Assicurazione vita malattia e infortuni Le assicurazioni che tutelano la salute e l’integrità fisica di una persona, contengono anche delle coperture che permettono agli eredi o ai beneficiari di ottenere una somma di denaro in caso di decesso dell’assicurato per infortunio o malattia.

Nello specifico, si tratta delle assicurazioni caso morte, polizze che garantiscono ai familiari di conservare un certo reddito anche quando rischierebbero di subire perdite finanziarie a causa della scomparsa prematura di uno dei componenti della famiglia.

La garanzia per il caso di morte può essere contenuta nelle polizze infortuni oppure costituire una polizza unitaria. Se è inserita all’interno di una polizza infortuni è associata ad altre garanzie allo stesso modo dell’inabilità temporanea e dell’invalidità permanente, come conseguenza di un sinistro accidentale.


In termini di accertamento dell’evento, non è fondamentale che la morte dell’assicurato sia immediatamente successiva all’infortunio, quello che conta è che si verifichi entro un certo periodo di tempo, che la legge fissa in 2 anni dal giorno dell’incidente. Se viene oltrepassato questo limite, dopo la morte la compagnia di assicurazione non risarcirà nessun familiare.

Una limitazione all’ammontare dell’indennizzo deriva dalla possibilità che in un periodo precedente alla morte l’assicurato abbia percepito una somma a titolo di invalidità permanente. In questo caso, successivamente al decesso, ai familiari verrà attribuito un risarcimento diminuito di tale somma.

Oltre agli eredi, le polizze infortuni prevedono la possibilità di destinare il risarcimento per il caso morte ad altri beneficiari, i quali non devono necessariamente coincidere con i soggetti legittimati all’eredità. Laddove una polizza non dovesse contenere il nome di un beneficiario, l’indennizzo verrebbe attribuito in parti uguali a tutti gli eredi legittimi.

I termini per richiedere alla compagnia di assicurazioni la liquidazione del risarcimento sono di 1 anno dalla morte dell’assicurato. Entro questo lasso di tempo i richiedenti devono presentare all’assicuratore un documento di identità del deceduto, il certificato di morte e l’intera documentazione medica che accerta l’infortunio o la malattia e il decesso che ne è derivato.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo e metti Mi Piace:

1 commento il Assicurazione vita personale in caso di morte

  1. Sto valutando l’ipotesi di sottoscrivere un’assicurazione vita, qualcuno sa consigliarmi qualche compagnia con cui magari è già assicurato e si trova bene? Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *