Categoria: Assicurazioni vita e previdenza

L’evoluzione delle polizze vita in Italia: sconti, digital e benessere

Polizze vita e benessereCome proteggere, curare il benessere dei clienti e seguirli nelle loro nuove esigenze? Le polizze vita seguono di pari passo la rivoluzione digitale e si presentano come la giusta soluzione di tutela per la salute, fisica e finanziaria del singolo e della famiglia. L’Ivass si è interessata al tema della nuove assicurazioni vita (cerca la polizza che fa per te con il motore di ricerca polizze vita di SosTariffe.it) ed ha analizzato in che modo le compagnie offrono gli sconti più importanti.

La Digital Healt Insurance si è ormai diffusa e distinta a livello nazionale e internazionale perché al … Continua a leggere >>

Beneficiari polizza vita: più chiarezza sulla liquidazione

Polizze vita coperture e beneficiariIl 10 ottobre 2016 l’Ivass ha incontrato i consumatori e i rappresentanti del settore assicurativo per fare chiarezza sulle coperture vita. In futuro i contratti dovranno essere più chiari e coerenti, adottare un linguaggio chiaro e comprensibile e rispettare soprattutto le modalità di liquidazione del capitale destinato ai beneficiari polizza vita. Secondo l’Istituto al giorno d’oggi, i contratti di assicurazione presentano ancora clausole di difficile interpretazione per l’assicurato medio, ed è per questo che i contenuti dovranno ammodernarsi, mettersi in linea con l’evoluzione del contesto sociale (utilizza il compratore di SosTariffe.it per mettere a confronto le assicurazioni vitaContinua a leggere >>

Assistenza ai malati domiciliare: il supporto delle polizze vita

Assicurazioni polizze vitaQuanto costa l’assistenza ai malati domiciliare o presso case di cura in Italia? La spesa per una famiglia media può definirsi insostenibile senza il supporto delle polizze vita del tipo long term care (o Ltc). Lo scopo delle assicurazioni vita infatti è quello di supportare economicamente l’invalido e i suoi famigliari ad affrontare tutti i costi sanitari, medici e ospedalieri nel momento di maggior bisogno. Si pensi che in Italia le sole prestazioni di fisioterapia si aggirano attorno alle 40 euro l’ora (confronta i prezzi delle polizze con il motore di ricerca assicurazioni vita di SosTariffe.it).

Nel nostro Paese … Continua a leggere >>

Polizze vita classiche: è ancora primato degli acquisti in Italia

Contratti polizze vitaI dati statistici pubblicati da Ivass e Ania convergono in tema di polizze vita classiche: nonostante una lieve flessione della raccolta premi, il ramo vita mantiene ancora il primato degli acquisti in Italia. Gli italiani tutelano la salute, il futuro della famiglia e si assicurano contro il rischio decesso ed invalidità in misura maggiore rispetto ad altri tipi di danni (per visualizzare i preventivi assicurazioni vita utilizza il comparatore di SosTariffe.it).

Con comunicato stampa del 15 settembre 2016 l’Istituto di Vigilanza sulle Assicurazioni ha reso noti i dati relativi alla raccolta premi del ramo danni e del … Continua a leggere >>

Assicurazioni ramo vita: diminuita la possibilità di detrazione sulla dichiarazione dei redditi

Detrazioni 730 assicurazioni vita e infortuniPessima notizia per tutti i possessori di polizza vita, con decorrenza 2013 (quindi con la prossima dichiarazione dei redditi, modello 730/2014 o Unico2014) l’importo massimo detraibile per le polizze vita e infortuni passerà da un massimo di 1.291,14 euro, previsti fino all’anno 2012, a soli 630,00 euro. In buona sostanza l’entrata in vigore di questo provvedimento consentirà un risparmio fiscale di appena 120 euro invece dei 245 precedentemente previsti.
Ma il peggio deve ancora venire. Tra un anno la detraibilità scenderà in picchiata fino a 230 euro lasciando un risparmio davvero irrisorio di 43,70 euro.

