Tutte le imprese sono tenute a sottoscrivere una polizza di responsabilità civile che copra e risarcisca i danni causati a terzi. Oltre a questo, però, ogni impresa può anche decidere di sottoscrivere una polizza che tuteli la propria attività di produzione.

Nello specifico questo vuol dire che un’azienda può tutelarsi contro eventuali sinistri che provochino un’interruzione della catena produttiva causando danni a livello di patrimonio o a livello economica-finanziario.

Questo tipo di polizza garantisce all’azienda un certo margine di tranquillità nello svolgimento della propria attività in quanto essa si occupa della copertura di rischi di diversa natura. Ad esempio essa garantisce il risarcimento di danni eventualmente subiti dalle persone che entrano nell’azienda (si pensi ai clienti o ai fornitori che quotidianamente hanno rapporti con un’azienda); essa copre poi l’intero patrimonio aziendale, cioè tutti i macchinari, le merci, gli edifici, ecc; inoltre essa garantisce un rimborso all’imprenditore nel caso in cui, per diversi motivi, la catena produttiva si blocchi impedendo il normale regime produttivo, o anche nel caso in cui egli si trovi a dover elargire all’improvviso una liquidazione ad un proprio dipendente.

Detto questo, possiamo riassumere i danni che un’azienda produttiva può subire in due categorie:
– la prima riguarda le cause esterne all’azienda stessa (si pensi ad esempio alle calamità naturali, incendi, ecc.);
– la seconda categoria invece riguarda le cause interne all’azienda (si pensi ad esempio ai guasti meccanici dei macchinari o alla liquidazione di un dipendente).


Le compagnie assicurative che gestiscono questo tipo di polizze per le imprese di solito offrono polizze che tendono ad inglobare qualsiasi tipo di rischio, garantendo all’azienda una copertura a 360 gradi. Queste polizze per le imprese quindi sono un’ottima garanzia di tutela perché arrivano anche a coprire i danni che le merci possono eventualmente subire durante il trasporto.

Ovviamente maggiore sarà l’offerta di copertura da parte delle compagnie assicurative, maggiore sarà il premio annuale da corrispondere da parte dell’assicurato. Generalmente però tutte le aziende produttive tendono a coprire la propria attività con questo tipo di polizze proprio perché sono tanti i rischi, anche a livello finanziario, a cui si va incontro. Un’azienda infatti rischierebbe di perdere decine di migliaia di euro in un solo giorno per un’interruzione inaspettata della catena di produzione.

Resta da aggiungere che le polizze per le imprese spesso vengono stipulate e usate anche come garanzie per cauzioni o fideiussioni, garantendo alle imprese una continuità di entrate finanziarie anche se ci dovessero essere dei ritardi nei pagamenti. Quindi, grazie a queste polizze, un’azienda ha la possibilità di continuare la propria attività anche in periodo di crisi.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo e metti Mi Piace:
0

2 commenti il Assicurazione per il patrimonio e il fermo macchina aziendale

  1. Siamo un’azienda a cui è stata commissionata la costruzione di un macchinario con prestazioni particolari nel settore della trasformazione dei rifiuti urbani/energia. Il valore complessivo della commessa è di 11.000.000,00 (undicimilioni/00) di euro in parte versati in acconto ed in parte garantiti da fidejussione. Il macchinario che andiamo a realizzare è di nuova costruzione quindi l’acquirente desidera tutelarsi nel caso la nostra fornitura non soddisfi esattamente tutti i requisiti da noi garantiti da certificazioni, prove tecniche ed altri macchinari già in uso ecc ecc..
    Chiediamo quindi di poter stipulare una polizza del valore di 10.000.000,00 (diecimilioni/00) di euro.
    Per ulteriori informazioni chiediamo di contattarci:
    1. Tel. 3356846371
    2 . Tel. 3336453003
    e-mail: [email protected]

    • Salve,
      questo sito fornisce esclusivamente pareri assicurativi, pertanto non siamo in grado di erogare polizze assicurative.
      Vi ringraziamo per aver visionato il nostro sito, ma per questo tipo di richieste vi consigliamo di rivolgervi ad una compagnia assicuratrice.
      Grazie.
      Saluti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *