Assicurazione auto contro eventi atmosferici L’Italia è una nazione in cui i fenomeni atmosferici possono variare a seconda che riguardino il centro-nord o il centro-sud del Paese.

Questa diversità determina che nelle regioni più calde e soleggiate, tra gli assicurati, non siano tanto diffuse le coperture assicurative per gli eventi atmosferici, cioè delle assicurazioni che invece si trovano con maggior frequenza nelle zone settentrionali.

Le polizze eventi atmosferici fanno parte delle coperture facoltative, ovvero quelle che possono essere acquistate senza obbligo, in aggiunta alla Rc Auto, pagando una differenza di premio.

Proprio la discrezionalità nella scelta concessa all’assicurato, permette anche alle compagnie assicuratrici di poterle offrire senza che ci sia per loro un obbligo imposto dalla legge.
Queste polizze prevedono un indennizzo in caso di eventi atmosferici di eccezionale portata, alcuni dei quali incompatibili con il clima che abbiamo nel nostro Paese, come ad esempio i tifoni, gli uragani e le tempeste. Tuttavia altri fenomeni possono colpire determinate regioni o zone territoriali nostrane anche con una certa frequenza, come avviene quando in alcune particolari stagioni si abbattono forti grandinate, nevicate o piogge eccezionali, o si verificano slavine, frane e valanghe.
Infatti non è infrequente che, a causa di un’intensa grandinata, un veicolo possa subire gravi danni alla carrozzeria.
Le polizze eventi atmosferici non vanno però confuse con le polizze incendio, nemmeno quando le fiamme sono provocate da un eccessivo aumento delle temperature con conseguente fenomeno di autocombustione all’interno di boschi, pinete o zone di campagna.

L’accessorietà di queste polizze, da sottoscrivere in aggiunta alla responsabilità civile per la circolazione, permette agli assicurati di personalizzare le coperture da inserire nel contratto base, a seconda delle necessità individuali e della zona geografica in cui vivono e si spostano con il veicolo.
Un evento atmosferico può causare una serie di danni, che vanno dalle piccole ammaccature fino alle totale distruzione del veicolo, per cui similmente a quanto avviene con il risarcimento danni a seguito di incendio, anche questa tipologia di coperture prevede un indennizzo che può arrivare fino al valore dell’intero veicolo, stimato al momento della distruzione sulla base di quanto stabilito dalle riviste di riferimento: Eurotax o Quattroruote.
Per ottenere il risarcimento non è sufficiente fare richiesta alla propria Compagnia, ma occorre allegare ai documenti necessari anche la denuncia compilata da un organo di polizia, dei vigili del fuoco o della protezione civile, nella quale viene constatato che in quella zona si è verificato un evento atmosferico particolarmente intenso. In alternativa basterà richiedere un’attestazione di quanto avvenuto dal più vicino osservatorio meteorologico.


Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo e metti Mi Piace:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *