I giovani guidatori o i neopatentati sono oggetto di polizze con premi assicurativi spesso troppo probanti da sostenere per le proprie tasche. Una soluzione atta a garantire un ribasso nei costi complessivi è il Patto per i giovani, un’iniziativa lodevole, che ha come obiettivo quello di sensibilizzare, almeno in primo luogo, i giovani alla sicurezza stradale. Rendere consci dei pericoli della strada i guidatori appena patentati è necessario, per diminuire il tasso di sinistri sulla strada.

La polizza proposta ai margini di questa iniziativa è destinata a ragazzi neopatentati nella fascia d’età tra i 18 ed i 26 anni, quella soggetta in maniera più costante ad incidenti. L’assicurazione è basata su un rapporto che non sembra sbagliato definire di mutuo scambio, tra guidatore e compagnia assicurativa. Il giovane guidatore, infatti, stipulando tale polizza si può fregiare di importanti e consistenti sconti sul premio assicurativo dell’RC Auto, onorando una sorta di patto, nel quale si garantisce l’impegno a guidare in modo sicuro, responsabile, rispettoso delle norme della strada.

L’impegno a guidare in condizioni di sicurezza è un obbligo sempre e comunque, sia per i guidatori esperti che per quelli novelli, ma un incentivo per i giovani non può che essere positivo, per responsabilizzarli e formarli come provetti guidatori.


Il Patto per i giovani, che è sostenuto da ANIA – Assicurazione Nazionale fra le Imprese Assicurative – e dalle principali associazioni dei consumatori, è accompagnato da un preciso decalogo, un vero e proprio set di regole stradali – necessarie per la sicurezza stradale – che il guidatore sottoscrive e si impegna a rispettare, nel momento in cui decide di stipulare il contratto assicurativo. Il neopatentato rispetta al meglio delle proprie possibilità le norme, e in cambio ne guadagna un valore del premio assicurativo di sicuro più vantaggioso rispetto a quello offerto tradizionalmente alla sua specifica fascia d’età.

Il decalogo comportamentale prevede delle regole basilari, che ciascun guidatore deve rispettare, ma che troppo spesso, a causa dell’incoscienza o della giovane età, il guidatore è portato ad infrangere. Tra i vari moniti, ci sono quelli di allacciare sempre e comunque la cintura – sia alla guida che come passeggero -, di non bere alcolici prima di mettersi alla guida, aspettando di essere totalmente lucidi dopo averlo fatto.

Inoltre si invita il sottoscrittore a guidare prudentemente, mantenendo velocità adeguate e mai elevate, oltre ad evitare l’uso del telefonino o di altri accessori ad alto potere distraente, mentre si è alla guida. Molto importante, infine, l’obbligo di mantenersi lucidi alla guida – fermandosi in caso di colpi di sonno improvvisi – oltre a mantenere sempre la distanza di sicurezza, in qualsiasi condizione climatica.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo e metti Mi Piace:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *