Patente di guida smarritaIn caso di smarrimento della patente è necessario non perdere tempo ed avviare l’iter che permette di ottenere, quanto prima, un duplicato. Sono in molti a chiedersi cosa fare nel caso in cui si perda la patente di guida. La normativa in materia e chiara e precisa e permette di riottenere la patente in tempi brevi. Ricordiamo che la patente, così come la copertura RC Auto, sono requisiti essenziali per poter mettersi alla guida di un veicolo su di una strada pubblica. Non è possibile guidare se non si ha con sé tali documenti. Per quanto riguarda la polizza RC Auto, ricordiamo ancora, che per ridurre al minimo le spese è possibile verificare online i preventivi delle migliori compagnie assicuratrici visitando un comparatore per assicurazioni auto.

Torniamo all’iter da seguire in caso di smarrimento della patente. Il primo passo da compiere è rappresentato dalla denuncia di smarrimento da effettuare entro 48 ore presso un ufficio della Polizia di Stato o un comando dell’Arma dei Carabinieri. E’ importante sottolineare che è necessario effettuare la denuncia non solo in caso di furto ma anche in caso di smarrimento o di illeggibilità del documento. La denuncia presso le Forze dell’Ordine è un requisito essenziale per avviare l’iter per riavere la patente. Nel caso venga effettuata la denuncia, il documento di guida precedente, anche se ritrovato, non sarà più valido. In caso di denuncia effettuata all’estero, inoltre, sarà necessario ripetere la denuncia in Italia presso uno degli uffici competenti di Polizia o Carabinieri.

Una volta completata la denuncia, l’ufficio delle Forze dell’Ordine provvederà all’immediato rilascio di un permesso di guida provvisorio che va a sostituire, in modo completo, il documento di guida perso in precedenza. E’ importante sottolineare che tale permesso di guida ha un valore limitato nel tempo e scadrà dopo 90 giorni. L’utente ha la possibilità di utilizzare il permesso di guida provvisorio solo fino a quanto riotterà la patente o sino a che scadranno i termini di validità. Si specifica, inoltre, che il permesso di guida provvisorio è valido per la circolazione solo sulle strade italiane.


Completata la denuncia si dovrà richiedere il duplicato della patente. Tale richiesta può essere effettuata presso l’ufficio di Polizia dove si è fatta la denuncia, se la patente risulta duplicabile, o alla motorizzazione. E’ possibile richiedere il duplicato anche presso un’autoscuola o uno Studio di Consulenza Automobilistica. Il Ministero dei Trasporti provvederà alla consegna della nuova patente di guida, che sostituisce la precedente e il permesso provvisorio, entro 45 giorni dalla richiesta. Nei casi in cui la nuova patente non dovesse arrivare entro i tempi stabiliti dalla normativa si potrà contattare il numero verde 800232323 per ulteriori informazioni.

Per la richiesta del duplicato della patente è necessario presentare la seguente documentazione:

  • 2 foto formato tessera (recenti, nitide, identiche e a capo scoperto);
  • documento di riconoscimento (carta d’identità o passaporto in corso di validità);
  • permesso di guida provvisorio rilasciato dagli organi di polizia presso cui è stata fatta la denuncia;
  • ricevuta dei versamenti richiesti (10,20 Euro da completare sul c/c 9001, può essere effettuato presso un qualsiasi Ufficio Postale o presso gli uffici della motorizzazione). Alcune regioni presentano tariffe leggermente differenti per il duplicato della patente. Per ulteriori dettagli è possibile rivolgersi ai siti web della propria amministrazione locale.
Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo e metti Mi Piace:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *