Nuove gomme auto Goodyear OxygeneL’innovazione tecnologica nel settore automotive non si ferma mai. Tra le principali novità in arrivo nel corso del prossimo futuro troviamo l’ultimo prototipo di gomma della Goodyear, uno dei marchi di riferimento del settore, la Goodyear Oxygene, un pneumatico vivo in grado di catturare lo smog presente nell’aria contribuendo, in misura determinate, a rendere l’atmosfera più pulita.

Prima di procedere con la descrizione delle caratteristiche della nuova Goodyear Oxygene ricordiamo che per ridurre la spesa legata alla polizza RC Auto della propria vettura è possibile confrontare online i preventivi più vantaggiosi delle varie compagnie assicuratrici presenti in Italia tramite il comparatore di SosTariffe.it per assicurazioni auto.

Torniamo ora alla nuova Goodyear Oxygene. Questa particolare tipologia di gomma presenta una struttura davvero particolare ed include al suo interno del muschio vivo che cresce all’interno del fianco del pneumatico stesso. La Goodyear Oxygene presenta una struttura completamente aperta al fine facilitare l’assorbimento dell’umidità e dell’acqua presenti sul suolo stradale. Il processo avvia una vera e propria fotosintesi che si traduce nel rilascio di ossigeno in atmosfera.


Le potenzialità della Goodyear Oxygene sono davvero notevoli. Secondo le prime stime, infatti, l’applicazione di questo pneumatico in una città come Parigi, che può contare su ben 2,5 milioni di veicoli in transito costante, potrebbe permettere la generazione di circa 3 mila tonnellate di ossigeno all’anno oltre all’assorbimento di 4 mila tonnellate di CO2 all’anno. Il vantaggio dal punto di vista della qualità dell’aria respirata sarebbe evidente.

La particolare struttura aperta della Goodyear Oxygene, inoltre, offre anche dei vantaggi dinamici come la riduzione del rischio di acquaplaning ed un generale miglioramento dell’aderenza su superfici bagnate. Le applicazioni tecnologiche di questo pneumatico sono notevoli. La quantità di energia generata dal processo di fotosintesi, infatti, è in grado di alimentare l’elettronica interna della Goodyear Oxygene che può contare su diversi sensori, su di un’unità di elaborazione dell’intelligenza artificiale e su di una striscia di luce nel fianco che cambia colore fornendo, quindi, informazioni sulle manovre imminenti. La nuova Goodyear Oxygene rappresenta, per ora, un prototipo che, in futuro, potrebbe diventare un punto di riferimento del settore.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo e metti Mi Piace:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *