Disdetta assicurazione

assicurazioni auto Il motivo principale che può indurre un consumatore a effettuare la disdetta della propria polizza assicurativa è senza dubbio il risparmio sulle spese finali.

Risulta conveniente quindi comparare vari preventivi di diverse Società Assicurative, conoscere tutti i vantaggi e gli svantaggi del caso per poi ponderare attentamente la selezione finale.
E’ fondamentale esaminare scrupolosamente le varie clausole e opzioni previste dal contratto per farsi un’idea del modo di agire di una determinata compagnia e per conoscere con precisione il termine ultimo valevole per la disdetta del contratto di assicurazione.

Generalmente l’operazione di disdetta da parte della Società Assicuratrice deve essere ratificata per via cartacea con conseguente spedizione del documento attraverso raccomandata con ricevuta di ritorno.

Nella maggior parte delle polizze vige la clausola di tacito rinnovo con la compagnia in questione che deve necessariamente avvisare a domicilio dell’eventuale incremento del premio in relazione alla tipologia di polizza assicurativa. Nel … Leggi tutto l'articolo

La classe di merito

classi di merito assicurazioni Anche gli automobilisti assicurati hanno una sorta di “pagella”: dalla loro condotta sulla strada dipenderà il costo dell’assicurazione in base al procedimento del bonus malus.

Perciò essere disciplinati alla guida (non fare incidenti e comportarsi correttamente al volante) permette di avere una classe di merito tale da pagare meno la polizza assicurativa.

Per fare un esempio, l’automobilista più “prudente” potrà arrivare a corrispondere alla compagnia assicuratrice la metà rispetto a quello più “spericolato”.

Le classi di merito secondo le classificazioni tradizionali vanno da 18 a 1, anche se bisogna precisare che alcune aziende assicurative optano per le classificazioni con classi intermedie (1a, 2a e così via) pertanto chi detiene la classe 1a pagherà un premio più basso di chi ha la classe 1.

Il novello guidatore partirà dal punteggio 14: qualora dovesse causare due sinistri peggiorerà la sua classe di due posti (malus), invece se non causerà incidenti … Leggi tutto l'articolo

Decreto Bersani per le assicurazioni auto

decreto bersani assicurazioni Il decreto Bersani ha apportato una serie di modifiche e novità nel mondo delle polizze assicurative arrivando ad intaccare persino il famigerato Codice delle Assicurazioni.
L’obiettivo principale del decreto è stato senza dubbio quello di rendere lineare e trasparente l’intero settore delle assicurazioni garantendo la necessaria protezione del cliente verso tutte le agenzie.

L’articolo 5 del decreto Bersani si sofferma in particolar modo sulle tematiche relative all’RC Auto e sui contratti d’assicurazione in genere.

Durante la sottoscrizione di una nuova polizza RC Auto, il cliente resta in possesso della classe di merito relativa all’ultimo contratto stipulato, sia in caso di acquisto di ulteriore automobile sia nel caso sia intercorsa una fase di cessazione dell’eventuale polizza precedente (5 anni).

In presenza di un incidente la compagnia assicurativa non può penalizzare il soggetto assicurato alterando il valore della classe di merito sino al momento in cui non vengono appurate e certificate … Leggi tutto l'articolo