Tutti coloro … Continua a leggere >>

Assicurazioni: buoni rendimenti nel 2012

Un anno positivo per le polizze assicurative quello che si sta per chiudere, con rendimenti che sorprenderanno in bene i sottoscrittori che generalmente impiegano la propria liquidità in questi strumenti per ragioni variegate, comunque non legate strettamente al rendimento.

Le gestioni con i rendimenti che avranno quest’anno potranno avvicinare anche altri investitori, magari più dinamici, ma che vorranno destinare una quota parte del proprio reddito a questo tipo di investimento soprattutto se la visione generale è negativa, considerando che la stragrande maggioranza delle polizze ha in se un rendimento minimo garantito dell’1,5-2% annuo.

Soprattutto chi ha investito nei titoli di … Continua a leggere >>

Un polizza mista come assicurazione per la vita e per i parenti

Polizza mistaLe polizze assicurative con sistema misto sono delle assicurazioni che da diversi anni si stanno diffondendo sempre più.
Sono assicurazioni studiate appositamente per dividere in due parti il denaro versato: praticamente una parte viene convogliata in una polizza vita, mentre l’altra parte andrà nelle tasche della famiglia nel caso in cui l’assicurato muoia.

Quindi accade che se alla scadenza del contratto è ancora in vita il cliente, sarà egli stesso a percepire il denaro versato come se avesse raccolto una sorta di pensione d’accumulo. Invece se il cliente dovesse morire prima della scadenza della polizza, saranno la o le persone … Continua a leggere >>

Assicurazione per la tutela dei risparmi della famiglia

Come investire il proprio TFR. Le polizze destinate a tutelare le famiglie, comprendono nella maggior parte dei casi delle forme assicurative a sostegno della stabilità economica dell’intero gruppo familiare.
Sono delle assicurazioni di estrema importanza poiché forniscono un indennizzo alle famiglie che per cause sfavorevoli e impreviste si trovano a non percepire più uno stipendio o altre fonti di reddito.

E’ il caso della malattia improvvisa che può colpire colui che ha la maggiore capacità di guadagno e che causa di conseguenza dei disagi soprattutto economici, in quanto può accadere che per le cure l’assicurato decida di recarsi in un paese straniero o in … Continua a leggere >>

Chi vigila sui fondi pensione?

Riforma pensionistica Dini effettuata nel 1995. Pur essendo istituzioni private, i fondi pensione sono vigilati da un organismo pubblico che ha lo scopo di garantire i risparmi dei cittadini e la loro corretta gestione, tramite la trasparenza sia all’ingresso nel fondo pensione, che per tutta la durata del rapporto previdenziale.

Tale istituzione è la Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione (Covip), fondata con una legge del 1993 e resa operativa nel 1996. Essa detiene, in un apposito albo, tutte le informazioni e le autorizzazioni relative ai fondi pensione, vigilando inoltre su questioni di natura tecnica, contabile, patrimoniale, e finanziaria dei fondi.
Altra funzione … Continua a leggere >>

Riforma previdenziale Dini del 1995

Riforma pensionistica Dini effettuata nel 1995. La riforma Dini segue la riforma del 1992 di Treu e Ciampi, e costituisce il progetto di riforma pensionistica più importante di questi anni. Considerando il basso tasso di natalità esistente, la riforma Dini ha lo scopo di rafforzare il sistema pensionistico italiano, con l’obiettivo di garantire una pensione anche alle generazioni future.

La novità più rilevante, consiste nella modalità di calcolo della pensione. Prima del 1995, essa si calcolava in relazione alla media (in genere intorno al 70%), dello stipendio riscosso negli ultimi 10 anni. La riforma Dini, invece, calcola la pensione sulla base dei contributi versati; … Continua a leggere >>