Manutenzioni e riparazioni autoI servizi di copertura offerti dalla compagnie assicurative per la manutenzione della propria auto prevedono numerose possibilità per il cliente finale. A tal proposito non è facile scegliere un tipo di polizza rispetto ad un’altra, ma sicuramente ci sono alcune linee guida da seguire per rendere la propria decisione più semplice possibile.

Molto spesso le agevolazioni sono frutto di accordi con le società produttrici che curano la manutenzione dell’autoveicolo. I vantaggi e le garanzie per i veicoli usati coprono, dunque, non solo veicoli nuovi o con un certo chilometraggio.

I vantaggi sulla manutenzione auto

In linea generale il cliente può usufruire di:


  1. scontistica sui ricambi originali, appartenenti alla casa costruttrice (in genere si parte da un minimo pari al 20%);
  2. sconti sui ricambi non originali, ma certificati (la percentuale di sconto in questi casi è anche superiore al 20%);
  3. check-up di sicurezza gratuito;
  4. sconti sul servizio o sulla manodopera;
  5. sconti inerenti alle officine convenzionate, o appartenenti alla casa produttrice indicata nel contratto.
Riparazione e manutenzione auto

Garanzia legale e garanzia aggiuntiva

A tutto ciò, si affiancano la garanzia legale di conformità, prevista dal Codice del Consumo (art. 128 e ss.), per l’acquisto di eventuali prodotti difettosi o non conformi ed una garanzia aggiuntiva, definita convenzionale, che può avere coperture e tempi personalizzati in base agli accordi presi con il cliente.

Oltre a quanto descritto, esistono anche servizi che coprono l’intera manutenzione dell’auto, avendo tutte le garanzie previste dalla legge e sollevando il cliente finale da costi aggiuntivi o imprevisti. Proprio per questo sono disponibili anche dei comodi preventivatori online che permettono di avere dei costi legati alla manutenzione ordinaria e straordinaria. In questo caso, in base al modello della propria macchina ed all’officina scelta, vengono proposti dei preventivi attendibili evitando sorprese sul prezzo finale.

Tali garanzie sono strettamente correlate alle officine autorizzate e quindi è opportuno tenere presente anche le relative distanze. Inoltre vengono tenuti in considerazione anche i chilometri effettuati e la data della prima immatricolazione. Oltre alla manutenzioni ordinarie (quelle indicate nel libretto), vengono coperte anche manutenzioni di tipo straordinario. In tale pacchetto vengono incluse anche le coperture in caso di emergenza: avaria al motore, batteria scarica, problemi meccanici, problemi elettrici ecc..

La deducibilità dei costi di manutenzione auto

Ricordiamo, infine, che per imprese e professionisti con partita iva, sono previste anche delle deducibilità dei costi di manutenzione auto (articolo 19-bis1 del D.P.R. 633/72):

  • deducibilità del 20% per professionisti ed imprese;
  • deducibilità del 70% per i veicoli aziendali in uso promiscuo con i dipendenti dell’azienda;
  • deducibilità del 100% per veicoli utilizzati da rappresentati ed agenti di commercio, per auto strumentali e per mezzi adibiti ad uso pubblico.

Trovate tutti gli approfondimenti in materia di deducibilità al seguente link del portale Fisco e Tasse.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo e metti Mi Piace:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *