Risarcimento diretto da parte dell'assicurazioneA partire dal 1 febbraio 2007 è stato possibile ottenere il risarcimento diretto di un incidente attraverso la propria assicurazione anziché quella della vettura che ha urtato la nostra. Questa convenzione si chiama CARD (Convenzione tra gli Assicuratori per il Risarcimento Diretto) e se ne ha diritto in alcuni particolari casi che vedremo in questo articolo.

Della CARD esisteva la convenzione CID (ricordate il modulo CID?), che significa “Convenzione per Indennizzo Diretto”: con il CID era possibile chiedere l’indennizzo diretto ma solamente quando tutte e due le parti coinvolte compilavano l’apposito modulo blu. Da quando è entrata in vigore la CARD è possibile ottenere l’indennizzo anche senza modulo blu.

Per avere il risarcimento in modo veloce si deve possedere i dati di tutti e due i veicoli e delle persone coinvolte nel sinistro; in questo modo sarà possibile ottenere il denaro per riparare la propria vettura entro 20 giorni, diversamente ce ne vorranno 60.


Per ottenere il denaro direttamente dalla propria compagnia, l’incidente deve avere determinate caratteristiche:

  • I veicoli coinvolti devono essere soltanto 2 e non di più.
  • L’incidente deve avvenire in Italia e non all’estero (nessun problema per RSM e Città del Vaticano).
  • I guidatori non devono avere subìto danni fisici superiori al 9% di invalidità permanente.
  • Se il guidatore colpevole era a bordo di un ciclomotore, riceverà il denaro del risarcimento solo se il mezzo è stato immesso in circolazione dopo il 14 luglio 2006 oppure se possiede le nuove targhe a 6 cifre.

Sia che abbiate compilato il modulo o che abbiate solo i dati dell’altro guidatore, potete recarvi presso la vostra assicurazione e chiedere il risarcimento. Da quel momento in poi dovrete attendere il perito che dovrà valutare il danno del vostro mezzo; arriverà entro 8 giorni.

Se invece riterrete di avere bisogno di un avvocato (perché magari la controparte non ammette la sua colpa), non andare alla vostra agenzia assicurativa ma contattate prima il legale.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo e metti Mi Piace:
Pin Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.