventualità di circostanze sfavorevoli, essi non vedano intaccato il proprio patrimonio.
Queste polizze quindi prevedono dei risarcimenti verso terzi nel caso in cui un libero professionista provochi dei danni ad una terza persona, danni per i quali egli abbia una dimostrata responsabilità.

A differenza di quello che succede in molti paesi europei, purtroppo attualmente in Italia queste polizze non sono obbligatorie per legge e quindi resta una libera scelta dei liberi professionisti se sottoscriverle o meno, anche se l’eventualità di renderle tali è sotto l’esame della Commissione Parlamentare dal 2008.
Comunque è auspicabile che queste polizze diventino obbligatorie per i liberi professionisti.


Al momento i professionisti che possono decidere di sottoscrivere queste polizze sono gli avvocati, i commercialisti, gli architetti e gli ingegneri, e tutte le categorie di medici (che di solito sono i più esposti a richieste di risarcimento).

Le polizze di responsabilità civile per professionisti sono abbastanza differenziate tra loro proprio per rispondere alle esigenze specifiche di ciascuna professione e a contemplare tutte le possibilità di richieste di risarcimento legate ad ognuna di esse.

Anche queste polizze, come tutte le altre polizze di responsabilità civile, prevedono delle clausole di massimale (livello massimo di risarcimento) e di franchigia (cifra entro la quale il risarcimento rimane ad esclusivo carico del professionista stesso).
Considerato che molto spesso, se si verifica un errore da parte di un libero professionista, si arriva a discutere la questione in sede legale, queste polizze prevedono anche il rimborso di eventuali spese legali, ma questo tipo di copertura richiede il pagamento di un premio annuale più alto.

Queste polizze, sempre dietro pagamento di un premio più cospicuo, possono garantire anche il risarcimento per eventuali guasti ad apparecchiature e immobili di proprietà del libero professionista.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo e metti Mi Piace:
0

2 commenti il Polizza di assicurazione specifica per i professionisti

  1. salve sono un libero professionista, artigiano in campo edile, necessito di preventivo polizza infortuni e vita per me.

    • Salve CLAUDIO,
      ci spiace, ma non forniamo né preventivi né polizze assicurative. Questo sito tratta la materia assicurativa senza vendere coperture.
      Saluti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *