decreto bersani assicurazioni Il decreto Bersani ha apportato una serie di modifiche e novità nel mondo delle polizze assicurative arrivando ad intaccare persino il famigerato Codice delle Assicurazioni.
L’obiettivo principale del decreto è stato senza dubbio quello di rendere lineare e trasparente l’intero settore delle assicurazioni garantendo la necessaria protezione del cliente verso tutte le agenzie.

L’articolo 5 del decreto Bersani si sofferma in particolar modo sulle tematiche relative all’RC Auto e sui contratti d’assicurazione in genere.

Durante la sottoscrizione di una nuova polizza RC Auto, il cliente resta in possesso della classe di merito relativa all’ultimo contratto stipulato, sia in caso di acquisto di ulteriore automobile sia nel caso sia intercorsa una fase di cessazione dell’eventuale polizza precedente (5 anni).

In presenza di un incidente la compagnia assicurativa non può penalizzare il soggetto assicurato alterando il valore della classe di merito sino al momento in cui non vengono appurate e certificate le effettive colpe.


Secondo il decreto Bersani l’agenzia assicurativa deve rispettare le regole di trasparenza e di propaganda informando in maniera immediata il cliente riguardo eventuali modifiche sfavorevoli per quanto concerne la classe di merito.

Il Ministero dello Sviluppo economico, attraverso elementi forniti dall’Isvap, provvederà a promuovere la diffusione dei servizi d’assicurazione on-line in modo tale da facilitare la scelta del consumatore che potrà valutare comodamente le varie proposte assicurative RC Auto presenti sul mercato.

Inoltre, ritornando alle assicurazioni, le compagnie non hanno il consenso di sottoscrivere con i relativi agenti, delle polizze in cui siano presenti particolari vincoli di ripartizione esclusiva inerenti ai danneggiamenti subiti.

Le stesse compagnie assicurative non saranno più abilitate a stipulare contratti di tipo pluriennale con la clausola di durata decennale, vigente nell’attuale Codice Civile.

Conseguenza diretta di tali modifiche è l’opportunità offerta al cliente di disdire la propria polizza a cadenza annuale, senza pagare alcun indennizzo o penale.

Per concludere, il soggetto assicurato ogni anno può analizzare la propria situazione assicurativa decidendo facoltativamente di proseguire con la compagnia corrente oppure cessare il contratto in essere precedentemente alla scadenza per poi effettuare un cambio di compagnia.

Il vantaggio più grande che la legge Bersani ha dato ai giovani è la possibilità di aprire una nuova assicurazione acquisendo la classe di merito di uno dei genitori. Quindi accade che un giovane neo patentato, avrà una classe di merito molto più bassa della 14esima (classe di avvio per la prima assicurazione) e pagherà un premio assicurativo molto più basso di quello che avrebbe pagato in passato.

Per poter usufruire di questo vantaggio, è indispensabile che sulla carta di identità del giovane figuri lo stesso indirizzo di residenza dei genitori. Ovviamente i prezzi saranno commisurati anche all’età quindi sarà un’assicurazione comunque più alta del genitore.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo e metti Mi Piace:
0

1.544 comments on “Decreto Bersani per le assicurazioni auto”

  1. è un’assicurazione di una fiat uno del 1986 il cui attestato di rischio riporta: (evoluzione classe di merito unipol
    provenienza 0/B; assegnazione -4 special;
    evoluzione classe di merito universale(CU);
    provenienza 01;assegnazione 01.
    a me interesserebbe sapere se posso ereditare l’assicurazione.ancora grazie

    • Salve SEBY,
      le assicurazioni per auto storiche non godono dell’applicazione del Bersani.
      Dai dati che hai indicato, però, sembrerebbe una Rca normale in CU 1, per cui se ricorrono i presupposti del Bersani (appartenenza allo stato di famiglia di tua madre) potresti applicarla su un’auto nuova intestata a te.
      Per avere maggiori delucidazioni ti consigliamo di far visionare tutti i documenti da uno o da altri assicuratori.
      Saluti.

  2. Buona sera, avevo una assicurazione su una macchina in leasing ora l’ho venduta e ne ho acquistata un’altra facendo passare l’assicurazione,l’assicuratore mi dice che la polizza non si può invariare sul discorso di furto incendio perchè scade il 20-02-2012 e quindi mi fà pagare il furto e incendio come quella che avevo in precedenza,quando la macchina che ho acquistato adesso non ha lo stesso CAPITALE ASSICURATO di quello precedente ma secondo lei e possibile una cosa del genere???’ Grazie .

    • Salve ANTONIO,
      è una questione abbastanza singolare.
      Le polizze furto ed incendio hanno validità annuale e non possono essere oggetto di trasferimento, per cui è probabile che la tua compagnia non consenta una variazione di premio a seguito di variazione del valore dell’auto. Forse sarebbe stato opportuno recedere dal vecchio contratto furto incendio per stipularne uno nuovo con i dati del nuovo veicolo.
      Saluti.

  3. Salve, in famiglia esistono una polo con polizza a mio nome e una yaris con polizza a nome di mia moglie e su altra compagnia. Acquistiamo una nuova yaris e io dovrei tenere la sua vecchia yaris rottamando la mia polo. Vorremmo tasferire la polizza della vecchia yaris sulla nuova e quella della polo sulla vecchia yaris senza fare il passaggio di proprietà. Alla mia assicurazione mi hanno detto che se fossimo stati in comunione dei beni avrei potuto trasferire la classe della vecchia yaris sulla nuova e fare una per questa una nuova polizza, sospendere quella della polo e sfruttare sino alla scadenza quella della vecchia yaris. Poi, alla scadenza della polizza della yaris,, riattivare la mia polizza della polo sulla vecchia yaris. Devo per forza fare il passaggio di proprietà o c’è qualche altra soluzione?
    Grazie.

    • Salve RAFFAELE,
      per trasferire una polizza è necessario che anche la nuova auto sia intestata alla persona che figura essere il titolare della polizza assicurativa, e inoltre la vecchia auto (quella che “cede” la polizza) deve essere: o venduta, o rottamata, o consegnata in conto vendita, o esportata all’estero, o dichiarata definitivamente non circolante con consegna delle targhe alla motorizzazione. Inoltre, se non vi è identità di intestatario è necessario fare un passaggio di proprietà.
      La polizza della vecchia Yaris non può essere trasferita, in quanto se viene da voi utilizzata deve rimanere con l’attuale polizza, a meno che non si faccia un passaggio di proprietà da tua moglie in tuo favore, ma in questo caso dovresti stipulare una nuova polizza a tuo nome, poiché come abbiamo detto, proprietario del veicolo ed intestatario della polizza devono essere la stessa persona.
      Saluti.

  4. La ringrazio della risposta. Dovrei quindi procedere in questo modo: rottamo la polo, faccio il passaggio di proprietà per la vecchia yaris intestandola a mio nome. Mia moglie con il passaggio trasferisce la polizza della vecchia yaris a suo nome sulla sua nuova yaris e io trasferisco la polizza della polo sulla vecchia yaris ormai a mio nome. Non capisco però la frase: “ma in questo caso dovresti stipulare una nuova polizza a tuo nome, …”, con il passaggio di proprietà polizza e auto sarebbero intestate entrambe a me. Mi sfugge qualcosa?
    Grazie ancora della cortesia
    Saluti

    • Salve RAFFAELE,
      sì il senso era quello, cioè fare un passaggio di proprietà per risultare il proprietario dell’auto.
      Attenzione però, alcune compagnie non prevedono l’applicazione del Bersani quando i passaggi di proprietà avvengono tra coniugi, per cui prima di effettuare qualsiasi procedura consigliamo di informare il proprio assicuratore.
      Saluti.

  5. Salve, mio suocero è morto nel 2006 ed era proprietario di una vettura e di una assicurazione in prima classe, mia suocera a nostra insaputa ha continuato a pagare le polizze che ad ogni scadenza l’agente assicuratore le faceva avere nonostante la macchina fosse ferma in garage e il contraente non più in vita, chiaramente appena accorti del fatto abbiamo disdetto l’assicurazione e abbiamo quindi ricevuto l’attestato di rischio datato giugno 2010, la macchina è ancora in nostro possesso ferma in garage e sempre intestata a nome del defunto, dovendo adesso acquistare una nuova vettura con la legge 104 intestata a nome della suocera è possibile sfuttare l’attestato di rischio del marito o per eredità o con la legge Bersani? La ringrazio se mi vorrà rispondere le assicurazioni cui mi sono rivolto hanno le idee molto confuse a riguardo.

    • Salve ANTONIO,
      solitamente il decreto Bersani può essere sfruttato dal coniuge superstite per assicurare il veicolo appartenuto al defunto, dopo aver eseguito un passaggio di proprietà a proprio nome. In questo caso tua suocera avrebbe potuto ottenere la stessa classe di merito del marito, se avesse acquistato la proprietà della vettura con un passaggio di proprietà.
      Ora, alcune compagnia prevedono la possibilità di mantenimento della classe anche quando il coniuge superstite acquista un’altra auto a proprio nome, ma a tal proposito le idee degli assicuratori possono essere poco chiare in quanto non vi è una disciplina univoca.
      Gli assicuratori devono spesso consultare la sede centrale per conoscere le regole interne, per cui sarebbe il caso di cercare un agente che abbia la possibilità e soprattutto la volontà di contattare il proprio ramo assuntivo al fine di sapere se la propria compagnia contempla la possibilità di applicazione del Bersani in questo caso specifico.
      Saluti.

  6. Grazie per la risposta, una compagnia mi ha proposto di riattivare la vecchia polizza di mio suocero a nome di mia suocera mantenendo la 1^classe pura (non Bersani) e successivamente non appena arrivata la nuova macchina, di effettuare un passaggio di proprieta della stessa da mio suocero (defunto, passaggio che comunque avremmo dovuto effettuare)a un familiare, in modo da passare l’assicurazione sulla nuova auto. Posto che non voglio che si facciano irregolarità le chiedo se ciò che mi hanno proposto non sia contrario alla legge e in ogni caso poi non sorgano questioni in caso di problemi. Grazie ancora

    • Salve ANTONIO,
      più che essere “contro la legge”, si tratta di valutare che questi meccanismi siano approvati dalla compagnia, ed in questo caso che l’assicuratore garantisca la fattibilità della procedura.
      Sarebbe il caso di avere ulteriori informazioni circa la riattivazione della polizza intestata ad un defunto. Per “riattivazione” si intende il ripristino di una polizza sospesa. Se la polizza di tuo suocero è stata disdetta, come pretende l’assicuratore di “riattivarla”?
      Se una polizza è stata annullata per morte dell’assicurato, non può più essere attribuita al coniuge superstite.
      Bisognerebbe ottenere maggiori chiarimenti dall’assicuratore.
      Saluti.

  7. Salve,
    ho comprato un auto da qualche giorno e vorrei usufruire del decreto Bersani per avere la classe di merito di mio padre .L’unico problema è che mio padre da un anno non assicura la sua auto privata in quanto usa la macchina aziendale.
    Ho fatto una ricerca e ho scoperto con grande felicità che ci sono compagnie che accettano una situazione inattiva dell’auto di cui si vuole prendere la classe di merito.Se non è chiedere troppo vorrei sapere quli sono le assicurazioni che accettano queste condizioni.
    Attendo un vostro riscontro e vi ringrazio anticipatamente.

    • Salve FRANKY3,
      non è possibile sapere nel dettaglio quali compagnie (tra un cospicuo numero di aziende assicuratrici presenti in Italia) accettano di applicare il Bersani quando la polizza è inattiva.
      La regola generale, ribadita anche dall’Isvap, è che la polizza da cui si prende la classe di merito sia necessariamente attiva, cioè non scaduta.
      Ti consigliamo di chiedere maggiori dettagli all’agente che ti ha prospettato questa opportunità, facendo presente quale è la regola generale.
      Saluti.

  8. L’agevolazione prevista del decreto Bersani, (classe di merito più favorevole del parente convivente) si applica nel caso di acquisto di auto usata o solo nel caso di nuova immatricolazione. Grazie

  9. Mia madre ha ereditato l’attuale macchina con la 1 cl.da mio padre(di proprietà anche di mio fratello).
    Devo adesso comprare una nuova macchina ed ho questo “problema” perchè, facendo un sondaggio,alcune compagnie,mi consigliano di intestare la nuova macchina a me e usufruire della legge Bers.pagando però circa 400 euro annui in più sull’assicurazione 1 cl.;
    altre invece mi dicono che la legge Bers. dovrebbe avere qualche modifica (se una casa viene ereditata dai figli perchè non vale anche per le auto e quindi l’assicurazione che già c’è?)e quindi di intestare la nuova macchina sempre a mia madre conservando così la stessa 1 cl.;
    Come mi dovrei comportare?
    se non dovessi adesso usufruire dell’attuale Bers.dovrò incominciare poi un giorno con una cl. ben più alta?
    grazie mille e buone feste.

    • Salve SEBY,
      quando gli eredi acquisiscono a proprietà di un mezzo appartenuto ad un defunto, a meno che non si tratti di eredità acquisita direttamente dal coniuge superstite, è necessario fare 2 passaggi di proprietà: il primo dal defunto a tutti gli eredi, poi da tutti gli eredi a quello che effettivamente vuole intestarsi la proprietà dell’auto.
      Nel tuo caso devi valutare la convenienza economica. Se risiedi ancora con tua madre e la macchina di tuo padre è già stata intestata e lei, allora potresti intestare la nuova auto a te e usufruire del Bersani. Dovresti valutare il reale risparmio. Non capiamo però a cosa alludono gli assicuratori che ti hanno riferito che la Bersani dovrebbe “avere delle modifiche”.
      Saluti

  10. Salve,
    ho comprato in leasing una Hiunday i30 come sas.
    Ho il problema del dover assicurare la vettura in 14ma classe.
    Ho però una società in liquidazione con una polizza RCA in 1ma classe.
    posso usufruire di tale classe se acquisto la mia società in liquidazione ??
    e se invece acquisto una vettura sempre in 1ma classe da un altra società posso poi effettuare il trasferimento sulla nuova vettura ???
    un’ altra società

    • Salve ANTONIO,
      le società sono escluse dai soggetti che possono beneficiare del Bersani, a prescindere dalla composizione o dallo stato liquidativo in cui si trovano. Il decreto Bersani è applicabile solo a persone fisiche, per cui tutte le auto intestate a società dovranno partire dalla 14° CU.
      Saluti.

  11. Salve,
    io guido da sempre auto intestate ad altri familiari, in particolare sono contraente di una polizza in classe 1 per un auto di proprietà di mia madre. Premetto che ho una residenza diversa da quella dei miei genitori.
    A breve cambierò auto e vorrei capire se posso intestare o cointestare l’auto, in modo da mantenere la classe di merito ed in futuro, magari cambiando ancora auto fra qualche anno, diventare unico proprietario di una mia auto avendo sempre la classe di merito 1.
    Il suggerimento della mia compagnia assicuratrice è di cointestare la nuova auto a me e mia madre e stipulare una nuova polizza “ereditando” la classe di mio padre (sempre la 1) grazie alla Bersani (tra mia madre e mio padre). Può funzionare tale procedura? E ci sarebbe differenza tra primo e secondo intestatario?
    Nel caso poi cambiassi nuovamente vettura e la intestassi solo a me, manterrei la classe?
    Molte grazie
    Paolo

    • Salve PAOLO,
      anche se la assicurazioni hanno molto autonomia decisionale, resta la regola che intestatario dell’auto e intestatario della polizza siano sempre la stessa persona. Quando ciò non accade possono esserci problemi di rivalsa dell’assicurazione in caso di incidenti (l’assicurazione non paga il danno procurato all’altro veicolo).
      Per quanto riguarda l’intestazione dell’auto a due persone, la polizza dovrà essere intestata al primo nome presente sul libretto dell’auto (quindi magari a sua madre) ma il costo verrà calcolato in base al fatto che risulta intestatario una persona più giovane. Insomma sono tutte situazioni poco chiare e ingarbugliate che possono sempre causare degli intoppi in caso di incidenti ed evitano di ridurre ancora di più il costo della polizza.
      Quindi la scelta più economicamente vantaggiosa da fare è intestare auto e polizza a sua madre perché lei non risiede più con i suoi genitori, quindi non può usufruire del decreto Bersani. Se tra qualche anno vorra intestare auto e polizza a se stesso, partirà sempre e comunque dalla classe 14esima purtroppo.
      La situazione assicurativa è sempre più difficile per i giovani o nuovi assicurati, quindi forse è meglio “sfruttare” il più possibile i genitori e sperare che qualcosa di migliore accada in futuro.

  12. salve,
    mi e’ stato rilasciato un attestato di rischio il 1/6/07 che mi dava classe di assegnazione e CU 8, mi sono trasferita in Germania, ho ritargato la macchina intestata a me dal 2000 e l’assicurazione tedesca mi ha messo in una classe di merito equiparata a quella italiana.
    adesso sono rientrata in Italia con un attestato di rischio tedesco che dichiara in che classe mi trovo (secondo le loro tabelle) e che negli ultimi 5 anni non ho avuto incidenti.
    la mia logica mi dice che adesso dovrei entrare in classe 3 e spendere circa 700 euro l’anno. in realta’ le compagnie assicuratrici (ne ho gia’ sentite 3) mi dicono che provenendoo dall’estero dovrei rientrare dalla 14° spendendo piu’ di 3000 euro, quando dichiaro che rientro nel decreto Bersani mi dicono che per farmi un favore (visto che ero gia’ stata loro cliente) mi potrebbero fare entrare in classe 9….
    perche’ non viene riconosciuto il decreto Bersani se uno si trasferisce nella Comunita’ Europea e poi rientra in Italia?
    Perche’ i tedeschi accettano il mio attestato di rischio italiano e gli italiani ignorano totalmente quello tedesco? non esiste una legge europea che tutela in merito?
    grazie

    • Salve LORELLA,
      purtroppo si è scontrata con un’altra delle ignobili realtà italiane! Mentre gli altri paesi non hanno alcun problema ad accettare gli attestati di rischio italiani, le assicurazioni italiane hanno autonomia in questo e quindi è evidente che preferiscono far partire l’assicurato da zero, cioè dalla classe più alta.
      Le consigliamo di recarsi presso qualunque assicurazione si trovi nella sua zona e di conttattare anche quelle on-line, magari cercando di mettere in evidenza che una “X” compagnia le ha proposto un costo “X” euro in modo da vedere di spuntare un prezzo migliore. Purtroppo siamo difronte ad una vera vergogna tutta nostrana!

  13. Salve, mio figlio deve fare l’assicurazione sulla sua auto e certamente usufruiremo della legge Bersani visto che io sono in classe uno, ma il mio quesito era che ho anche una figlia e un domani può anche lei usufruire di detta legge o ci sono delle limitazioni? Grazie per la vostra consulenza

  14. Buongiorno!
    Il mio caso è simile a quello di Paolo, solo che io risiedo con mia mamma.
    In pratica la vecchia auto che verrà rottamata con l’arrivo della nuova auto era di proprietà di mia mamma che era anche l’intestataria della polizza.
    La nuova auto sarà cointestata a mia mamma e a me, ma la mia assicurazione attuale mi ha detto che pur mantenendo mia mamma come intestataria della polizza, non si può applicare il Decreto Bersani perchè siamo passate da 1 a 2 proprietari e che quindi dovrò ripartire dalla classe 14 (ora sono alle 7). Me lo conferma anche lei?

    • Salve GIULIA,
      purtroppo quando si tratta di cointestazioni, ogni compagnia agisce come meglio crede poichè non esiste una regolamentazione univoca. Solitamente le compagnie agiscono come la tua, in alcuni casi però concedono l’applicazione del Bersani. Purtroppo non ci sono delle norme specifiche a cui fare riferimento.
      Saluti.

  15. Buongiorno,
    Vorrei farle una domanda. Come posso usufruire della legge bersani? premetto che il mio ragazzo ha una macchina a nome suo classe 1, io classe 11, assicurata con una compagnia differente dalla sua. So che io, cambiando residenza e facendola coincidere con la sua, posso usufruire di questa legge, ma per ora non posso cambiarla, quindi che alternative ho? Se vendo la macchina a lui, posso passare anche io in classe 1? e vorrei anche cambiare compagnia con la sua..O bisogna solo intestare la mia macchina a lui x beneficiare della legge? E, una volta avuta la classe 1, diciamo, se decido di comprarmi un’altra macchina, potrei mantenere la stessa classe su essa? la ringrazio in anticipo, Kati

    • Salve KATI,
      il requisito indispensabile è quello dell’appartenenza allo stesso stato di famiglia. Ma se l’auto è già assicurata a tuo nome, il solo fatto di cambiare residenza non ti permetterà di usufruire del Bersani, proprio perché l’auto risulta già essere intestata a tuo nome e risulta essere un’auto già assicurata a tuo nome.
      Eventualmente potrai beneficiare del Bersani se e quando deciderai di cambiare auto, ma per prendere la 1° classe del tuo ragazzo dovrai necessariamente essere inclusa nel suo stato di famiglia, cioè avere la residenza con lui.

      Detto questo, attualmente, ci possono essere altre alternative, ma tutte presuppongono che la proprietà della tua auto passi al tuo ragazzo. Solo facendo un passaggio di proprietà a suo favore (valutatene, però, attentamente i costi!), lui potrà intestarsi l’auto, l’assicurazione, e prendere la classe di merito che ha attualmente sulla sua auto, cioè la 1°.
      Tutte queste soluzioni, però, prevedono che tu debba perdere la proprietà dell’auto, quindi considerate bene le soluzioni e soprattutto i costi per l’intera operazione.
      Saluti.

  16. Ho acquistato un auto nel maggio 2011, avevo già un’assicurazione in corso per la vecchia auto in cui non mi avvalevo del decreto Bersani. Acquistando la nuova ho mantenuto la stessa assicurazione. Adesso scade, e ho fatto vari preventivi, ma in nessuno è prevista la possibilità di usufruire del decreto Bersani perchè l’auto non è alla prima assicurazione.

    • Salve ALESSANDRA,
      se l’auto è già stata assicurata a tuo nome, non è più possibile assicurarla con un’altra classe di merito. Dovrai mantenere la tua attuale CU, anche se cambi compagnia.
      Il Bersani vale quando l’auto viene acquistata per la prima volta a tuo nome. Può trattarsi di auto nuova o usata (in quest’ultimo caso, quindi, già assicurata in passato da altre persone), ma per applicare il Bersani a tuo favore l’auto non deve risultare già assicurata a tuo nome.
      Saluti.

  17. Buonasera,
    Guido un veicolo intestato a mia madre, così come l’assicurazione. Dato che non convivo con lei, so di non poter usufruire della legge bersani per acquisire la classe di merito, ma se con una voltura mi cointestassi l’auto diventandone cooproprietaria, a quel punto potrei poi anche intestarmi la polizza con la classe di merito in atto?
    In alternativa potrei comunque iniziare con una nuova polizza pur senza intestarmi o cointestarmi anche l’auto?
    Grazie, giovanna

    • Salve GIOVANNA,
      il decreto Bersani ha evitato di toccare l’argomento cointestazioni poiché le compagnie adottano regole interne che possono anche non essere riconosciute universalmente.
      In ogni caso, una cointestazione, quando si passa da uno a due comproprietari, non autorizza al mantenimento della classe di merito, per cui potrebbe essere solo un’escamotage costoso ma non risolutivo.
      Saluti.

  18. Grazie! ma se io volessi comunque iniziare a pagare una poliza a me intestata, partendo dall’ultima classe di merito, dovrei comunque intestarmi o cointestarmi il veicolo? cioè l’assicurazione puo’ venire stipulata solo da un propritario? grazie ancora e saluti,
    Giovanna

  19. Salve. Vorrei sapere se è possibile tornare sui propri passi dopo aver usufruito della legge Bersani? In sostanza, riesumare la vecchia assicurazione con la vecchia classe di merito. In 14 anni non ho mai fatto un sinistro (il cambio di auto e nuova assicurazione è stato 3 anni fa con classe d. m. da tre a 1) e adesso, quando mi presento per un preventivo, con l’attestato di rischio in cui risulta come ho ottenuto la classe 1 mi guardano come fossi un appestato e mi fanno notare quanto sono svantaggiato da questa situazione.

    • Salve SAURO,
      se possiedi già una CU1 non puoi retrocedere alla vecchia classe. Potresti soltanto ripartire da una 14° CU senza presentare alcun attestato di rischio.
      Saluti.

  20. Salve, ho appena disdetto l’assicurazione auto intestata a mio Padre e vorrei iniziare una nuova polizza con un’altra compagnia. Questi ultimi quando ho chiesto se potevo usufruire della legge bersani mi hanno detto che siccome l’auto è troppo vecchia (Immatricolata nell’anno 1996) non potrò usufruire. Tra meno di 4 mesi mi sposerò ed uscirò dallo stato di famiglia, per cui sento l’urgenza di prendere la classe n°1 che è quelle di mio Padre. Posso in qualche modo usifruire del decreto bersani? Dovrò necessariamente acquiastare un’auto nuova o usata immatricolata dopo l’Aprile 2007? GRazie mille.

    • Salve DIEGO,
      il problema non è l’anzianità della’auto (può essere anche del 1990), ma l’importante è che sia intestata a te per la prima volta. Probabilmente la compagnia ti ha detto che era troppo vecchia perché non c’è stato un passaggio di proprietà di quell’auto tra te e tuo padre. Attenzione però, non tutte le compagnie accettano i passaggi di proprietà tra familiari ai fini assiucurativi, quindi è buona regola chiedere al proprio assicuratore prima di fare una voltura.
      Per usufruire del Bersani dovresti perciò acquistare un’auto (nuova o usata) ed intestare a tuo nome sia la proprietà che l’assicurazione, ma dovrai farlo prima di uscire dallo stato di famiglia di tuo padre, altrimenti non potrai prendere la sua classe.
      Saluti.

  21. Salve volevo sapere se la mia assicurazione si è comportata onestamente. A maggio del 2011 ho venduto la mia macchina per acquistare un’autovettura di seconda mano in una concessionaria di Trieste. Dopo aver dato i dati della nuova macchina all’assicurazione per sostituire i vecchi, nessun impiegato mi ha nominato la Legge Bersani e le relative agevolazioni. Io oggi nel rinnovare la polizza ho chiesto chiarimenti e se potevo usufruire sulle agevolazioni.L’impiegata si è giustificata dicendo soltanto che ormai era troppo tardi e che sta a noi clienti informarci sulle Leggi.E’ vero tutto ciò? Noi assicurati possiamo fare qualcosa per avere diritto alle agevolazioni? L’assicurazione è stata onesta se no cosa possiamo fare? Grazie.

    • Salve FABIANA,
      l’assicuratore ha l’obbligo di applicare il Bersani quando ricorrono i presupposti. Diciamo che nel tuo caso l’assicuratore avrebbe dovuto informarti per una questione di correttezza professionale, visto che non si trattava della prima polizza a tuo nome.
      Potresti eventualmente cercare di contattare l’amministrazione (settore assunzioni assicurative) della tua compagnia ed esporre quanto accaduto.
      Saluti.

  22. SALVE, ho 25 anni e ho deciso di comprare la macchina di mio padre, procedendo con il passaggio di proprietà e intestando a me l’assicurazione. Al momento risiedo a casa dei miei e quindi potrei beneficiare della classe di mio padre (00). Nel caso in cui cambiassi residenza, mi verrebbe mentenuta la stessa classe? ci sono dei limiti di tempo in cui devo rimanere residente a casa dei miei? GRAZIE

    • Salve FRANCESCA D,
      qualora dovessi cambiare residenza non perderesti la classe di merito acquisita. Tutta via potrebbero esserci dei limiti temporali di permanenza presso la casa dei tuoi genitori (solitamente qualche mese), ma per questo ti consigliamo di interpellare il tuo assicuratore.
      La questione, però, potrebbe essere un’altra: non tutte le compagnie assicuratrici riconoscono valido, ai fini del decreto Bersani, il passaggio di proprietà tra parenti (salvo l’unico caso previsto dalla legge, cioè il passaggio tra coniugi in regime di comunione dei beni). Per cui prima di comprare l’auto da tuo padre, ti consigliamo di chiedere al tuo assicuratore o ad altre compagnie, se prevedono la voltura tra familiari.
      Saluti.

  23. Salve,
    sono patentata da un anno e mezzo e ho appena comprato un auto ma ancora la devo assicurare.. la domanda è se io usufruisco della legge bersani e prendo la classe di merito di mio padre ,cioè la 1°, poi quanto riesco a risparmiare?? cioè l’assicurazione mi viene a costare sempre 2ooo euro all’anno ?

    • Salve BIANCA,
      a questa domanda possono rispondere con più precisione le agenzie assicurative, poiché il premio da pagare viene stabilito dalle tariffe che ogni compagnia applica. Naturalmente se parti con una 1° classe il premio dovrebbe essere più contenuto rispetto ad una polizza in 14° classe.
      Saluti.

  24. Salve,

    possiedo un’autovettura dal 2010 e l’unico anno in cui l’ho assicurata l’ho fatto tramite un’assicurazione con franchigia non bonus malus convenzionata. Ora questa possibilità mi è stata revocata e vivendo da sempre a casa con i miei genitori entrambi in prima classe di merito vorrei sapere se fosse per me possibile ottenere una normale polizza bersanizzata o se il fatto di avere una volta assicurato l’auto (sebbene non con attestato bonus-malus che desse diritto a scalare classi) e che quaesta sia stata da me comperata nel 2010 me lo impedisse e dovessi quindi partire dalla 14esima.

    Grazie,

    Marcolo

    • Salve MARCOLO,
      non è possibile usufruire del Bersani in quanto l’auto è già stta assicurata a tuo nome, per cui non si tratterebbe di una nuova immatricolazione. Parlane comunque con il tuo o con altri assicuratori per cercare una soluzione conveniente.
      Saluti.

  25. Salve, ho fatto l’assicurazione sulla scooter nel 2010 annuale, e scadenza nel 2011, mi sono dimenticato di dare la disdetta. Adesso la assicurazione mi chiede € 230,00 , che mi devo presentare davanti al giudice di pace. La domanda è obbligatorio dare disdetta SI o No, con il contratto e in scadenza annuale.
    Per favore una risposta.
    Grazie

    • Salve SALVATORE
      se il tuo contratto di assicurazione prevede l’obbligo di disdetta, devi disdire secondo quanto indicato nel contratto (solitamente con Raccomandata R/R) entro i tempi indicati. Diversamente sarai costretto a pagare anche il successivo anno.

  26. salve,
    ho acquistato una seconda auto usata sempre a me intestata della stessa cilindara e cv/kw prima autovettura usufruendo della legge bersani e quindi òa classe della prima auto (1/prima): ho scoperto che per la legge bersani le assicurazioni applicano un listino parallelo con premi diversi/maggiorati anche se le due auto hanno identiche caratteristiche stesso proprietario ??? mi sembra un imbroglio……

    • Salve FRANCESCO,
      non siamo al corrente di certe pratica ma non ci stupiremmo se fosse così. “Fatta la legge, trovato l’inganno”.
      Le assicurazioni sono obbligatorie ma tutto ciò che è obbligatorio dovrebbe essere statale o altamente vigilato, cosa che con le assicurazioni non accade. Anzi, gli viene data sempre maggiore autonomia.

  27. Vorrei un vostro parere: mio figlio aveva una ditta a cui era intestato un doblò a 5 posti però per trasporto cose cioè autocarro.Alla liquidazione della ditta il doblò è stato intestato a lui che aveva già un’auto in classe 1. L’assicurazione gli ha applicato la classe 14 perchè i due mezzi sono due tipologie diverse. Certo se è giusto è veramente strana questa legge perchè l’attestato di rischio dovrebbe riguardare il guidatore e non il mezzo. Se con la macchina è stato diligente da meritarsi la classe 1 non penso che guidando il doblò diventi AUtomaticamente un cattivo guidatore. Addirittura viene trasportato da una persona all’altra se nello stesso nucleo famigliare e stessa residenza vi è la possibilità che il padre sia una persona diligente e non è automaticamente certo che il figlio lo sia ugualmente grazie

    • Salve Renzo,
      tuo figlio dovrebbe rivolgersi presso altre assicurazioni per vedere se tutte attuano questo tipo di comportamento.

  28. bn giorno,
    grazie della cortese replica.
    re listino parallelo applicato dalle assicurazioni nell’applicazione legge bersani (listino maggiorato)
    ho anche sollevato il problema con una associazione dei consumatori che mi ha suggerito di scrivere aLL’ISTITUTO DI VIGILANZA DELLE ASSICURAZIONI (ISVA)….
    ci potra essere qualcuno che ci ascolta oppure sto perdendo il mio tempo ?
    grazie

  29. per acquisire la legge bersani tramite mia madre, la mia agenzia assicurativa mi ha chiesto prettamente, lo stato di famiglia, volevo chiedervi ma l’autocertificazione non ha la stessa valenza?? così risparmierei all’incirca 15€..grazie

  30. Buongiorno,

    Sto per acquistare una nuova macchina. Dovrei immatricolarla a dicembre. Mio fratello un anno fa ha acquistato un’autovettura usufruendo della legge Bersani applicando la classe di merito dell’assicurazione sulla macchina intestata a mia madre che poi lei ha successivamente venduto.
    La domanda è: Posso applicare la legge Bersani sulla classe di merito di mio fratello che è stato a sua volta beneficiato dalla Bersani? O devo per forza applicarla su un’assicurazione con classe di merito “vergine” per quanto riguarda la Bersani?
    Grazie

  31. Mi trovo in questa situazione, sono in !a classe bonus malus per quanto riguarda RCA auto. Ora vorrei acquistare un autocarro, posso partire dalla !à classe o sono obbligato a ripartire dall’ultima? Grazie

  32. Salve, volevo un informazione sul Decreto Bersani.
    Io sono sposato dal 2006 e faccio residenza a Sora mio padre fa residenza a Castelliri, volevo sapere se in qualche modo era possibile applicare il Decreto Bersani? visto che non siamo nello stesso stato di famiglia posso fare un cambio di residenza provvisorio? Cioè soltanto per farmi fare uno stato di famiglia al comune e poi tornare alla mia residenza può funzionare? Un assicurazione cosa penserà?
    Grazie in anticipo

  33. Salve , avrei una domanda da porre.Lo scorso anno ho cambiato targa da tedesca ad italiana e reimmatricolato l’auto in italia . L’assicurazione mi ha convertito la classe di merito tedesca in quella italiana in 1 classe , tutto questo a marzo scorso . Adesso ho acquistato una smart a mia moglie e recandomi all’assicurazione per assicurare l’auto col decreto bersani mi viene negato perchè deve perforza passare 1 anno da quando io ho stipulato l’assicurazione della mia prima auto . Ma è possibile tutto questo? Grazie

  34. @Steve: oggi l’autocertificazione è generalmente accettata, specialmente negli uffici pubblici. Eventualmente consegna all’assicurazione una copia del certificato e l’originale lo tieni per altre occasioni.

  35. Gentilissimi,
    ho un dubbio urgente che ha bisogno di essere chiarito: se la Legge Bersani si applica all’interno della stessa assicurazione, è vero che è la classe interna ad essere modificata e non quella universale?
    Grazie per le risposte che mi darete.

  36. Salve,

    la bersani non modifica nessuna classe. La bersani da la possibilità ad un nuovo cliente che non è intestatario di assicurazioni di prendere la migliore CU disponibile all’interno del nucleo familiare.

  37. Salve vorrei porvi alcune domande…Nel 2010 comprai una macchina usata, feci il passaggio di proprietà intestandola a me e siccome ero, e ancora adesso sono, nello stato di famiglia, aprii un’assicurazione a nome mio usufruendo della legge bersani. Per i primi due anni, per entrambe le rate semestrali, pagai lo stesso importo. L’anno scorso a scadenza contratto, la prima rata la pagai 240 euro, mentre al ritiro della seconda trovai un’aumento di circa 65 euro, è normale??
    L’assicurazione mi spiego’ che usufruendo del decreto bersani, alla prima rata avevo diritto ad uno sconto, mentre nella seconda no, dovevo pagare l’importo intero, è normale ciò?…
    Ci sono clausole che implicano questo aumento?? Non dovrei pagare sempre lo stesso importo per entrambe le rate.
    Adesso a inizio febbraio mi scade il contratto, mi date qualche consiglio in merito???
    Grazie Annalisa

  38. Salve a tutti,

    Posseggo un’auto cointestata, dove sono il secondo intestatario,mentre la polizza assicurativa è attivata sul primo intestatario.
    E’possibile intestare a mio nome la stessa polizza mantenendo le stesse condizioni del primo intestatario?
    Devo effettuare un passaggio di proprietà dove risulto l’unico intestatario del veicolo oppure può rimanere tutto così com’è?

    Grazie Flavio

  39. @domenico: si
    @Flavio: ogni persona ha la sua storia assicurativa e in caso di veicolo co-intestato l’assicurazione dovrà essere stipulata a nome del soggetto più a rischio (solitamente il più giovane)

  40. Salve, in famiglia abbiamo un auto ferma da più di un anno. Il proprietario del mezzo è mia madre, e l’intestatario della vecchia assicurazione, era mio padre. Vivendo a casa dei miei nonni, posso usufruire della legge Bersani, entrando con la classe di merito di mio nonno, nonostante la vettura non sia di mia proprietà?

  41. @Alcatraz: intestatario del libretto e contraente devono coincidere. In ogni caso la classe di merito può essere trasferita all’interno del nucleo familiare.

  42. mia sorella era comproprietaria di un auto con mio padre deceduto dal 2007 ha pertanto acquistato la sua classe di merito. Stiamo acquistando una nuova auto a nome di mia sorella e mio, faremo un nuovo contratto di assicurazione sempre con la medesima compagnia in tal maniera dovrei ereditare la classe di merito di mia sorella. L’assicurazione m ha detto che devo tenere in vita la precedente assicurazione, fino a quando devo mantenere la vecchia assicurazione? dopo qualche settimana posso rottamarla e chiudere vecchia assicurazione. grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *