Come sospendere l'assicurazione auto o moto La legge italiana dà la possibilità di sospendere per un certo periodo la polizza assicurativa a tutti quegli automobilisti che sono certi di non utilizzare il proprio veicolo per massimo un anno intero.

L’accesso a questa procedura è alquanto semplice, in quanto prevede l’invio alla propria compagnia assicuratrice di un fax o di una raccomandata con ricevuta di ritorno nella quale si specifica di voler sospendere la propria polizza e che si è a conoscenza di non poter circolare in assenza di una copertura assicurativa. La richiesta va completata con i propri dati anagrafici e del numero della polizza in oggetto.
In alternativa ci si può rivolgere al proprio agente assicuratore il quale provvederà ad inoltrare la richiesta direttamente alla direzione della compagnia assicuratrice.
Per completare e rendere efficace la richiesta di sospensione della polizza, l’assicurato deve consegnare all’assicuratore o deve inviare alla Compagnia il contrassegno assicurativo, il certificato e la carta verde.

Si consiglia di avviare tale procedura nel più breve tempo possibile a causa delle lungaggini burocratiche ad essa connesse.

Ogni periodo di sospensione non può essere superiore a un anno e inferiore a tre mesi.
Durante la sospensione, il premio RC Auto rimane fermo e ricomincia a maturare una volta richiesta la riattivazione della polizza.
Si ricorda che durante il periodo di sospensione il veicolo è privo di copertura assicurativa, ragion per cui non può circolare né sostare in luoghi pubblici. La violazione a tale norma comporta una multa pari a 714 euro. Inoltre non possono richiedere la sospensione assicurativa quei veicoli sottoposti a leasing o a finanziamento.


Fai conoscere questo articolo:

    335 comments on “Come sospendere una polizza assicurativa RC Auto”

    1. Per Luca (Commento: 18 gennaio 2016)

      Gentile Luca, in genere si può sospendere la polizza assicurativa solo da 3 a 12 mesi, perché trascorso un anno senza che si proceda a riattivazione, si perde la classe di merito acquisita. D’altra parte ogni compagnia può inserire condizioni particolari nei propri contratti, e spesso è ammessa la pluri-sospensione, cioè l’interruzione della copertura più volte, è preferibile comunque chiedere chiarimenti sul punto alla sua impresa di riferimento.

      Di conseguenza, anche la possibilità di sospendere per un periodo di tempo ulteriore (nel suo caso per la terza volta) dipende da cosa prevede il suo contratto: in caso fosse possibile, dovrà pagare la seconda rata per procedere alla riattivazione, a meno che non l’abbia già pagata alla sospensione e il premio sia stato congelato: in tal caso non dovrebbe pagare nulla se non –qualora previste- le spese di riattivazione.

      Alessandro Voci
      SosTariffe.it

    2. Per Milvio (Commento: 11 ottobre 2016)

      Gentile Milvio, la scadenza della seconda rata dell’assicurazione non equivale al termine del contratto assicurativo. Come Lei stesso ha precisato infatti la sua polizza scadrà il 4 Aprile 2017 e solo in quel momento sarà libero da ogni obbligo nei confronti della compagnia assicurativa, in primis, dall’obbligo di rinnovare il contratto con la stessa (per trovare assicurazioni convenienti può utilizzare il comparatore Rc auto di SosTariffe.it).

      La seconda rata (o altri frazionamenti) prevista da un contratto Rca annuale deve sempre essere pagata, ma veniamo alla sua domanda. Volendo non c’è bisogno di fare richiesta formale di sospensione se non è interessato alla copertura per ulteriori sei mesi, perché trascorsi una decina di giorni dalla scadenza della seconda rata, in mancanza di pagamento, la polizza si sospende in automatico. In quel momento il premio già pagato viene congelato, tanto che molte compagnie non concedono la sospensione se non prima del versamento. Congelamento del premio equivale a dire che si paga in anticipo la copertura prevista dalla seconda rata e che alla riattivazione (da chiedere entro massimo 12 mesi) il premio già pagato può essere utilizzato.

      Se si attiva la sospensione quindi, potrà riattivare l’Rca entro 12 mesi sfruttando la seconda rata. Se la sua assicurazione non chiede il pagamento anticipato alla sospensione, sarà richiesto alla riattivazione. Se opta per la sospensione e non paga la seconda rata ciò andrà a suo svantaggio perché la compagnia può procedere al recupero crediti per la riscossione, e in ogni caso non avrebbe diritto alla maturazione della classe di merito.

      Alessandro Voci
      SosTariffe.it

    3. Salve.
      ho una domanda da porvi.
      Il 4 Ottobre è scaduta la copertura semestrale del veicolo.
      Il contratto annuale scade il 4 Aprile 2017.
      E’ possibile sospendere la polizza senza pagare il premio di questo secondo semestre senza chiaramente utilizzare il veicolo?
      Cordialità.
      Milvio

    4. Salve, in seguito a sequestro cautelativo del mio autoveicolo avvenuto a novembre del 2013, ho sospeso il contratto assicurativo per due volte. Ora devo per forza riattivare l’assicurazione? Su un veicolo che non potrà circolare per minimo altri due o tre mesi (se non di più), e pagare fra un mese circa la rata del secondo semestre?

    5. Per Massimiliano (Commento: ago 07, 2015)

      Buonasera,
      la legge non vieta di stipulare più assicurazioni sulla stessa auto, naturalmente però, vieta la moltiplicazione del risarcimento in caso di sinistro. Se Lei ha sospeso la prima assicurazione, pagando preventivamente il premio assicurativo, è liberissimo di munire la sua auto di un’altra copertura.

      Ciò però Le risulta sconveniente, in quando se ha sospeso la prima polizza perché troppo costosa, ha dovuto comunque anticipare le rate del premio fino alla riattivazione, e allo stesso tempo ha versato una nuova rata per una nuova polizza.

      Le sarebbe convenuto, a livello economico, attendere la scadenza della vecchia assicurazione ed acquistarne una nuova. Per confrontare i preventivi Rc auto può utilizzare il motore di ricerca gratuito di SosTariffe.it.

      Alessandro Voci
      SosTariffe.it

    6. Per Nico (Commento: ago 28, 2015)

      Salve, non avendo Lei indicato la data in cui ha sospeso la polizza non posso risponderle in modo compiuto. Sappia però che la sospensione dell’assicurazione auto può esser richiesta per un minimo di tre mesi fino ad un massimo di un anno. Deduco che, se la sua compagnia di riferimento ha provveduto alla riattivazione, il termine di un anno fosse già scaduto (come da lei indicato, in data 24.07.2015).

      Può provvedere Lei stessa al conteggio del termine di una anno, conoscendo sicuramente la data di sospensione. Se la riattivazione è avvenuta in automatico prima del termine, il comportamento dell’impresa di assicurazioni è sicuramente illegittimo. In ogni caso, è contestabile il fatto che la compagnia, non l’abbia addotta della riattivazione, facendole perdere due mesi di copertura senza racapitarle alcun avviso.

      Questo atteggiamento, che pecca di trasparenza, prende il nome di “mala gestio”, ovvero cattiva gestione del rapporto compagnia-assicurato. Se ha intenzione di avviare un’azione legale nei confronti della compagnia Le consiglio di rivolgersi ad un avvocato per valutarne il buon esito.

      Alessandro Voci
      SosTariffe.it

    7. Salve a tutti vorrei porvi un quesito
      avevo sospeso l’assicurazione auto 2 mesi prima della scadenza ho fermato l’auto che dopo quasi 1 anno e ancora ferma e oggi mi sono recato dalla compagnia dove sono assicurato per chiedere di riattivare e poi bloccare nuovamente la mia polizza essendo convinto io di doverlo fare entro settembre di questo anno invece loro mi hanno comunicato che il termine era scaduto il 24/07/2015 e quindi loro mi hanno riattivato la polizza ma senza avvisarmi di conseguenza non ho usufruito di 2 mesi che avrei potuto utilizzare la macchina questo secondo me oltre a non essere corretto e un vero abuso secondo voi posso avere una qualche forma di rimborso per i mesi che non mi anno avvisato e neanche inviato il tagliando con il quale avrei potuto circolare grazie a tutti

    8. Ciao volevo sapere se sospendo la polizza della mia auto, durante la sospensione posso attivare un altra polizza con altra compagnia assicurativa sulla stessa auto ? Grazie

    9. Per Tatiana (Commento: dic 01, 2014)

      Salve Tatiana,
      l’assicurazione può essere sospesa solo se ha tre mesi di validità residua, sicuramente non il giorno prima della scadenza. Ciò affinché la sospensione non diventi escamotage per omettere il pagamento. Può ben pagare la semestralità, fare richiesta poi di sospensione se non intende utilizzare il veicolo per alcuni mesi, e congelare il premio.

      Quanto da Lei pagato potrà essere utilizzato nei seguenti modi:

      1) in caso di riattivazione, da effettuare la massimo entro un anno, coprirà i pagamenti successivi fino a concorrenza dell’importo;
      2) in caso di mancata riattivazione, disdetta del contratto o naturale scadenza, potrà essere rimborsato, sempre che non vi siano clausole penali.

      Alessandro Voci
      SosTariffe.it

    10. Per Simone (Commento: dic 02, 2014)

      Salve Simone, ad oggi la sua polizza è già scaduta e sicuramente avrà trovato una nuova assicurazione per il suo vecchio (o nuovo scooter), se ancora non ce l’ha le consiglio di confrontare i preventivi Rc moto su SosTariffe.it al seguente link: http://www.sostariffe.it/assicurazioni/ .

      Il fatto che Le sia stata attribuita parte della responsabilità dell’incidente, immagino abbia influito sulla Sua classe di merito che sarà aumentata, anche se ha cambiato compagnia. Risponderò comunque alla sua domanda: sì, è lecito disdire la polizza (anche se, con l’abolizione del tacito rinnovo decade automaticamente dopo un anno, e a Lei, mancando solo due mesi non sarebbe convenuto) per qualsivoglia motivo, anche quello di cercare una polizza più conveniente. Solo se si intende disdire il contratto prima dello scadere annuale occorre informare l’assicurazione e proporre formale disdetta scritta.

      Alessandro Voci
      SosTariffe.it

    11. Per Roberto (Commento: dic 03, 2014)

      Salve, si sinceri innanzitutto che non vi siano residui da pagare, che il premio sia stato congelato correttamente ed, eventualmente, se sussiste una somma in surplus, di chiedere il rimborso.

      Può tranquillamente decidere di non riattivare la polizza (anche perché la sospensione può durare massimo un anno), e conserverà la classe di merito acquisita per 5 anni dalla naturale scadenza. Le consiglio comunque, per correttezza, di informare quanto prima la compagnia assicurativa della sua volontà di non riattivare l’assicurazione.

      La polizza in ogni caso decade di suo alla scadenza annuale, poiché essendo entrata in vigore l’abolizione del tacito rinnovo assicurazione, la data di scadenza della polizza, in assenza di espressa volontà di rinnovo, corrisponde col suo spirare. Se desidera trovare un’assicurazione più conveniente può confrontare i preventivi di diverse compagnie in un solo click, grazie al comparatore prezzi assicurazioni di SosTariffe.it (http://www.sostariffe.it/assicurazioni/).

      Alessandro Voci
      SosTariffe.it

    12. Per Marco (Commento: feb 19, 2015)

      Salve Marco,
      la compagnia assicurativa ha tutto il diritto di richiedere il frazionamento anche se Lei ha tenuto lo scooter in garage, le spiego perché.

      Lei avrebbe dovuto richiedere la c.d. sospensione dell’assicurazione, ovvero quel procedimento che permette di non pagare il premio per i mesi di inutilizzo del veicolo, e di ricominciare a pagare quando si torna in circolazione. Se il premio inoltre è già stato pagato per i mesi a venire, la sospensione le avrebbe consentito di “congelarlo” per riutilizzare il denaro speso nel periodo di riattivazione della copertura.

      Questo procedimento le avrebbe consentito di risparmiare sull’assicurazione e di non pagare il frazionamento ora richiesto. La sospensione dell’assicurazione, così come la sua riattivazione non possono essere scelte autonomamente, con libero arbitrio. L’assicurazione deve essere avvisata, (o meglio, consultata) facendo apposita domanda scritta di sospensione, da inviare tramite raccomandata a/r, o in caso di assicurazione online, tramite il modulo in area clienti. In mancanza di richiesta scritta di sospensione, l’assicurazione ha tutto il diritto di richiedere il pagamento di una copertura che ritiene attiva.

      Alessandro Voci
      SosTariffe.it

    13. Per Johnny (Commento: mar 12, 2015)

      Salve Johnny, la sospensione dell’assicurazione può essere richiesta per risparmiare sulla polizza (Rc auto o Rc moto) quando il veicolo viene utilizzato solo per alcuni mesi l’anno. In tal caso infatti il prezzo sarà proporzionato al periodo di copertura non annuale. La polizza può essere sospesa per legge da 3 mesi ad un anno massimo inviando una semplice raccomandata a/ r alla compagnia assicurativa o accedendo all’area privata del sito se l’assicurazione si trova online. Nel periodo in cui l’assicurazione è sospesa il veicolo non potrà circolare, pena le sanzioni previste per mancanza di Rc auto, mentre la sospensione scatterà al momento in cui la compagnia contatta l’assicurato e si fa consegnare il tagliando assicurativo (che da aprile 2015 diventerà elettronico, per saperne di più consulta questo articolo su SosTariffe.it).

      La sospensione dell’assicurazione può essere ottenuta soltanto se la polizza ha tre mesi di validità residua e il premio già pagato può essere congelato e utilizzato alla riattivazione. Per interruzione forse Lei intende la recessione dal contratto assicurativo. Ad oggi interrompere (o recedere da un contratto assicurativo) non conviene, in quanto con l’abolizione del tacito rinnovo l’assicurazione spira alla naturale scadenza annuale. Dalla scadenza sarà possibile stipulare una nuova assicurazione, magari con una diversa compagnia. Confrontando i prezzi delle assicurazioni online ad esempio, è possibile scovare le polizze più economiche. Riguardo alla seconda domanda, in caso di sospensione dell’assicurazione (o mancato rinnovo) la classe di merito viene conservata per 5 anni.

      Alessandro Voci
      SosTariffe.it

    14. Buongiorno, c’è una differenza fra SOSPENSIONE ed INTERRUZIONE di una polizza? In entrambi i casi verrebbe mantenuta la classe di merito alla riattivazione? Grazie!

    15. Per Donato (Commento: feb 10, 2015)

      Salve Donato,
      la sua classe di merito, pur cambiando assicurazione, rimarrà invariata, in quanto dipende dall’attestato di rischio rilasciato dalla vecchia compagnia. Per quanto riguarda la minaccia di non vedersi rilasciato l’attestato, chieda delucidazioni alla Sua assicurazione.

      Sembra strano che, pur avendo richiesto la sospensione per ricovero, la sua compagnia pretenda ugualmente il pagamento del premio non goduto. In ogni caso, le consiglio di pagare anche la seconda rate ed attendere il risarcimento che le spetta il virtù della polizza kasko. Dopo aver ottenuto in giusto indennizzo, non esiti a cambiare assicurazione. Su questo link può trovare diversi preventivi che potrebbero fare la caso Suo: http://www.sostariffe.it/assicurazioni/

      Alessandro Voci
      SosTariffe.it

    16. salve, la polizza del mio scooter è scaduta il 15/01 e non l’ho pagata , (ho fermo lo scooter in garage e lo riprendero in estate credo) l’assicurazione mi ha detto che devo comunque pagare (è un frazionamento semestrale) io ho risposto che mi era già capitato di non usarlo piu per periodi molto lunghi causa malattia e al momento di riprenderlo e ripagare la polizza avevo semplicemente scritto due righe (sotto loro richiesta) che non aavevo usato il mezzo durante quel periodo. ora vorrebbero che pagassi il frazionamento (NB è la stessa compagnia) possono farlo?
      grazie per la risposta

    17. Buongiorno,
      A seguito di un incidente, la mia auto è stata ferma per riparazione ben 8 mesi (cosa assurda a parer mio visto che ho fatto tutto da solo ed è intervenuta la mia polizza kasko che ancora deve liquidare il danno).
      Al termine della prima scadenza semestrale avevo inviato la raccomandata all’agenzia per la sospensione assicurativa, ma a quanto pare se ne sono altamente fregati. Mi hanno riconsegnato l’auto da un paio di settimane e per avere la copertura del 2° semestre l’agenzia pretende il pagamento per intero della quota per così pochi giorni restanti (scadenza metà febbraio). Se non la pago non mettono a disposizione l’attestato di rischio. La domanda è: posso evitare di pagare la seconda rata (mai goduta)ed assicurarmi con altra agenzia utilizzando il vecchio attestato di rischio ripartendo dalla classe dell’anno precedente? Il consulente mi ha suggerito questa cosa ma non conosco eventuali rischi.
      E possibile che sia un buon appiglio per non liquidare il danno?
      In attesa di VS gradita risposta.
      Grazie in anticipo

    18. Per Francesco (Commento: nov 1, 2014)

      Con l’entrata in vigore della Legge Bersani Bis la classe di merito viene mantenuta per cinque anni, che è diventato il periodo massimo di sospensione dell’assicurazione (non più dunque un anno come lei afferma e come previsto prima del 2007), molte assicurazioni tuttavia continuano ad applicare i vecchi termini.

      Solo se si lascia trascorrere il termine di 5 anni dalla sospensione, ciò avrà ripercussioni anche sul nuovo contratto assicurativo. Attualmente dunque il termine per riattivare la polizza mantenendo la storia assicurativa è di 5 anni. Le consiglio di riattivare la polizza -se le conviene – facendo presente al suo assicuratore il cambio di normativa.

      Nel caso in cui facesse orecchie da mercante (sottoponendole in lettura il contratto con la clausola di un anno), le consiglio invece di rivolgersi ad un avvocato per far valere le sue ragioni relative alla storia assicurativa e al mantenimento della classe di merito come previsto dalla Legge Bersani Bis.

      * Se decidesse di cambiare compagnia (anche se con l’abolizione del tacito rinnovo non è più previsto) invii formale disdetta alla vecchia assicurazione, che sarà tenuta a restituirle l’attestato di merito.

      Alessandro Voci
      SosTariffe.it

    19. Salve,
      io ho stipulato un contratto assicurativo con la suddivisione del premio in due tranches semestrali. Quasi allo scadere dei primi sei mesi, ho sospeso l’assicurazione perché non uso più la macchina. Tra qualche settimana scade l’anno di sospensione, ma io non voglio più riattivare la polizza. Mi hanno detto che se non pago il secondo semestre, la polizza decade automaticamente. E’ vero? Oppure devo inviare una comunicazione scritta?

    20. buonasera. Vorrei esporre la mia situazione per avere alcuni chiarimenti. Circa un mese fa sono stato coinvolto in un incidente. Io guidavo uno scooter 125 e la controparte un auto. Oggi ho saputo che hanno deciso di darmi una piccola percentuale di responsabilità sull’accaduto e il resto alla controparte. La mia polizza scadrà a febbraio 2015. Avevo intenzione di disdire la mia polizza con l’attuale compagnia, vendere lo scooter 125, acquistarne un altro e firmare una nuova polizza Eventualmente con una nuova compagnia assicurativa… La domanda è: è lecito disdire la polizza anche se mi hanno riconosciuto questa piccola percentuale di responsabilità e aprirne un’altra? Se Si, è necessario informare la mia attuale compagnia che disdico la polizza per aprirne un’altra con un’altra compagna?

    21. Salve vorrei porre un quesito: se il giorno successivo alla scadenza della semestralita’ dell’assicurazione auto, in contraente chiede la sospensione è costretto a pagare comunque? e se si dopo puo chiedere il rimborso?

    22. Per Francesco (Commento: nov 01, 2014)

      Con l’avvento della Legge Bersani le polizze Rc auto possono essere sospese fino ad un massimo di 5 anni (previo pagamento del premio) così come è stabilita la durata dell’attestato di rischio. Naturalmente ogni compagnia assicurativa stabilisce il contenuto dei propri contratti, così il termine di un anno per la sospensione è quasi sempre presente. Non si preoccupi, la sua storia assicurativa sarà salva per cinque anni, trascorsi i quali però, verrà inserito per una nuova assicurazione in 14° classe.

      Alessandro Voci
      SosTariffe.it

    23. Per Francesco (Commento: ott 17, 2014)

      Immagino che in seguito a queste vicende il suo vecchio contratto assicurativo sia spirato. La conseguenza sarà, per il nuovo veicolo assicurarlo con una nuova polizza Rc auto, con la vecchia compagnia assicurativa o con una nuova.
      http://www.sostariffe.it/assicurazioni/preventivo-auto

      Deve sapere che la validità dell’attestato di rischio è di 5 anni, trascorsi i quali la sua storia assicurativa si azzererà e sarà costretto a ripartire dalla 14° classe. Controlli pertanto il suo attestato di rischio (se non le è stato inviato ne richieda copia alla sua vecchia assicurazione) facendo attenzione ai termini.

      Riguardo al secondo quesito, il veicolo sequestrato e non ritirato nei termini, viene sottoposto a confisca (art. 192 comma 2 Codice della Strada). Ciò significa che il bene ” auto ” verrà considerato idoneo a soddisfare il debito relativo alla sanzione per mancata copertura assicurativa, tramite la vendita della stessa auto (esecuzione forzata).
      Tuttavia il proprietario del veicolo o persona delegata, possono ottenere la restituzione del mezzo presentando istanza di dissequestro all’organo verbalizzante. A tale domanda andranno allegati la ricevuta di pagamento della sanzione entro 60 gg dalla contestazione del verbale ed un certificato assicurativo valido almeno per 6 mesi.

      Qualora non sia trascorso troppo tempo, e l’auto non sia ancora stata esecutata, con questo procedimento potrà ritirare il veicolo custodito presso il custode acquirente, naturalmente pagando le spese di custodia, trasporto e rimozione.
      La domanda relativa all’idoneità del veicolo alla circolazione è soddisfatta in tal modo. Una volta dissequestrato il veicolo deve essere in regola con bollo, assicurazione, tagliandi e revisione.

      Alessandro Voci
      SosTariffe.it

    24. Per Silvia (Commento: ott 23, 2014)

      Salve,
      in effetti le compagnie assicurative non permettono di sospendere l’assicurazione in prossimità del pagamento del premio, vi richiederanno quindi il pagamento prima della sospensione. Ciò per evitare che, all’approssimarsi della scadenza, un cliente utilizzi la sospensione come escamotage per non pagare il premio dovuto. Se esiste un surplus alla data di sospensione, questo vi verrà trasferito sulla riattivazione, o, se previsto dal contratto assicurativo, restituito.

      Alessandro Voci
      SosTariffe.it

    25. Per Francesco (Commento: nov 01, 2014)

      Con l’entrata in vigore della Legge Bersani Bis la classe di merito viene mantenuta per cinque anni, che è diventato il periodo massimo di sospensione dell’assicurazione (non più dunque un anno come lei afferma e come previsto prima del 2007), molte assicurazioni tuttavia continuano ad applicare i vecchi termini.
      Solo se si lascia trascorrere il termine di 5 anni dalla sospensione, ciò avrà ripercussioni anche sul nuovo contratto assicurativo. Attualmente dunque il termine per riattivare la polizza mantenendo la storia assicurativa è di 5 anni. Le consiglio di riattivare la polizza -se le conviene – facendo presente al suo assicutore il cambio di normativa.
      Nel caso in cui faccesse orecchie da mercante (sottoponendole in lettura il contratto con la clausola di un anno), le consiglio invece di rivolgersi ad un avvocato per far valere le sue ragioni relative alla storia assicurativa e al mantenimento della classe di merito come previsto dalla Legge Bersani Bis.

      * Se decide di cambiare compagnia, anche se con l’abolizione del tacito rinnovo non è più previsto, invii formale disdetta alla vecchia assicurazione, che sarà tenuta a restituirle l’attestato di merito.

      Alessandro Voci
      SosTariffe.it

    26. Buongiorno, ho una polizza moto sospesa da quasi un anno. Il mio assicuratore mi dice che se non la rinnovo perderò la mia classe di merito. La mia domanda è: perdo totalmente la mia “storia” assicurativa o se volessi stipulare dopo un’altra polizza posso utilizzare l’attestato di rischio utilizzato per la stipula della polizza in corso? Attendo vs gentile risposta

    27. Buongiorno avrei bisogno di sapere perché il mio assicuratore mi ha detto di non sospendere l’assicurazione della moto perché, secondo lui, essendo la scadenza annuale avrei dovuto pagare il premio comunque e poi avrei dovuto fare la sospensione. La scadenza è il 26/10

    28. Buongiorno,
      Vi espongo la seguente situazione:
      – auto sequestrata per violazione dell’art. 193 del C.d.S. (mancata copertura assicurativa);
      – veicolo affidato a deposito giudiziario e non ritirato dal proprietario nei dieci giorni concessi ai sensi dell’art. 213/2-quater del C.d.S.Veicolo, dunque, destinato all’alienazione.

      Il quesito è questo:
      può il proprietario, presentando la perdita di possesso per sequestro, assicurare un nuovo veicolo riattivando il vecchio contratto. L’auto in deposito, che non tornerà mai più in possesso del proprietario, può essere considerata alla stregua di veicolo totalmente inidoneo alla circolazione?

      La ringrazio per l’attenzione

    29. Buongiorno, ho una polizza moto sospesa da quasi un anno. Il mio assicuratore mi dice che se non la rinnovo perderò la mia classe di merito. La mia domanda è: perdo totalmente la mia “storia” assicurativa o se volessi stipulare dopo un’altra polizza posso utilizzare l’attestato di rischio utilizzato per la stipula della polizza in corso? Attendo vs gentile risposta

    30. Per Alfredo (Commento: set 2, 2014)

      Certo, può richiedere il rimborso del premio pagato non goduto al netto delle tasse presentando la denuncia di furto alla compagnia. In caso di acquisto di nuova moto inoltre rimarrà nella stessa classe di merito acquisita precedentemente.

      Saluti

      Alessandro Voci
      SosTariffe.it

    31. Mi hanno rubato la moto con dentro tutti i documenti, tra questi anche il contratto e il tagliando assicurativo. La domanda e’ questa, se dovessi comprare un altra moto la mia assicurazione deve detrarmi L importo che avevo sulla altra polizia . Grazie

    32. Per Damiano (commento 14/05/2014)

      Salve,

      contraente dell’assicurazione e proprietario del veicolo possono essere due persone differenti. Le consigliamo tuttavia di saldare la semestralità scaduta, al fine di non incorrere in ulteriori sanzioni.

      Saluti
      SosTariffe.it

    33. Per Gino (commento 12/02/2014)

      Salve,

      tranne per ipotesi di acquisto di contratti specifici, che disciplinino in modo particolare tale aspetto con elasticità, può riattivare le assicurazioni sottoscritte solo una volta trascorsi 3 mesi, ed entro il limite di 12 mesi.

      Saluti
      SosTariffe.it

    34. Buonasera,vi prego aiutatemi perché non so più cosa fare,la mia situazione è questa:mi è appena scaduta la rata semestrale dell’auto,ma per svariati motivi non ho la possibilità di pagarla,posso assicurare la mia auto su una nuova assicurazione con contraente diverso?

    35. Salve, ho sospeso RC Auto per tre mesi. E’ possibile riattivarla prima dello scadere dei tre mesi? Con quali modalità ed eventuali conseguenze o penali?

    36. Salve, volevo chiedere siccome il 15/12/13 scade la rata del primo semestre, avendo un contratto annuale che scade il 06/2014, ho diritto al rimborso se pago il secondo semestre ma sospendo la polizza prima della scadenza? Grazie

    37. Salve,
      @Ernesto, si puoi ereditare tu la classe di merito ma non puoi usufruire dell’assicurazione a nome di tuo padre. Tuo padre può riattivarla su un’altro veicolo intestato a lui, non ad altra persona.

    38. Salve, mio padre ha bloccato la sua rca un po’ prima della scadenza, in quanto stava per passare storica la sua auto, e dovevano essere fatti un po’ di lavoretti per metterla apposto. Ora mi chiedo, dato che a breve stipulerà una rca per auto storiche, quella che è stata bloccata, è possibile passarla su un’auto nuova? Avevo sentito che la sua assicurazione voleva l’attestato di demolizione, ma la sua intenzione è di dare a me l’auto storica non di demolirla. Grazie

    39. dal primo gennaio 2013 non esiste più il tacito rinnovo quindi non era obbligatorio il rinnovo del premio. Inoltre la nuova data di avvio deve coincidere con la data di pagamento in quanto si tratta di un contratto nuovo e non di un rinnovo.

    40. Salve, mi è scaduta l’annualità all’auto,nei due mesi successivi non nho intenzione di usarla, ma la compagnia mi ha chiesto comunque di pagare il premio (annuale) e poi avrebbero fatto decorrere la nuava assicurazione da settembre, ora viene fuori che è stata attivata successivamente al pagamento: ècorretto? posso rivalermi in qualche modo?
      Grazie anticipatamente.
      Diego

    41. Buongiorno, l’assicuraz.(annuale) mi scade il 31 luglio p.v. come mi devo comportare per bloccarla? quali sono i tempi min. e max.?
      Come sempre grazie.

    42. salve, a seguito della vendita di una delle mie tre auto, ho la polizza sospesa da circa un’anno, questa polizza sospesa è la mia prima polizza con classe S6, praticamente la migliore.
      A seguito ho stipulato altre due polizze e con la legge bersani ho usufruito sempre della prima classe ma con una maggiorazione. Ora ho deciso di tenere soltando due auto,posso annullare una polizza su una delle due auto rimaste e riattivare quella sospesa (visto che è la madre di entrambe). Cosa mi consigliate di fare per risparmiare? Grazie

    43. salve,
      mi trovo in una situazione delicata.
      il 14/04 ho rinnovato l’assicurazione il premio mi viene pagato mensilmente tramite Finitalia.
      ho da pochi gg scoperto (volevo demolire o rottamare l’auto) di avere un fermo amm.vo dovendomi anche trasferire in un’altra città’ ho deciso di mettere l’auto in un garage e non usarla piu’.
      non ho la possibilità’ di pagare il debito che ha portato al fermo.
      volevo sospendere l’assicurazione e mi e’ stato detto che posso farlo ma il premio non mi sara’ rimborsato mentre la mia necessità è proprio il rimborso per estinguere le rate e non avere altri addebiti.
      non posso rottamare o demolire l’auto, si può’ avere il rimborso per fermo amm.vo?
      grazie molte

    44. Salve, ho sospeso una polizza auto in data 23.05.2013, in quanto il veicolo è stato venduto. La compagnia assicurativa ha proceduto alla sospensione e mi ha fatto presente che per riattivare la polizza occorrono minimo 14 giorni dalla data di sospensione. Ho comprato un nuovo veicolo ed oggi 28.05.2013 mi sarà consegnato dalla concessionaria. E’ possibile riattivare subito la polizza sul veicolo nuovo oppure devo attendere i 14 giorni per assicurarlo e quindi ritirarlo?
      Grazie in anticipo,
      Fabrizio

    45. per una nuova legge, mi sembra che non sia più necessario fare la domanda di disdetta; é vero? grazie. Non vorrei rinnovare il contratto con la stessa compagnia.infinite grazie.

    46. salve, dal momento che volendo trasferire la polizza con un’altra compagnia non è possibile anticipare o postecipare la data di scadenza (il perchè non mi è proprio chiaro),devo sempre aspettare l’attestato di rischio che mi arrivi a casa? Grazie

    47. buongiorno,
      io ho il seguente quesito:
      mio padre ha assicurato la sua moto ad aprile 2001 (inizio contratto 01/04/2011 e scadenza contratto 01/04/2012).
      il 29/09/2011 ha sospeso l’assicurazione perchè non usa la moto d’inverno.
      nel 2012 l’assicurazione era troppo alta e ha deciso di non usare la moto.
      arriviamo ad oggi quindi. abbiamo in mano questa polizza scaduta il 01/04/2012 e una sospensione che ormai va oltre i 12 mesi.
      mi chiedo quindi se possiamo considerare chiusa questa polizza e aprirla con un’altra online. o se invece mio padre deve ancora gli altri 6 mesi di assicurazione (che non aveva ancora pagato nonostante la sospensione) prima di poter passare ad un’altra compagnia.
      grazie
      arrivederci

    48. Salve, ho l’assic.che scade a luglio 2013 e dovrebbe arrivare l’attestato di rischio ma ho intenzione di cambiarla.
      E’possibile anticipare o postecipare la scadenza con una nuova assic.? se è possibile,cosa comporterebbe?
      come sempre infinite grazie.

    49. per Andrea e dani: nella vostra situazione è possibile bloccare l’assicurazione (per un periodo di 1 anno) senza pagare nulla per ora. Poi quando la ri-attivate pagate la seconda semestralità.
      La sencoda semestralità è sempre obbligatoria.

    50. salve,gradirei anticipare o postecipare la scadenza di contratto dell’assicurazione(luglio 2013)a giugno o a settembre; se è possibile, cosa dovrei sapere? in che modo potrei comportarmi?
      come sempre infinite grazie.

    51. Salve, vorrei capire cosa fare… ho l’assicurazione che scade a maggio(semestrale) e vorrei bloccarla ora, a marzo, per rottamare o vendere l’auto. Il problema è che non ho intenzione di prendere altre auto al momento, quindi bloccandola poi come la riattivo? Dovrò pagare anche gli altri 6 mesi senza auto?

    52. Salve,
      le espongo il mio problema.
      Ho stipulato una polizza rc per un auto di mia proprietà.
      Ho contrattualizzato la formula di pagamento che prevede due rate semestrali.
      La prima rata è scaduta e viste le spese che la macchina mi comporta ho deciso di venderla. Mi sono recato da un concessionario che mi ha lasciato regolare attestato di presa in conto vendita. Ho comunicato la cosa alla mia compagnia assicuratrice ma la loro risposta è stata che per legge non si puo’ annullare una polizza in caso di conto vendita, ma che si puo’ annullare solo in caso di vendita o rottamazione. Quindi dovrei pagare la seconda semestralità pur avendo l’auto ferma dal concessionario con tanto di dichiarazione di presa in consegna. Volevo chiederle se la compagnia ha ragione o se deve accettare la mia disdetta. Nel caso avessi ragione io le chiedo gentilmente di darmi i riferimenti normativi di quanto dico e cioè la legge l’articolo e il comma che prevedono che per un auto data in conto vendita si possa abolire la polizza rca.
      Grazie infinite.
      Andrea.

    53. Salve amministratore le espongo la mia situazione, qualche giorno fa ho fatto un tamponamento e il contratto assicurativo scade il 22 luglio 2013. Fino a tale data sarà certamente caricato il sinistro sull’attestato di rischio e perdo due classi di merito…se in questi giorni metto l’auto in conto vendita e sospendo la polizza al momento in cui decido di riprendermi la macchina o un altra posso trasferire la polizza con un altra compagnia mantenendo la classe di merito attuale senza che venga successivamente caricato il sinistro? Grazie

    54. Salve, avrei bisogno un chiarimento. Tra 2 mesi mi scadrà l’annualità della mia polizza auto con pagamento semestrale ,avrei intenzione di sospenderla per qualche mese. La mia domanda è se devo comunque pagare per tenerla in vita oppure posso pagare al momento della riattivazione.Un altra domanda,se dovessi disdire tale polizza e stipularne una nuova con altra compagnia dopo qualche mese, vorrei sapere se, non essendo stato assicurato continuativamente per i 5 anni precedenti data la mia intenzione di non stipulare subito una nuova polizza, ( infatti durante la compilazione di un preventivo viene posta questa domanda riferita alla continuità assicurativa negli ultimi 5 anni ), questa condizione può essere motivo di prezzo maggiore della nuova polizza.? Ringrazio e saluto

    55. E’ possibile che la compagnia quixa non preveda la sospensione della garanzia RCA ?

    56. Salve LOREDANA,
      si, è normale quello che ti è accaduto: prima l’assicurazione deve essera pagata (dato che si paga sempre in anticipo) e poi può essere sospesa.

    57. salve.vorrei un chiarimento.oggi 5/5/2012.mi è scaduta la prima rata semestrale della mia assicurazione auto.sono andata in compagnia con la richiesta di volerla sospendere per 6 mesi, causa inutilizzo dell’auto.la mia compagnia mi ha detto che si puo fare, ma devo pagare il semestrale perchè la scadenza è annuale.è possibile?

    58. Salve… sono proprietario di una auto inutilizzata e ferma dentro il mio garage.al momento risiedo fuori Italia,mi e’ scaduta l’assicurazione semestrale da 2 mesi,che mi consigliate x non pagare questo semestrale?si puo’ annullare senza pagare gli ultimi 6 mesi? Grazie

    59. Salve CARLO,
      se hai già oltrepassato la prima semestarlità devi pagare la seconda e poi richiedere la restituzione del premio pagato e non goduto. Se invece la prima semstralità non è ancora scaduta, porta tutta la documentazione dal tuo assicuratore in modo che provvederà ad estinguere la polizza per furto del mezzo.
      Saluti.

    60. Salve GIUSEPPE,
      spesso le compagnie concedono la sospensione solo se sono trascorsi almeno 3 mesi dalla stipula o dal rinnovo della polizza. Per cui ti consigliamo di chiedere al tuo assicuratore se la compagnia prevede dei vincoli temporali.
      Saluti.

    61. Salve ALESSANDRO,
      se non vuoi vendere o rottamre l’auto devi esibire il certificato di consegna in conto vendita che ti rilascerà il concessionario. In questo modo potrai assicurare la nuova auto trasferendo la polizza di quella vecchia.
      Saluti.

    62. salve a febbraio la mia auto si è rotta e quindi ho rinnovato l assicurazione e lo sospesa nel frattempo ho comprato una nuova auto “usata”..e vorrei passare l’assicurazione della vecchia auto su quella nuova ma mi chiedono la vendita o la demolizione della vecchia auto e un concessionario la ritirerebbe in conto vendita l’assicuratore portandogli il foglio del concessionario mi rimborserebbe del premio non goduto?
      grazie saluti alessandro

    63. salve,vorrei acquistare una moto e volendo risparmiare denaro sulla rc auto vorrei chiedervi se è possibile sospendere per il solo periodo estivo,maggio-settembre,l’assicurazione della mia auto?aggiungo che il pagamento del premio della mia assicurazione è semestrale e l’ho appena pagato per il semestre aprile-settembre.

    64. mi è stato rubato il motorino 50cc vorrei sapere se posso evitare di pagare la semestralità del premio assicurativo del mezzo visto che sono in possesso di una regolare denuncia di furto fatta alla polizia al momento del furto

    65. Salve ANNA,
      purtroppo devi pagare l’assicurazoine scaduta altrimenti potresti avere anche delle rischieste dall’ufficio legale della compagnia con l’aggravio delle spese legali. Non è più possibile sospenderla poiché già scaduta. Se rottami l’auto potrai richiedere la disdetta della polizza rinnovata e chiedere la restituzione del premio pagato e non goduto.
      Saluti.

    66. Salve DANIELE,
      questa è una annosa questione, da più parti sono stati segnalati questi aumenti in fase di rinnovo. Noi non lo riteniamo giusto soprattutto poiché si tratta di una variazione unilaterale delle clausole contrattuali. Abbiamo più volte cercato di chiedere lumi direttamente all’ISVAP, ma i pareri sono stati discordi.
      A quanto pare le compagnie possono comunque farlo, o quantomeno lo fanno.
      Saluti.

    67. Salve SPINA,
      la classe di merito appartine a tutti gli effeti a tuo figlio, per cui non incide alcun cambio di residenza. Continuerà a mantenere quella classe.
      Saluti.

    68. MIO FIGLIO HA GODUTO DEL DECRETO BERSANI, QUINDI PRENDE LA STESSA MIA CLASSE, IL RAGAZZO SI SPOSA QUINDI CAMBIA RESIDENZA, CHE SUCCEDE LA CLASSE SE LA PORTA DIETRO O GLI VIENE AZZERATO TUTTO??

    69. salve volevo dei chiarimenti in merito a quanto sotto elencato,possiedo una moto di cilindrata 600 pagavo 385 € l’anno con clausola senza sospensine, a settembre 2011 scadenza polizza contatto l’assicurazione per il rinnovo, e mi dicono che non è più possibile effettuere quel tipo di contratto mi ricalcolano il premio con la stessa compagnia 545 € ma questa volta posso sospendere la polizza,cosi’ la rinnovo, a novembre 2011 chiedo la sopensione,ad oggi trascorsi oltre 4 mesi chiedo l’apertura della polizza e l’a compagnia mi chiede 95€ a causa dell’aumento delle tariffe.come devo comportarmi?devo pagare o no??vado a denunciarli??
      grazie

    70. Buongiorno, volevo chiederle un’informazione.
      A mio papà è scaduta l’assicurazione il 29/02, ma non è mai arrivato per posta il solito avviso di scadenza dell’assicurazione con l’attestato di rischio. Nel frattempo mio papà ha avuto un ictus e non so se si riprenderà e quindi se potrà nuovamente guidare; oggi è arrivata una lettera dell’assicurazione che intimava di pagare l’assicurazione rca già scaduta. Cosa posso fare? Posso sospenderla anche se in ritardo? Se dopo la sospensione rottamo l’auto perchè mio papà non può più guidare ho delle spese dall’assicurazione? grazie anticipatamente

    71. Salve NICO,
      se la compagnia assicuratrice ti ha permesso di sospendere la polizza, nonostante la scadenza da rispettare per la riattivazione (cioè i 3 mesi che devono residuare per riattivarla), probabilmente è perché sono previste delle deroghe ai 3 mesi rimanenti. Cioè, a nostro avviso, potrebbero consentirti di riattivarla anche per un periodo inferiore ai 3 mesi, altrimenti non ci spieghiamo perché ti abbiano consentito di sospendere una polizza che non potresti riattivare.
      Ti consigliamo pertanto di interpellare il tuo assicuratore e di chiedergli quali sono le norme interne in fatto di sospensione e riattivazione.
      Saluti

    72. Buongiorno, a proposito di sospensione della polizza RCA, le chiedo di chiarirmi un dubbio. Ho sospeso l’Assicurazione il 15 Marzo 2012, e so che per tre mesi non potrei riattivarla, quindi fino al 15 Giugno. La scadenza della polizza è il 18 Agosto. Ho letto che per essere riattivata la polizza deve avere una validità residua di almeno tre mesi. Dovendo utilizzare la vettura a partire dalla metà di Luglio, cosa mi conviene fare se volessi utilizzare al massimo la validità residua della polizza?

    73. Salve PAOLINO,
      se vendi l’auto sarai obbligato a dichiarare la vendita al tuo assicuratore, il quale provvederà ad annullarti la polizza e a restituirti la parte di premio già pagata ma non goduta. Se non sei intenzionato a vendere l’auto, potrai richiedere la sospensione.
      In caso di vendita l’attestato di rischio vale 5 anni, da utilizzare per assicurare un tua futura ed eventuale auto.
      Saluti.

    74. Salve ANTONIO,
      se venderai l’auto entro il 29 marzo ti basterà presentare all’assicuratore l’atto di vendita e non pagherai la seconda semestralità. Nel caso dovessi venderla dopo il 29 marzo, dovrai comunque rinnovare la polizza ma poi l’assicuratore ti restituirà una parte del premio pagata e non goduta detraendo le tasse previste.
      Saluti.

    75. Buongiorno, se possibile vorrei chiarimenti in merito a questa situazione. Ho una polizza auto in scadenza a novembre 2012. Tra pochi giorni però venderò l’auto su cui è stipulata la suddetta assicurazione. Non so ancora se acquisterò una nuova auto e, nel caso, tra quanto tempo lo farò (sicuramente non prima di due anni). Vorrei sapere se posso richiedere l’annullamento invece della sospensione e se con tale annullamento mi rimborseranno il totale della polizza non usufruito e se conserverò la classe di merito per un contratto magari presso una compagnia diversa.
      Ringrazio per l’attenzione.

    76. salve, forse sarò fuori argomento ma visto il sito molto seguito e interessante forse mi potrà dare una risposta corretta. La mia assicurazione è semestrale, la seconda rata la dovrò rinnovare il 29 marzo ma può succedere che entro quella data la macchina a cui è intestata l’assicurazione la venderò. Come dovrò comportarmi?nel senso che basta portare il contratto di vendita all’assicurazione entro la data di rinnovo semestrale per evitare di pagarla?Grazie per una sua eventuale risposta , buona giornata

    77. Salve LUIGI,
      in caso di furto dell’auto si deve comunicare alla compagnia la cessazione del rischio assicurato per furto del veicolo. La compagnia è obbligata a risarcire l’eventuale parte di premio pagata ma non goduta. L’assicurato potrà utilizzare la classe bonus malus entro 12 mesi per assicurare un altro veicolo.
      La classe si perde se il veicolo viene ritrovato e nel frattempo l’assicurato ha assicurato un’altra auto. In questo caso il veicolo ritrovato può essere assicurato solo ripartendo dalla 14° CU.
      Saluti.

    78. SALVE VALENTINA,
      il metodo di pagamento semestrale è una concessione che le compagnie fanno ai propri clienti per consentire di non pagare immediatamente cifre abbastanza consistenti, rimane però un obbligo per l’assicurato quello di pagare anche la seconda semestralità.
      Per questo motivo potresti chiedere al tuo assicuratore di sospendere la polizza per 6 mesi, ma comunque dovrai pagare anche il secondo semestre.
      Saluti.

    79. Salve RENATO,
      la mancata riattivazione fa decadere automaticamente la copertura assicurativa, e in molti casi non viene rilasciato nemmeno l’attestato di rischio, per cui si perde la classe di merito maturata. Prova a chiedere al tuo assicuratore se ti possono rilasciare l’attestato, altrimenti non potrai esibire alcun documento alla nuova compagnia.
      Saluti.

    80. Salve LUIGI,
      normalmente la polizza atti vandalici è una polizza accessoria. Se hai sospeso solo la RCa, quella per gli a atti vandalici dovrebbe coprire il danno, a meno che tu non abbia circolato ugualmente senza RCa. In quel caso l’assicurazione può anche non risarcire glia atti vandalici.
      Saluti.

    81. salve,ho la polizza auto con rinnovo semestrale.per problemi di lavoro non mi è possibile rinnovare i successivi 6mesi di polizza e non ho idea di come fare.la polizza scade l’8/04/2012.un consiglio per risolvere questo problema.Grz in anticipo per l’aiuto.

    82. Salve,
      Mi sono dimenticato di riattivare la polizza prima della scadenza annuale. Posso cambiare assicurazione presentando l’ultimo attestato di rischio ricevuto?
      Saluti

    83. salve o sospeso la mia polizza auto per un periodo di un mese prima avevo solo rca ora o messo anche atti vandalici e oggi mi anno rigato la macchina nn e che l’assicuraZIONE MI FA STORIE??????????? GRAZIE ATTENDO RISP

    84. Salve EMILIO,
      come hai giustamente rilevato il tuo attestato di rischio varrà per i prossimi 5 anni dal giorno della scadenza della polizza e conserverai anche lo storico.
      Saluti.

    85. Salve JOSHWA,
      per legge e anche come previsto dal regolamento ISVAP la polizza può essere sospesa e le compagnie devono accettare la richiesta del cliente.
      Potresti provare a contattare direttamente l’ISVAP ed esporre il caso.
      Saluti.

    86. Salve GIUSEPPE,
      dovresti chiedere al tuo assicuratore se la compagnia prevede il pagamento di una cifra supplementare per il solo fatto di sospendere la polizza.
      Ci sono alcune compagnie, ad esempio che sospendono la polizza, ma ti fanno pagare 50 o 100 Euro aggiuntive per il servizio.

      La maggior parte delle assicurazioni esige il pagamento dell’intera annualità e poi concede la facoltà di sospendere la polizza per il periodo desiderato, in modo che all’atto della riattivazione si pagheranno solo le spese di segreteria (dalle 30 alle 60 euro) e si usufruirà dei mesi rimanenti già pagati prima della sospensione. Ma molte compagnie adottano delle regole interne, per cui è sempre opportuno consultare il proprio assicuratore.
      Saluti.

    87. Salve MARIANO,
      la sospensione della RCA Auto è prevista, come obbligo per le compagnie, dal regolamento ISVAP. Una mancata applicazione potrebbe consistere in una violazione delle norme assicurative, pertanto sarebbe opportuno segnalare il caso direttamente all’ISVAP.
      Solitamente le compagnie non obiettano mai alla sospensione delle assicurazioni per motoveicoli, e per quanto riguarda i tempi minimi previsti, si tratta di tempi che possono liberamente decidere le singole compagnie, perciò può accadere come nel tuo caso, che una compagnia preveda un minimo di 2 mesi invece di 3.
      Saluti.

    88. salve,possiedo uno scooter 153cc,e pago la mia assicurazione in due semestralità(aprile-ottobre),a causa di cambio lavoro,non utilizzo più lo scooter nel semestre ottobre-aprile,è possibile che paghi solo i 6 mesi dell’altra semestralità?
      qual’è la convenienza del pagare comunque l’intero anno e poi sospenderla?
      scusate l’ignoranza.
      Saluti.

    89. sono andato alla mia assicurazione di Pordenone e mi hanno riferito che loro nn possono sospendere l’assicurazione delle moto, che per loro non è previsto questo PRIVILEGIO!
      CHE VOI SAPPIATE QUESTO è LEGALE?? mi devo rivolgere ad un avvocato?sono molto seccato e sicuramente cambiero’ compagnia anche perchè sono stati molto scortesi.

    90. Salve,
      avevo un auto che ho venduto il 22 novembre 2011 ed era assicurata fino al 13 dicembre 2011. Non ho sospeso l’assicurazione. Ho intenzione nei prossimi anni di comprare un’auto su cui riattiverò la vecchia assicurazione. Dai commenti precedenti ho capito che ho 5 anni per farlo. Da quando decorrono? Oltre la classe conserverò anche lo storico della sinistrosità? Grazie. Saluti.

    91. Salve, io ho sempre saputo che la sospensione per mancata circolazione (quella di cui si parla nell’articolo insomma) fosse prevista per legge. Ora, probabilmente ero in errore in quanto ho fatto un preventivo presso un’agenzia e mi è stato risposto che loro non prevendono la sospensione per l’RCA Autovetture. Ho già la moto con loro e mi permettono di sospenderla anche per minimo 2 mesi…insomma, il contrario di ciò che si trova di solito…vi risulta possibile ciò?
      Grazie!

    92. Salve MIRKO,
      se nel contratto non vi è la presenza di una penale per il mancato rispetto dei 3 mesi, il rimborso deve essere totale, cioè uguale a quello della parte di premio pagata ma non goduta.
      Ribadiamo che tutto ciò avviene se non è esplicitata la presenza di una penale o di una trattenuta per un periodo inferiore ai 3 mesi, quindi bisognerebbe conoscere le clausole contrattuali o il ragionamento che ha seguito il tuo agente.
      Saluti.

    93. Salve,sono Mirko,(ho scritto nel post precedente).
      Dopo svariate mail l’agente mi ha fatto un calcoo di rimborso sulla base del fatto che non ho tenuto la sospensione per almeno 3 mesi (le ricordo che ho sospeso il veicolo il 12/10 e venduto il 6/12)
      in ogni caso mi ha detto che anche se avessi annullato la polizza e fatta una nuova (anche altrove) avrei avuto il medesimo rimborso.
      Vorrei sottolineare che il rimborso mi e’ stato inizialmente negato e,solo dopo aver parlato con l’agente, (e non le impiegate)mi ha detto che un rimborso c’e’.(anche se inferiore)
      Ora la mia domanda e’:

      Con la vendita di un veicolo con assicurazione sospesa nel periodo inferiore ai 3 mesi minimi ,si ha diritto al PIENO rimborso dell’evenutale integrazione effettuata?

    94. Salve MIRKO,
      in questi casi, cioè quando ci si può trovare di fronte a delle “incomprensioni” con il personale di agenzia, è sempre consigliabile cercare di contattare direttamente la sede centrale della compagnia assicuratrice, magari attraverso un numero di customer care, oppure inviando una mail al direzione generale.
      In varie occasioni, alcuni dei nostri lettori hanno ottenuto la risoluzione del caso a proprio favore.
      Grazie a te per averci reso partecipe della tua esperienza.
      Buone Feste
      Saluti.

    95. SALVE,SONO MIRKO DEL MESSAGGIO DEL 17/12/2011.
      VI RINGRAZIO PER LA TEMPESTIVA RISPOSTA.
      QUANDO MI SONO PRESENTATO IN FILIALE PER CAMBIARE L’ASSICURAZIONE SULLA NUOVA MOTO LA MIA RICHIESTA E’ STATA DI AVERE UN’ASSICURAZIONE CON LE MEDESIME CARATTERISTICHE DELLA PRECEDENTE (ES:TUTELA LEGALE,CONDUCENTE ECC..).
      HO SENTITO CHE LORO MENZIONAVANO QUESTA “SOSTITUZIONE DI POLIZZA” MENTRE ERO IN UFFICIO E COMUNQUE IO,NON CONOSCENDO IL TERMINE NEL DETTAGLIO, VALEVA COME CAMBIARE CONTRATTO.
      STA DI FATTO CHE IN OGNI CASO,PRIMA DELLA FIRMA,HO SOTTOLINEATO CHE HO VERSATO L’INTEGRAZIONE PRECEDENTEMENTE MA LORO,IN MERITO ALLA MIA RICHIESTA,NON MI HANNO SAPUTO RISPONDERE.
      ORA,SE MI AVESSERO ESPOSTO CHE NEL CASO DI UNA SOSTITUZIONE,COSA CHE DEL RESTO STAVANO FACENDO,IL RIMBORSO NON MI SPETTAVA IO NON L’AVREI MAI FATTA,ANCHE PERCHE’ UN NUOVO CONTRATTO NON MI SAREBBE COSTATO DI PIU’.
      MI VIEN DA PENSARE CHE LE COSE SIANO 2:
      1)O IL PERSONALE NON E’ ISTRUITO A SUFFICIENZA E QUINDI HA COMMESSO QUESTO ERRORE
      2)O IL PERSONALE LO SAPEVA ED HA FATTO FINTA DI NULLA
      NEI TERMINI DELLA SOSPENSIONE L’ASSICURAZIONE DETERMINA IL LIMITE MINIMO DEI 3 MESI E MASSIMO DI 18 ENTRO I QUALI IL RIMBORSO DECADE.
      IL MIO CASO SUSSISTE PERCHE’ HO VERSATO L’INTEGRAZIONE CHE,SECONDO LA RICEVUTA IN MIO POSSESSO,MI DOVREBBE ESSERE RESTITUITA IN CASO DI VENDITA DEL VEICOLO E DOVE NELLA STESSA NON VIENE MENZIONATO ALCUN VINCOLO IN MERITO AD UNA SOSTITUZIONE.
      RIPETO SOLO CHE SE MI AVESSERO AVVISATO,COSA CHE COMUNQUE GLI HO ESPOSTO,NON L’AVREI MAI FATTA QUESTA SOSTITUZIONE,ED ORA MI NEGANO IL RIMBORSO.
      VI RINGRAZIO ANCORA PER LA DISPONIBILTA’ CHE OFFRITE E PORGO CORDIALI SALUTI.
      MIRKO

    96. Salve MIRKO,
      il tuo commento è molto eloquente e preciso.

      E’ una situazione abbastanza intricata, ragion per cui bisognerebbe conoscere quali sono le norme contrattuali della compagnia in materia di sospensione.
      E’ pur vero che se hai espressamente richiesto l’annullamento della vecchia polizza, il tuo assicuratore avrebbe dovuto farne cessare gli effetti e aprirne una nuova polizza.
      La questione più complessa è quella che riguarda la restituzione dell’integrazione che ti hanno richiesto per la sospensione: se il termine minimo di sospensione è di 3 mesi (come per la maggior parte delle compagnie), in caso di riattivazione l’assicurato potrebbe perdere questo diritto, e la polizza non può essere riattivata.
      Ma nel tuo caso non si tratta di una riattivazione, visto che affermi di aver fatto esplicita richiesta di cessazione della vecchia e conseguente attivazione di una nuova copertura. Quindi si tratta indubbiamente di un loro errore. Al limite, potresti aver pregiudicato il diritto alla restituzione dell’integrazione.

      Se tu hai esibito tutti i documenti relativi alla vendita del veicolo ed hai esplicitato la volontà di chiudere la vecchia polizza, il tuo assicuratore non doveva effettuare una sostituzione, bensì emettere una nuova polizza con i dati della nuova moto.

      Per arrivare ad un chiarimento definitivo, ti consigliamo di farti dare dall’assicuratore una copia delle disposizioni contrattuali relative alla sospensione della polizza. Questo è l’unico strumento che ci permetterà di stabilire qual è la normativa di riferimento.
      Grazie.
      Saluti.

    97. SALVE,VORREI ESPORVI UNA SITUAZIONE SUCCESSA RECENTEMENTE.
      IL 12/10/2011 HO SOSPESO L’ASSICURAZIONE DELLA MIA MOTO CON SCADENZA DELLA RATA SEMESTRALE IL 24/10/2011 (SCADENZA ANNUALE DEL CONTRATTO AD APRILE).AL MOMENTO DELLA SOSPENSIONE MI HAN CHIESTO L’INTEGRAZIONE DI 3 MENSILITA’E IL CONTRASSEGNO, ED HO PAGATO.
      NEI PRIMI DI DICEMBRE HO VENDUTO LA MOTO E NE HO ACQUISTATA SUBITO UN’ALTRA,RECATOMI IN ASSICURAZIONE PER LE PRATICHE HO RICHIESTO LA CHIUSURA DELLA VECCHIA PRATICA E L’APERTURA DELLA NUOVA SOTTOLINEANDO CHE, AVENDO PAGATO POCO PRIMA UN’INTEGRAZIONE, DOVEVO AVERE IL RIMBORSO.
      AL MOMENTO NON MI HANNO SAPUTO RISPONDERE RIMANDANDO AL GIORNO DOPO UNA RISPOSTA IN MERITO E QUINDI FIRMAI IL NUOVO CONTRATTO.
      DOPO DUE MAIL DA PARTE MIA E UNA SETTIMANA DI ATTESA SENZA RISPOSTA LI HO CHIAMATI E ,ALLA RICHIESTA IN MERITO AL RIMBORSO, LA RISPOSTA E’ STATA CHE NON MI SPETTAVA IN QUANTO E’ STATA EFFETTUATA UNA SOSTITUZIONE DI POLIZZA E CHE IL VEICOLO E’ STATO FERMO MENO DI 3 MESI.
      ORA, PREMESSO CHE NON HO RICHIESTO UNA SOSTITUZIONE E CHE HO PRECISATO ALLE IMPIEGATE CHE AVEVO VERSATO UN’INTEGRAZIONE VORREI SAPERE SE E’ UNA COSA LECITA.
      PRECISO:
      1) POSSIEDO TUTTI I DOCUMENTI DI VENDITA
      2)LA NUOVA POLIZZA HA DATA DI SCADENZA E IMPORTO DIVERSI DALLA PRECEDENTE
      3)NELLA RICEVUTA DELL’INTEGRAZIONE ALLA SOSPENSIONE VIENE MENZIONATO CHE HO DIRITTO AL RIMBORSO IN QUANTO IL VEICOLO E’ STATO VENDUTO E NON VIENE DETTO NULLA IN MERITO AD UNA SUCCESSIVA SOSTITUZIONE.
      MI SCUSO SE MI SONO DILUNGATO NEI DETTAGLI E VI RINGRAZIO ANTICIPATAMENTE.
      MIRKO

    98. Salve FRANCESCO,
      come specificato nella nostra risposta, i tempi della sospensione partono da un minimo di 3 mesi ad un massimo di 12 mesi, ma è sempre necessario contattare il proprio assicuratore per scoprire se la compagnia applica tempistiche differenti.
      Saluti.

    99. La ringrazio per la Sua risposta, il problema potrebbe essere il fatto che dovrei far “passare” la sospensione dall’attuale assicurazione alla prossima..la cosa si potrebbe fare?
      Solitamente quali sono i tempi per la sospensione e la riattivazione dell’assicurazione?
      La ringrazio ancora

    100. Salve FRANCESCO,
      la prima cosa che ti consigliamo di fare è quella di chiedere al tuo assicuratore se la compagnia accetta di sospendere il contratto. In caso positivo, potresti sospendere la polizza per un minimo di tre mesi e per un massimo di 12 mesi. Ovvero prima di 3 mesi le polizze non si possono riattivare (regola generale), ma anche in questo caso ti consigliamo di chiedere quali norme adotta la compagnia quando si tratta di sospensione.
      Dopo 12 mesi, se non si riattiva una polizza, si perdono i diritti assicurativi acquisiti e non si ha diritto alla restituzione del premio pagato e non goduto.
      Saluti.

    101. Buonasera a tutti, avrei una domanda da fare all’Amministratore.
      Ho l’assicurazione dell’auto, che sto pagando a rate e ne avrò per altri 2 anni e mezzo, in scadenza a marzo 2011.
      A gennaio 2011 dovrei partire fuori italia per lavoro e quindi vorrei sospenderla da gannaio alla scadenza per poi cambiare assicurazione:
      – è possibile fare tutto ciò?
      – quali sono i tempi per richiedere la sospensione?
      La ringrazio tanto e La saluto

    102. Salve PIETRO,
      sarebbe stata correttezza professionale dell’agente quella di informarti sulle norme contrattuali.
      Se abbiamo ben interpretato quanto da te esposto, si è trattato di una sospensione della polizza, la quale in base alle clausole contrattuali prevede (come avviene in tutte le compagnie) l’obbligo di riattivazione prima che trascorrano più di 12 mesi dalla data di sospensione, cioè le polizze sospese perdono efficacia e fanno perdere i diritti assicurativi acquisiti se non si riattivano entro un anno da quando sono state sospese.
      Ribadiamo, però, che il tuo assicuratore era tenuto ad avvisarti circa queste modalità.
      Saluti.

    103. salve o dovuto fermare la mia fiat uno per rottura del motore essendo del mestiere a tempo perso ho cominciato a ripararla poi varie problematiche di salute ecc.
      mi hanno fatto perdere tempo e denaro perche’ per un’anno ho praticamente pagato il relativo premio a vuoto.
      poi consigliato da un’amico sono dal mio assicuratore per sapere come fermarla e mi ha spiegato che potevo fermarla solo una volta e per un massimo di un’anno previo pagamento anticipato della polizza e cosi ho fatto.
      ma i primi di settembre (l’assicurazione doveva ripartire i primi di agosto) vado a ritirare il tagliando assicurativo pensando fosse tutto a posto invece mi sono sentito rispondere che siccome non sono andato alla scadenza non avevo piu’ diritto alla copertura e quindi altri soldi buttati adesso chiedo qualcuno di voi sa’ se e’ una cosa lecita??
      nessuno mi ha detto che se non mi presentavo lo stesso giorno della scadenza avrei perso tutto se lo sapevo lo avrei fatto un po’ prima in quanto ad’agosto io ero fuori per ferie e pensavo che si fosse comunque riattivata da sola in tacito accordo.
      volevo anche segnalare questo

    104. Salve FABRIZIO,
      solitamente la quota integrativa viene persa poiché tale cifra serve soltanto per beneficiare della sospensione.
      Ciò che le compagnie devono obbligatoriamente rimborsare è l’eventuale quota di premio pagato in anticipo e non goduto.
      Per questo motivo se decidi di disdire la polizza ti restituiranno una cifra, decurtata delle tasse, pari ai mesi che hai pagato in anticipo.
      Per la restituzione della quota integrativa dipende dalle regole della tua compagnia.
      Saluti.

    105. Salve, ho questa domanda da porre:
      avendo proceduto alla sospensione dell’assicurazione auto nell’aprile 2011 previa pagamento di una quota integrativa, vorrei adesso passare ad altra Compagnia e disdire il contratto precedente. Posso farlo e che ne sarebbe della suddetta quota?
      Grazie molte!

    106. Salve GIACOMO,
      solitamente la maggior parte delle compagnie prevede una sospensione minima di tre mesi. Se così fosse anche nel tuo caso, non potresti riattivare la polizza prima dei 3 mesi. Ti consigliamo pertanto di chiedere informazioni al tuo assicuratore.
      Saluti.

    107. Ciao e complimenti per il sito. Avrei una domanda: vorrei sospendere la mia RCA per tre mesi però non so se effettivamente l’auto mi serve dopo uno o due mesi. Se dopo aver sospeso per tre mesi volessi riattivarla è possibile farlo?

    108. Salve BRUNO,
      solitamente le polizze per i 50 cc. non sono sospendibili. Le compagnie godono di molta discrezionalità per cui se non è stabilito dalle loro regole interne e dal contratto assicurativo, non possono sospendere una polizza.
      Saluti.

    109. Salve, vorrei sapere se posso sospendere una polizza assicurativa di uno scooter 50.. e comunque se, potendolo fare, alcune assicurazioni possono rifiutarsi di farlo. Grazie

    110. Salve GIUSEPPE,
      solitamente prima dei tre mesi non è possibile, ma molto dipende dalla discrezionalità di cui godono le singole compagnie assicuratrici. Alcune (ma poche) consentono di sospendere la polizza anche per un tempo inferiore ai 3 mesi.

      Di norma quando si cambia auto è possibile trasferire la polizza e riattivare quella precedentemente sospesa, però per averne la certezza ti consigliamo di parlare con il tuo assicuratore al fine di sapere quali sono le norme interne della compagnia in fatto di sospensione di polizza.
      Saluti.

    111. Salve,vorrei chiedere una cosa,io lavoro sempre all’estero,ma solo di inverno,quindi di prassi una volta l’anno sospendo l’assicurazione.Quest’anno invece poasso l’inverno in Italia,ma mi trovo con l’assicurazione sospesa da un mese,e devo anche cambiare auto..La mia domanda è la seguente:Cambiando auto posso far riattivare la mia assicurazione prima dei 3 mesi minimi?

    112. Salve GILBERTO,
      ci scusiamo per la svista.
      Spesso accade che il contenuto delle domande si ripete con notevole frequenza, per cui basta scorrere i commenti precedenti per ottenere risposte compatibili con quanto richiesto.
      Grazie per aver visitato il nostro sito.
      Saluti.

    113. Si perchè avevo posto la stessa domanda il 24 settembre e 1 ottobre senza risposta. Comunque va bene la risposta data a Bruno.

    114. Complimenti Bruno, a te hanno risposto subito…io con la stessa domanda non ho ancora ricevuto risposta !!! Cambierò nome !!!

    115. Salve BRUNO,
      il trasferimento di polizza si può fare solo se il primo veicolo viene: venduto, o consegnato in conto vendita, o rottamato, o rubato, o esportato all’estero o dichiarato non più circolante con consegna della targhe. Se lo scooter viene “tenuto fermo”, non si può trasferire la medesima su un altro mezzo.
      Alcuni assicuratori lo fanno, ma è illegale.
      Saluti.

    116. Salve.. vorrei sapere se, volendo fare una voltura assicurativa da uno scooter 50 ad una macchinetta, sono comunque costretto a vendere lo scooter. Oppure se posso comunque tenere lo scooter (inattivo) ma senza assicurazione.

    117. Salve ANDREA,
      la sospensione non può essere trascinata nel tempo per più di 12 mesi, infatti se trascorrono 12 mesi dall’atto della sospensione e non rinnovi la polizza, perdi sia il premio pagato sia la classe di merito. Qualora tu tra più di 5 anni dovessi risiedere ancora con tuo padre, potresti sfruttare il Bersani con un’altra auto, a condizione che quest’auto non sia mai stata assicurata a tuo nome.
      Saluti.

    118. Salve,
      il mio è un caso un po’ particolare. Ho un auto regolarmente assicurata dal 2007 dopo aver sfruttato la legge Bersani (mi sono ritrovato in 1a classe sfruttando l’assicurazione di mio padre). Da qualche giorno mi hanno assegnato una macchina aziendale che penso terro’ per parecchio tempo (o perlomeno finchè sono assunto presso la stessa azienda). Vorrei vendere la mia auto e soprattutto non perdere la classe di merito precedentemente acquisita. So che l’attestato di rischio che mi rilasceranno a termine del contratto assicurativo vale 5 anni. Se mi lasciano la macchina aziendale per più di 5 anni temo di perdere la classe di merito acquisita. La mia assicurazione scadrà il 18 ottobre di quest’anno e volevo capire se con un eventuale sospensione o altri escamotage è possibile allungare i tempi per non perdere la classe di merito. Eventualmente una volta trascorsi 6 anni è poissibile risfruttare nuovamente la legge Bersani? Se non fosse possibile o nel caso in cui fra 5 anni io non conviva più con mio padre è possibile trovare altra escamotage?
      Grazie.
      Saluti.

    119. Salve ARCANGELA,
      la denuncia di furto alla propria assicurazione dà diritto alla restituzione del premio pagato e non goduto, non alla sospensione della Rc Auto, anche perché se dovessi acquistare un’altra moto utilizzando la classe di merito presente nell’attestato di rischio, e se nel frattempo dovessi ritrovare la moto, non potresti più godere del Bersani per assicurare nuovamente la moto ritrovata, ma dovresti ripartire dalla 14°.
      E’ comunque necessario parlare con il proprio assicuratore per conoscere quali sono le norme interne che regolano queste situazioni.
      Saluti.

    120. Salve, ieri ho subito il furto di un motociclo assicurato contro furto e incendio. Vorrei chiedere se è possibile chiedere alla compagnia assicurativa di bloccare la RCA, tenuto conto che la moto non è più in mio possesso. Preciso che ho già provveduto a denunciare alle autorità l’accaduto e a dare comunicazione all’agenzia di riferimento.
      La ringrazio per la sua disponibilità.
      Cordiali saluti.

    121. Salve CRISTIANA,
      certamente, hai diritto alla parte di premio pagato e non goduto decurtato delle tasse.
      Saluti.

    122. Salve, ho appena pagato la semestralita’ di una polizza rca di una vecchia auto intestata a mia mamma sul libretto di circolazione ma come contraente risulto io. L’ho pagata da solo un mese e adesso l’auto si e’ guastata, e siccome vale poco o niente non mi conviene sistemarla e abbiamo deciso di demolirla , senza pero’ comprare un’auto nuova visto che in famiglia mio padre ne ha una nuovissima che nn usa mai e che farebbe usare a me. La domanda e’ questa: se vado alla mia assicurazione con la carta di demolizione del mezzo spiegando che nn ho intenzione di asicurarne un’altra, posso pretendere il rimborso dei mesi che ho gia pagato e nn goduto, in quanto il mezzo assicurato non e’ piu circolante?
      grazie
      saluti

    123. Salve, io vorrei passare la polizza di una moto su uno scooter. La moto rimane ferma in un garage privato. Mi dicono che devo per forza venderla o rottamarla…E’ mai possibile?

    124. Salve ASICURZIONE,
      evidentemente le regole interne della tua assicurazione non prevedono la vendita all’estero. Ti consigliamo di rivolgerti ad un’agenzia di pratiche auto.
      Saluti.

    125. volo sapere che coza sucede se vendo la machina al esteroo dopo 5 mezi
      e non pago la asigurazzione perche loro dicono che non e valido il contracto di vendita al exetro per blocarla grazzie

    126. Salve FEDERICO,
      evidentemente la tua assicuratrice è poco informata, oppure si tratta di un fraintendimento.
      In realtà hanno ragione gli assicuratori a cui ti sei rivolto per dei ragguagli.
      Se le norme assicurative ammettessero il pagamento dei mesi sospesi e non goduti, non avrebbe senso sospendere una polizza. Quando deciderai di riattivare la polizza dovrai pagare i restanti sei mesi, i quali decorreranno appunto dal giorno in cui deciderai di far ripartire la copertura assicurativa.
      Saluti.

    127. Salve NELLO,
      non sappiamo se sia “normale” un aumento del genere, resta però il fatto che le assicurazioni propongono prezzi quasi insostenibili e a dir poco proibitivi. Sembra ormai che ogni operazione debba avere un prezzo spropositato.
      Saluti.

    128. Alla scadenza del semestre 08/09/2011 ho sospeso la mia polizza rc auto, consegnando alla mia compagnia assicuratrice (certificato assicurativo, carta verde e contrassegno)come previsto dalla normativa in vigore. L’agente assicurativo asserisce che successivamente all’attivazione della polizza dovrò comunque pagare i sei mesi sospesi. Ho chiesto ragguagli ad altri assicuratori che assolutissimamente smentiscono quanto dichiarato dalla collega, semmai all’attivazione dell’RC AUTO (dopo i tre mesi)dovrò corrispondere qualcosa + il pagamento dei periodi che intendo assicurare, ma non dicensi non i sei mesi non goduti. Insomma la legge della Repubblica Italiana è o non è una!!!!!

    129. salve , è possibile che la mia assicurazione per la riattivazione mi ha cercato 100 euro!!! da premettere che questo è il terzo anno che faccio questa operazione, il primo anno gratis, l’anno scorso 35euro e quest’anno 100!! e normale?? graszie.

    130. Salve ANNA,
      le assicurazioni non possono aumentare da un semestre all’altro, per cui ti consigliamo di chiedere al tuo assicuratore il motivo di tale aumento. Se dovessero trovare delle scuse, puoi ribadire che durante il secondo semestre il premio da pagare deve essere identico a quello pagato durante il primo.

      Se volessi rottamare l’auto, dopo aver già pagato il secondo semestre, poi chiedere l’annullamento della polizza ed esigere la restituzione del premio pagato ma non goduto (naturalmente al netto delle tasse).
      Se invece rottami l’auto prima della scadenza del 1° semestre non sei costretta a pagare il secondo semestre.
      Saluti.

    131. salve io ho una situazione particolare la mia sssicurazione ha effettuato un aumento di 180 euro da un anno ad un altro io ingenuamente non mi sono nemmeno informata se si potesse fare o meno fatto sta che ho frazionato il pagamento in 2 rate semestrali allo scadere dei primi 6 mesi vado per pagare la seconda rata e trovo un altro aumento di 55 euo ma mi chiedo se possono farlo??? ed ancora se volessi annullare l’assicurazione per la demolizione dell’auto devo comunque pagare?

    132. Salve EVA,
      la questione è stata oggetto di precedenti e lunghe discussioni.
      Normalmente quando si riattiva una polizza le compagnie fanno pagare una cifra che solitamente è compresa tra i 30 ed i 60 euro a titolo di spese amministrative, quindi è probabile che una parte dell’aumento che ti hanno applicato sia a questo titolo.
      Per quanto riguarda la cifra aggiuntiva: in questo sito abbiamo accolto le testimonianze di altri assicurati che lamentavano situazioni in cui venivano applicati aumenti consistenti durante i mesi di sospensione.
      A nostro avviso, durante il periodo in cui la polizza non è attiva, le compagnie non possono applicare degli aumenti tariffari, ma a tal proposito la questione è dibattuta, per cui consigliamo sempre agli assicurati di interpellare l’ISVAP, qualora si tratti di violazioni degli accordi contrattuali.
      Saluti.

    133. Salve, ho bloccato l’assicurazione auto per più di 30gg e come da contratto era il periodo minimo per poter riattivarla e usufruire della proroga, ma al momento della riattivazione mi hanno fatto pagare un premio di 134 euro, praticamente un mese in più che avrò. Possono fare questa cosa?soprattutto al momento della sospensione dell’assicurazione non mi è stato riferito di nessun costo. se non pagavo quella somma non mi riattivavano la polizza. Vorrei sapere un pò di più su questa cosa perchè, personalmente mi sembra una truffa. grazie

    134. Salve ANDREA,
      la dichiarazione che ti ha fatto firmare il venditore è un’esclusione di responsabilità a tuo favore, poiché come chiaramente indicato, tu non possiedi più materialmente il veicolo. Anzi, proprio la possibilità che ti è stata concessa dalla tua assicurazione di trasferire la vecchia polizza sull’auto appena acquistata, evidenzia che la tua auto viene consegnata ad un commerciante, il quale (come da dichiarazione espressa) si assume la piena responsabilità di quanto dovesse occorrere in seguito ad utilizzo o spostamento del veicolo.
      I rivenditori godono poi, di una copertura particolare per il loro parco auto, quindi anche in caso di sinistro risponde la loro assicurazione.
      Saluti

    135. Buongiorno, vorrei un chiarimento.
      Ho acquistato un veicolo da un rivenditore, che ha preso in permuta la mia vecchia autovettura.
      Sulla macchina acquistata ho passato la mia assicurazione. Il giorno del ritiro ho, quindi, contestualmente, lasciato al rivenditore il mio vecchio veicolo, unitamente al libretto ed al certificato di proprietà (che ho firmato sul retro per la cessione). Il rivenditore mi ha rilasciato poi una dichiarzione di responsabilità in cui dichiara “di assumere da oggi alle ore sottoindicate ogni e qualsiasi responsabilitàcivile e penale per eventuali danni a cose e persone nonchè per le infrazioni ai vigenti regolamenti stradali o alla legge in generale derivanti dall’uso dell’autoveicolo” e con cui si dichiara di “sollevare l’intestatario del veicolo dalle responsabilità di cui sopra fino all’avvenuto passaggio di proprietà”.
      Ora, la macchina verrà posta in vendita dal rivenditore.
      Fino a che non verrà materialmente acquistata, che rischi ci sono in capo a me – formalmente proprietario -? anche alla luce del fatto che il veicolo non è più assicurato. Se qualcuno (ad esempio un addetto) prendesse il veicolo e facesse unincidente, potrei comunque essere chiamato a rispondere ai sensi dell’art. 2054 del cc? grazie

    136. Salve ALESSANDRO,
      per legge non è possibile evitare di completare il passaggio di proprietà, il quale va fatto entro 60 giorni, per cui è necessario concludere la pratica e recarsi presso un’agenzia di pratiche auto o andare direttamente agli uffici della motorizzazione civile per completare il passaggio.
      In caso contrario si può andare incontro a sanzioni amministrative.
      Saluti.

    137. salve, ho il libretto della macchina intestato a mio nonno, e per intestarmi l’assicurazione ho fatto il passaggio al comune, dietro il foglio complementare e basta. a distanza di piudi un anno ho deciso di vendere la macchina e dunque di passare l’assicurazione sulla nuova auto, richiesta che mi è stata rifiutata dal”assicurazione in quanto per far ciò vuole che completi prima il passaggio per poi passare l’assicurazione. se io volessi sospendere l’assicurazione per nn ritirarla piu, a cosa posso andare incontro??? oppure sapete darmi voi la soluzione a qst problema in modo che mi eviti il passaggio di 400 euro??? grazie

    138. Salve MARIA ROSARIA,
      i contratti prevedono un’applicazione annuale, la semestralità è una concessione che fanno le compagnie per permette al cliente di diluire il pagamento, una sorta di comodità concessa agli assicurati, per cui non è possibile non pagare la seconda semestralità. Al limite, se non utilizzi l’auto, puoi chiedere al tuo assicuratore di sospendere l’assicurazione per un determinato periodo di tempo (di norma superiore ai 3 mesi).
      Saluti.

    139. salve,
      ho un contratto rca con pagamento semestrale , poichè non sto usando la macchina è possibile non pagare il secondo semestre.
      grazie

    140. La ringrazio per la risposta esaustiva , quindi con la nuova compagnia chiedo se mi consentono di poter temporeggiare entro sei mesi massimo,per poter assicurare la moto .

      Cordialità

    141. Salve FRANCESCO,
      per legge, l’ultimo attestato di rischio serve per assicurare: un ulteriore veicolo (cioè mantenendo assicurato il primo veicolo), oppure per assicurare entro 5 anni anni un veicolo acquistato (nuovo o usato) e mai assicurato a proprio nome.
      La legge non prevede la possibilità che si possa disdire un contratto assicurativo per tenere fermo in garage un veicolo, infatti al di là del caso di disdetta per passaggio ad un’altra compagnia, l’assicurazione può essere disdetta solo in caso di vendita, consegna in conto vendita, rottamazione, furto, esportazione all’estero o consegna delle targhe per definitiva cessazione della circolazione.
      Normalmente, però, le compagnie prevedono che si possa tenere un veicolo privo di assicurazione per 6 mesi, oltre i quali si perde il diritto al mantenimento della classe di merito, quindi consigliamo sempre agli utenti di contattare il proprio assicuratore.
      Saluti.

    142. Buongiorno, Le chiedo gentilmente se alla scadenza di un premio con annualità avvenuto il 06/08/2011,avendo fatto regolare disdetta e ottenuto attestato di rischio per una moto 50cc, , non utilizzandola, che lasso di tempo ho per attivare una nuova assicurazione con altra compagnia ?

      Grazie

    143. Buongiorno SALVO,
      è tuo diritto richiedere alla vecchia compagnia l’ultimo attestato di rischio con la classe di merito aggiornata, in quanto hai oltrepassato il periodo di osservazione, per cui sono obbligati a consegnarti un attestato con la classe di merito maturata durante l’ultimo anno di copertura. Anzi, la compagnia avrebbe dovuto inviarti entro il 3 luglio 2011 l’attestato di rischio aggiornato .
      E’ un tuo sacrosanto diritto, per cui puoi far valere le tue ragioni.
      Per cortesia, tienici aggiornati.
      Saluti.

    144. Salve,
      avendo già deciso di cambiare la compagnia assicuratrice ho provveduto, per tempo, a comunicare tale mia intenzione con una lettera di disdetta (raccomandata A/R)datata 20 maggio 2011.
      Da notare che la scadenza annuale della polizza era fissata per il 3 agosto 2011. Da allora ho atteso invano l’attestato di rischio. Pochi giorni fa ho chiamato la mia filiale ed ho chiesto spiegazioni. L’operatrice mi ha detto che mi sarebbe stato inviato un duplicato. Senonchè il duplicato è tale e quale a quello che avevo ricevuto oltre un anno fa, con il termine del periodo di osservazione al 04.06.2010! Ovviamente è invariata anche la classe di merito. A questo punto chiedo: la nuova Compagnia accetterà tale attestato di rischio o qualcuno ha giocato sporco? Cordiali saluti.

    145. Buongiorno Salvo,
      non avendo completato l’annualità assicurativa hai purtroppo perso ogni diritto al mantenimento della classe che ti avevano assegnato due anni fa. Le classi di ingresso possono variare da assicurazione ad assicurazione, alcune prevedono la 14° mentre altre la 18°. Per questo motivo dovresti cercare la compagnia che ti consente di iniziare con la 14°, ma non puoi vantare il diritto di avere la classe con cui eri partito due anni fa.
      Saluti.

    146. Salve,due anni fà ho assicurato una moto rca,subito dopo si rompe e la metto da parte,dimentico di bloccare l’assicurazione e di ritirare la rata semestrale successiva,l’assicurazione non mi cerca.Da poco ho riparato la moto e sono andato per riattivare l’assicurazione,ho avuto la sgradita sorpresa di non essere più considerato nelle classi di merito poichè,l’asicurazione non mi da classe perchè non ho completato l’anno,le altre se non ho la classe mi danno la diciottesima quindi credo che a questo punto dovrei essere ammesso con la classe precedente che avevo prima di assicurarmi nell’ultima assicurazione,sto sbagliando?cosa prevede la legge per casi del genere?esistono precedenti simili?

    147. Salve ANTONIO,
      non puoi passare l’assicurazione della vettura che intendi dare dentro al concessionario ed assicurare la nuova auto mantenendo quella classe di merito, perché auto e polizza devono essere intestate alla stessa persona, mentre se decidi di intestare l’auto nuova a tua madre, lei dovrà aprire una nuova assicurazione a suo nome, eventualmente usufruendo del decreto Bersani.
      La polizza deve necessariamente essere intestata all’effettivo proprietario dell’auto.
      Saluti.

    148. Mi chiamo Antonio , e sono proprietario di due Automobili. Una che è vecchia e che è solo intestata a me la do al concessionario che e in cambio prendo una vettura nuova che la intesto a mia madre. io e mia madre abbiamo residenze diverse.
      L’Altra auto è intestata a me e mio padre che ha la stessa residenza di mia madre.
      La mia Assicurazione mi costringe ad usufruire della legge bersani per aprire una terza polizza auto dandomi però la possibilità di intestarmi la terza polizza auto.
      IO Mi chiedo visto che le due Assicurazioni sono intestate a me si può passare l’Assicurazione dell’Auto da demolire sulla nuova AUTO senza usare la legge Bersani?
      per favore mi potete rispondere al più presto
      Grazie
      Distinti Saluti
      Antonio S.

    149. Salve GAIA,
      l’attestato di rischio dell’auto che deciderai di vendere ha una validità di 5 anni, ciò significa che se intenderai assicurare un’auto intestata a te nei prossimi 5 anni manterrai la classe di merito che possiedi attualmente. Per cui se tra 1 anno e mezzo acquisterai la proprietà di un’altra auto, potrai assicurarla con la tua attuale classe di merito. Scaduti i 5 anni dovrai ripartire dalla 14°.
      Saluti.

    150. Salve,
      tra un mese mi consegneranno l’auto aziendale per un periodo di un anno e mezzo.
      Ho intenzioni di vendere l’auto e chiudere la polizza.
      Tra un anno e mezzo prenderò una nuova auto e farò una nuova assicurazione. Da che classe partirà la nuova polizza?

    151. Salve GIAMPIERO,
      si tratta di una situazione particolare e le compagnie hanno delle regole interne da rispettare. Se vuoi trasferire la polizza che avevi sulla K devi necessariamente produrre un documento che attesti la perdita di proprietà del veicolo (simile ad una vendita o ad una rottamazione). Dovresti quindi farti rilasciare una dichiarazione dall’ente che ha confiscato la K.
      Saluti.

    152. Salve FERNANDO,
      è tuo diritto pretendere la restituzione del premio pagato e non goduto a causa di cessazione della copertura del contratto assicurativo Rc Auto per furto del ciclomotore. E’ previsto dalla legge e vale solo per l’assicurazione obbligatoria da circolazione, cioè è esclusa la restituzione dell’eventuale copertura per il furto (assicurazione facoltativa).
      Se la compagnia non lo prevede non puoi però sospenderla, ma in base alla guida ISVAP per le assicurazioni è possibile assicurare un altro ciclomotore usufruendo della stessa classe di merito che avevi sul ciclomotore che ti hanno rubato. Si tratta di una nuova assicurazione con la stessa classe di merito, per cui non puoi “passare” la vecchia assicurazione su un altro ciclomotore.
      Saluti.

    153. Ho stipulato un’assicurazione pe l’intero anno su uno scooter 50cc.solo responsabilita’ civile PER EURO 380,00, e dopo 3 giorni mi e’ stato rubato con tutti i documenti all’interno del sellone, mi sono recato a fare denuncia alle autorita’ e dopo con la stessa mi sono recato all’assicurazione per bloccarla, ma mi sono sentito dire che non si puo’ ne bloccare e tanto meno passarla su un’altro ciclomotore, ma e’ regolare tutto Cio’?CE’ QUALCHE LEGGE DA FARE PRESENTE ALL’ASSICURATORE ? Perche’ se cosi fosse allora ho subito 2 furti contemporaneamente. Cordiali saluti

    154. Salve DAVIDE,
      se sono trascorsi più di 12 mesi la vecchia polizza sospesa è stata annullata automaticamente dalla compagnia e non è più possibile recuperarla, ovvero è necessario stipularne una nuova. Inoltre, se è decorso questo termine (+ di 12 mesi dal giorno della sospensione) non puoi recuperare il premio per i 3 mesi in cui hai usufruito della copertura assicurativa.
      Saluti.

    155. Salve LUIGI,
      finché possiede l’auto è obbligato a rinnovare la polizza, a meno che non comunichi alla compagnia assicuratrice il recesso almeno 15 giorni prima della scadenza della polizza. Se ha già oltrepassato questo limite temporale, sarà obbligato a rinnovarla per un altro anno, anche se non può condurre il veicolo.
      Consigliamo comunque di andare a parlare con il proprio assicuratore per cercare una soluzione più “accomodante”, eventualmente sospendendo la polizza e riattivandola dopo il rinnovo della patente.
      Saluti.

    156. Salve,io ho sospeso l’assicurazione della mia auto circa un anno fa perchè sarei stato lontano per lavoro,ora al momento di riattivarla mi è stato chiesto di pagare la nuova retta per intero(nuovo anno assicurativo,ok).
      ora la mia domanda è: la sospensione consente di mantenere la classe di merito, ma anche di recuperare i soldi spesi per il periodo in cui la polizza ancora attiva era sospesa?
      (poco + di 3 mesi)
      grazie

    157. salve,a mio padre,ultraottantenne,è scaduta la patente e per il rinnovo si prevedono tempi lunghi;èobbligato a rinnovare l’assicurazione che scade in questi giorni o può aspettare che gli venga rinnovata la patente in quanto fino adalloranon può circolare?

    158. Salve LORENZO,
      quando si sospende una polizza, le compagnie non sono tenute a comunicare l’avviso di scadenza, per cui trascorsi 12 mesi si perde la possibilità di mantenere le stesse condizioni contrattuali, in quanto la polizza cessa di esistere, e non ci sono soluzioni per riattivarla.
      Saluti

    159. Salve a tutti.ho sospeso l’assicurazione del camper ad aprile 2010 e me ne sono scordato. Oggi sono andato a pagare il premio per un’altra vettura e ho chiesto il rinnovo della sospensione per il camper ma mi hanno detto che essendo passato un anno avevo perso i soldi anticipati e non è possibile recuperarli. Premetto che non ho avuto avvisi di scadenza da parte della compagnia.
      C’è qualche possibilità di recuperarli?

    160. Salve GIOVANNI,
      purtroppo dobbiamo constatare per l’ennesima volta che alcune compagnie assicuratrici, o per meglio dire alcuni assicuratori, non adottano un comportamento trasparente.
      Certo, è tutto da dimostrare, ma correttezza vuole che l’assicurato sia messo al corrente delle spese necessarie per riattivare la polizza.
      Solitamente sono necessarie 30-40 euro per la riattivazione, e 120 sono davvero eccessive, ma sicuramente il tuo assicuratore ti avrà riferito di aumenti tariffari che sono intervenuti durante il periodo di sospensione.
      Da parte nostra non possiamo fare nulla per tutelare gli assicurati, se non informarli dell’opportunità di segnalare quanto accaduto direttamente all’ISVAP.
      Saluti.

    161. ciao,
      ho sospeso l’assicurazione del mio veicolo 3 mesi fa ed ora vorrei riattivare la polizza, solo che l’agenzia mi ha chiest 120€ per la riattivazione anche se al momento della sospensione mi aveva detto che non vi erqano costi…ora invece dice che ci sono stati aumenti ecc ecc e quindi ci vogliono questi soldi per riattivare…non mi sembra affatto giusto…potete aiutarmi

    162. Salve SAURO,
      puoi recarti presso l’agenzia assicurativa e richiedere l’esibizione dei documenti che attestano il tuo eventuale mancato pagamento. In tale occasione devono esibire anche un resoconto delle somme che giustificano l’importo complessivo.
      Allo stato attuale si tratta di semplici dichiarazioni, sia da parte tua che da parte loro, per cui dovete dimostrare quanto avvenuto, attraverso l’esibizione di alcuni documenti (ad es. contratti, ricevute, solleciti, raccomandate), altrimenti non ci sono elementi per valutare esattamente la questione.
      Se dovessi ritenere di aver subìto un torto, ti consigliamo di rivolgerti ad un avvocato.
      Saluti.

    163. Salve CARLO,
      quando si vende un veicolo è obbligatorio recarsi presso il proprio assicuratore per comunicare la cessazione del rischio. Questa cessazione annulla a tutti gli effetti il vincolo contrattuale con la propria compagnia, ma permette all’assicurato di conservare per un periodo di 5 anni l’attestato di rischio con l’ultima classe di merito .
      Per cui, quando tra circa 3 mesi andrai a ritirare la nuova auto, dovrai stipulare una nuova polizza (puoi farlo presso un’assicurazione qualsiasi, non sei obbligato a rivolgerti alla stessa compagnia) conservando la tua attuale classe di merito. Ti basterà presentare l’ultimo attestato di rischio in tuo possesso.

      Tuttavia, alcune compagnie permettono (o consigliano) di sospendere la polizza prima di vendere l’auto, pagando poi una certa somma per la riattivazione, ma in questo caso è l’assicurato che deve valutarne costi ed opportunità, quindi se ti dovessero prospettare questa alternativa, ti consigliamo di analizzare i pro ed i contro in termini economici, poiché l’eventuale nuova polizza che acquisterai per la prossima auto, sarà sicuramente più onerosa di quella attuale a causa degli aumenti di tariffa.
      Saluti.

    164. A maggio 2011 mi ha scritto l’assicurazione dicendomi che non avevamo pagato una polizza di € 25,83 con scadenza 8/7/07 e ci viene a chiedere, con un aggravio di € 25,00, ben € 205,81 di importo complessivo.
      Ma 25,83 più 25,00 non fa 50,83? Una polizza non pagata nel lontano 2007 come mi può essere richiesta nel 2011? Loro dicono di avermi sollecitato più volte ma io non ho mai ricevuto nulla.

    165. Buongiorno, ho rinnovato da circa 2 mesi la mia assicurazione auto, con pagamento annuale. Ora devo vendere subito la mia auto,ad un parente che ne ha immediatamente bisogno, (io sono in pensione e per ora posso farne a meno); sono andato in una concessionaria per acquistare una nuova auto, e mi hanno detto che, per il modello prescelto ci sarà da attendere almeno 3 mesi. Non ci sono problemi per me. Mi conviene quindi “congelare” la mia polizza e riattivarla alla consegna della nuova auto.
      Domanda 1) Alla consegna della nuova auto pagherò soltanto la differenza per i restanti 10 mesi dovuta al maggior valore del veicolo assicurato? Oppure si dovrà fare una nuova polizza annuale (di 12 mesi)beninteso, con la stessa Compagnia, e con nuova decorrenza in termini di data?
      DOMANDA 2) La Classe di Merito viene mantenuta?

    166. Salve NICOLA,
      quando si vende, si regala o si rottama un veicolo, è obbligo dell’assicurato comunicare al proprio assicuratore la cessazione del rischio assicurato, altrimenti la compagnia non può sospendere la copertura assicurativa e di conseguenza rinnova automaticamente per un altro anno la polizza.
      Oltre a questo si aggiunge l’onorario per l’intervento dell’ufficio legale, il quale deve essere obbligatoriamente pagato insieme al rinnovo della polizza.
      Queste sono condizioni specificate chiaramente nel contratto assicurativo, per cui se gli assicurati non le rispettano, le compagnie sono autorizzate a richiedere il pagamento per un altro anno.
      Visto che lo scooter non è più circolante ti consigliamo di parlarne con il tuo assicuratore, il quale potrà contattare direttamente la compagnia per trovare una soluzione.
      Saluti.

    167. Buongiorno,
      due mesi fa, mio figlio ha regalato il proprio scooter, inutilizzato da quasi un anno, ad un amico che intendeva smontarlo per riutilizzarne i componenti.
      Premetto che non è stata sbrigata nesuna pratica con motorizzazione e non ho inviato alcuna comunicazione alla mia compagnia assicurativa. In questi giorni mi è arrivata l’intimazione al pagamento della stessa compagnia assicurativa (intestata a me in quanto il figlio è minorenne), prevedendo, in caso di inadempimento, l’intervento del loro ufficio legale (premio di Euro 130!!!).
      Come mi devo comportare? Se da pagare, non potrei al limite concordare il pagamento di un periodo di 6 mesi anzichè di 1 anno come stipulato originariamente e rinnovato in seguito, tacitamente, tramite il pagamento di premio annuale?
      Vi ringrazio anticipatamente per la consulenza prestatami.

    168. Salve ROBERTO,
      consigliamo di valutare l’opportunità di acquistare una polizza assicurativa tramite le compagnie telefoniche o su internet. Per esperienza personale possiamo segnalare che Genertel permette di sospendere le polizze per i motocicli. In tal modo, sospendendo e poi riattivando la polizza entro 12 mesi dell’atto della sospensione è possibile usufruire di una copertura con validità limitata ad alcuni mesi dell’anno.
      Saluti.

    169. Buongiorno,
      Io sto cercando senza successo una assicurazione SOSPENDIBILE per il Kymco people 125 di mia moglie, che usa praticamente solo 3/4 mesi all’anno.

    170. Salve ELENA,
      si tratta della CIRCOLARE N. 555/D del 17 maggio 2005, abrogata successivamente dal Regolamento ISVAP n. 4 del 9 agosto 2006, in base al quale il veicolo deve essere assicurato se rimane fermo o parcheggiato in qualsiasi strada pubblica o in zone aperte alla pubblica circolazione.
      E’ controverso, poi, se anche chi custodisce il veicolo in un garage debba obbligatoriamente assicurare il veicolo.
      A favore di questa tesi subentra la disciplina che prevede che l’assicurazione Rc Auto può essere annullata solo in caso di vendita, rottamazione, conto vendita, furto, cessazione definitiva della circolazione (con consegna targhe), esportazione definitiva all’estero. Quindi chi decide di non rinnovare più l’assicurazione perché vuole tenere fermo il veicolo in un box o in un garage, teoricamente dovrebbe essere “costretto” dal proprio assicuratore a rinnovare comunque la polizza in quanto non rientrerebbe nei casi precedentemente indicati, i quali determinano una perdita della proprietà o del possesso del veicolo.
      Saluti.

    171. Vi volevo chiedere chiarimenti in merito ad una risposta che avete dato il lug 19, 2010
      cito:
      “Salve MATTEO,
      è una situazione un po’ particolare, è probabile che tu sia costretto a mantenere comunque in vita un’assicurazione per un’auto sottoposta a sequestro giudiziario, poiché in base ad una circolare ISVAP un veicolo non può rimanere fermo (neppure nel proprio garage) senza una copertura RC Auto. […]”

      E’ possibile sapere a quale circolare fate riferimento? Non riesco a trovarla e mi occorrerebbe.

      Ringrazio e saluto.

    172. Salve FABIO,
      grazie per la segnalazione. In effetti c’era un errore nella formulazione della frase, è stato inserito “compagnia assicuratrice” al posto di “assicuratore”. Tuttavia è il caso di segnalare che alcune compagnie telefoniche non richiedono la consegna della documentazione, in quanto “invitano” il cliente a strappare e cestinare i titoli assicurativi.
      Grazie.
      Saluti.

    173. Salve,
      leggendo l’articolo ho notato che non torna qualcosa: non mi risulta che si possa sospendere un’assicurazione solamente con la richiesta. E’ necessario anche che l’assicurato, se già in possesso, restituisca contrassegno e certificato di assicurazione. Se non è già in possesso dovrà invece rinnovare l’assicurazione, e contestualmente la compagnia tratterrà contrassegno e assicurazione e consegnerà unicamente la ricevuta di pagamento che eventualmente ha ricevuto.

    174. Salve MICHELE,
      gli incidenti che avvengono negli ultimi 2 mesi di assicurazione vengono addebitati dopo un anno, ciò significa che non ti verrà addebitato sulla prossima assicurazione (2011-2012), ma che nel periodo 2012-2013 subirai un aumento di 2 classi di merito.
      La vostra, però, è una situazione un po’ ingarbugliata, perché se l’attestato di rischio dell’auto con cui hai provocato l’incidente è intestato a tuo padre, allora le classi bonus-malus aumenteranno solo nei confronti di tuo padre.
      Dovresti controllare chi risulta essere l’intestatario dell’attestato di rischio dell’auto assicurata a nome di tuo padre. Se l’attestato è stato emesso a suo nome (come noi pensiamo), allora l’aumento lo subirà tuo padre a partire dal rinnovo 2012-2013.
      Saluti.

    175. ho un quesito da porle:mio padre è intestato sull RCA della mia macchina presso la stessa agenzia su qui è intestato su un altra RCA(la macchina che usa lui).Fra un mese mi arriverà un auto nuova che userò io e intesterò la nuova RCA a mio nome.Purtroppo in questi giorni ho avuto un incidente di cui ho torto.Il risarcimento di questo incidente mi verrà addebitato nelle prossime RCA dell auto nuova anche se cambierò intestatario?é possibile che aumenti anche l RCA sull auto di mio padre essendo in questo periodo ancora intestato anche sulla mia?grazie mille per un eventuale risposta

    176. Salve FRANCESCO,
      le compagnie godono di ampia discrezionalità circa la possibilità di ri-assicurare i propri clienti.
      Però, per avere una risposta esaustiva alla tua domanda dovresti recarti dal tuo assicuratore, il quale contatterà il ramo assuntivo della compagnia per sapere se è già stato annullato il titolo. Si tratta di procedure amministrative che necessitano di un accertamento da parte del tuo agente.
      Saluti.

    177. Ho da sottoporvi un quesito: si può recedere dalla disdetta? Ho inviato disdetta da rca auto, per aumento del premio oltre l’inflazione, che mi è stata accolta con comunicazione scritta da parte della società di assicurazione. Il contratto scade il prossimo 04/06/2011. Essendomi accorto di aver fatto comunque errate valutazioni posso adesso recedere dalla disdetta? Se si in che modo? Grazie per la risposta.

    178. Salve GIUSEPPE,
      le compagnie, almeno 30 giorni prima della scadenza contrattuale, sono obbligate ad inviare al cliente sia la documentazione relativa alle variazioni contrattuali che intendono applicare sia l’attestato di rischio.
      Ultimamente molte compagnie stanno facendo quella che in gergo assicurativo si chiama “pulizia del portafoglio clienti“, ovvero decidono di non assicurare più i clienti, soprattutto del sud Italia, a cui siano stati addebitati dei sinistri con colpa, anche in concorso.
      Nonostante un ammonimento dell’Isvap, attraverso una circolare del 2010, le compagnie assicuratrici continuano a violare le norme che impongono loro l’obbligo a contrarre. Il rifiuto di assicurare un automobilista è considerata una pratica discriminatoria.
      E’ pertanto tuo diritto pretendere che l’assicurazione ti stipuli un nuovo contratto assicurativo tenendo in considerazione la tua storia assicurativa.
      In caso contrario puoi rivolgerti all’Isvap per inoltrare un esposto.
      Per cortesia tienici aggiornati.
      Grazie.
      Saluti.

    179. Salve ANNA,
      per legge le auto prive di copertura assicurativa (incluse le sospensioni di polizza) non devono sostare su una strada pubblica.
      Sarebbe meglio tenerla in un garage per essere sicuri che nessuno la possa spostare, ma se l’area condominiale non prevede il pubblico passaggio ed è soltanto un’area privata, allora può sostare anche senza copertura assicurativa.
      Saluti.

    180. la mia compagnia non mi vuole rinnovare l’assicurazione che scadra domani,oggi mi reco nella mia agenzia di assicurazione e scopro con sorpresa che non mi vogliono rinnovare la polizza avendo causato un ‘incidente nel 2010,esistono dei tempi di preavviso in cui ti dicono che la polizza non viene rinnovata e se si come posso difedermi visto che non mi hanno avvisato in alcun modo? grazie e saluti

    181. buongiorno,
      il quesito è il seguente: dal momento che per ragioni personali non userò l’auto per un lungo periodo, vorrei sapere se sospendendo l’assicurazione l’auto può rimanere all’interno dell’area condominiale dove è regolarmente parcheggiata o è obbligatorio ricoverarla in un box chiuso.
      Grazie

    182. Salve GIANNI,
      se nell’arco di 12 mesi dalla data di sospensione la polizza non viene riattivata, l’assicurazione si estingue e l’assicurato perde ogni diritto assicurativo, incluso il rimborso del premio pagato e non goduto. Gli assicuratori, a titolo di favore personale, potrebbero “ricordare” queste condizioni ai propri clienti, ma è innanzitutto un dovere dell’assicurato ricordare quanto stabilito dalle condizioni di polizza.
      Purtroppo sono delle dimenticanze che si pagano a caro prezzo.
      Saluti.

    183. Ciao, ho uno scooter dal 2001, nel 2007, visto che lo scooter lo uso solo nei mesi estivi mi viene proposta la Sospensione pagando circa 50€ in più ma così ne avrei potuto fruire più a lungo. Nel 2009 la sospendo per la seconda volta con ancora circa 120 gg da utilizzare. Nel 2010 non la riattivo per varie vicissitudini e quindi oggi 24 Maggio 2011(trascorsi + di 18 mesi dalla sospensione) mi reco in agenzia per riattivarla ma me la negano, mi dicono che non ho neanche diritto ad un rimborso che equivale a circa 80€. Detto che a me non mi è mai stato comunicato che avesse dei termini precisi la durata della Sospensione in tutte le circostanze possibili. Cosa devo fare?

    184. Salve FRANCESCO,
      le assicurazioni Rc Auto non prevedono delle penali per la disdetta anticipata, in quanto non esiste il concetto di disdetta anticipata se non per ragioni di perdita della proprietà dell’auto. Devi comunque concludere il periodo contrattuale di un anno di validità effettiva della polizza.
      Saluti.

    185. grazie mille per la chiarezza. quindi non potrei neanche fare una disdetta anticipata, anche pagando una penale?
      ancora grazie. a presto.

    186. Salve FRANCESCO,
      con la tua attuale assicurazione devi necessariamente finire l’annualità di copertura, per cui se deciderai di riattivare la polizza sarai vincolato ancora per altri sei mesi con la stessa compagnia assicuratrice.
      Il computo degli altri 6 mesi che ti rimangono, partono dal momento della riattivazione, pertanto dovrai iniziare a contare i 6 mesi rimanenti dal giorno in cui pagherai il secondo semestre, ad esempio: se la riattiverai a settembre, scadrà dopo 6 mesi, cioè a marzo 2012.

      E’ alquanto strano che in passato tu abbia sospeso delle polizze senza usufruire di un prolungamento della scadenza.
      Sarebbe il caso di fare chiarezza chiedendo delle precise motivazioni al tuo assicuratore.
      Ricordiamo un dettaglio importante: se la polizza rimane sospesa per più di un anno dalla data di sospensione, l’assicurazione scade e viene automaticamente annullata, con relativa perdita delle condizioni assicurative acquistate.
      Saluti.

    187. salve.
      ho un’assicurazione con pagamento semestrale. a dicembre, fine dei primi sei mesi, non avendo possibilità economiche, ho dovuto sospendere la polizza della mia auto.
      a fine giugno scade l’annualità, però ho intenzione di cambiare casa assicurativa. posso fare il cambio automaticamente senza pagare il secondo semestre, o devo pagare per forza per finire l’annualità con la mia attuale assicurazione?
      e se pago la seconda rata, l’assicurazione scade ugualmente a giugno o viene prolungata per altri sei mesi?
      perché mi è già capitato di dover sospendere per tre mesi l’assicurazione ma la scadenza è rimasta invariata come se non l’avessi bloccata.
      grazie in anticipo per la risposta.
      saluti.

    188. Salve CLARA,
      purtroppo questa è la procedura.
      Si tratta di una regola poco condivisibile e forse ingiusta, ma in caso di ritrovamento dell’auto, dopo la denuncia di furto e l’annullamento da parte della compagnia assicuratrice, si deve ripartire necessariamente dalla classe di ingresso, cioè dalla 14°, salvo facoltà dell’agenzia di concedere un trattamento privilegiato, il quale però non permetterà all’assicurato di godere dei vantaggi assicurativi maturati nel corso degli anni.
      Si tratta di una regola generale, che tutte le compagnie applicano in quanto per legge non viene stabilito un minimo lasso di tempo entro il quale l’auto possa essere ritrovata prima di procedere con l’annullamento del contratto.
      Saluti.

    189. salve
      il mese scorso ho subito il furto della mia automobile essendo stata asportata dal mio garage ma contentendo le chiavi l’assicurazione si è ritenuta di non dovermi “pagare” e fino qui OK sono stata dai Carabinieri che mi hanno rilasciato la denuncia, la mattina dopo ho consegnato il verbale alla mia assicurazione che il giorno dopo mi ha richiamato per restituirmi i soldi non “GODUTI” del premio. due settimane fa la mia macchina è stata ritrovata, ho contattato l’assicurazione per chiedere di riattivare la polizza e mi hanno detto che eraimpossibile perchè dopo un furto per legge non viene diciamo “sospsesa” ma completamente annullata, con il risultato che la mia compagnia mi chiedeva il doppio di quello che pagavo prima perchè stipulando una polizza nuova ho perso tutte le agevolazioni guadagnate come cliente nel corso degli anni?
      io mi chiedo, ma è vero che erano obbligati ad annullarla nell’immediato??? possibile che non ci sia un temp o minimo previsto per il possiobile ritrovamento del mezzo prima di chiudere una polizza?
      grazie mille

    190. Salve ALESSANDRO,
      evidentemente il tuo assicuratore ha un plurimandato, cioè può emettere polizze assicurative per più compagnie assicuratrici. Però per noi non è semplice stabilire quali movimenti di polizza sono stati fatti da una compagnia all’altra.
      L’unica cosa che possiamo consigliarti è quella di ottenere delle chiare indicazioni dal tuo assicuratore sulla scorta delle considerazioni che abbiamo fatto.
      Saluti.

    191. Buongiorno e grazie per la risposta, devo aggiungere un altro importantissimo dettaglio (purtroppo mi era sfuggito, forse perchè troppo evidente): il preventivo di assicurazione che mi è stato fatto dal solito assicuratore è stato fatto con un’altra compagnia, infatti c’è scritto “provenienza: altra compagnia”. Non ricordo bene se aggiungono o cambiano marchio, mi era arrivata una lettere non molto tempo fa.
      Ecco perchè mi aveva detto che chiunque può farmi un nuovo contratto… perchè lui lo ha fatto! E il mio “vecchio”? Come può farlo?
      Purtroppo prima della prossima settimana non riesco a tornarci a parlare.

    192. Salve ALESSANDRO,
      troviamo poco chiaro (per non dire “poco onesto”) quanto ti è stato esposto dal tuo assicuratore.
      Non possono esserci delle scappatoie.
      La riclassificazione della polizza deve essere fatta dalla tua attuale assicurazione e non da un’eventuale nuova compagnia qualora tu decidessi di cambiarla.
      Se ti rechi presso un’altra compagnia chiedendo di applicare il Bersani su un’auto intestata e già assicurata a tuo nome, questa non potrà farti un nuovo contratto utilizzando la classe di merito di un tuo familiare solo perché esibisci un attestato di rischio. Ciò sarebbe possibile se si trattasse di un nuovo acquisto di auto (nuova o usata), ma sulla tua attuale auto non è possibile poiché risulta essere un veicolo già assicurato a tuo nome.

      Passando al preventivo: la classe presa in considerazione da tutte le compagnie assicuratrici è la CU, mentre la classe di merito assegnata 1E è una classe interna, ed in quanto tale vale solo per la tua attuale compagnia assicuratrice. Ciò significa che se intendi cambiare compagnia il prossimo anno, questa ti farà un contratto in 13° CU (classe universale) e non potrà rispettare la classe interna della vecchia compagnia.
      Ti consigliamo di precisare alcuni concetti con il tuo assicuratore, soprattutto per ribadire che non potrai beneficiare del Bersani se cambi compagnia.
      Se il tuo attuale assicuratore ha commesso un errore, deve rimediare riclassificando il tuo contratto. Le altre compagnie non possono più farlo.
      Per cortesia, tienici informati.
      Grazie.
      Saluti.

    193. Salve, sono il ragazzo della richiesta del 13 Maggio.

      Sono stato oggi dalla mia assicurazione e ho fatto presente quanto successo e quanto mi è stato detto. Alla fine mi è stato proposto di portare a termine la mia attuale polizza che è stata riattivata con conguaglio (scade il 24/06), e quando vado per il rinnovo annuale mi modificano il contratto applicando la Bersani andando quindi a pagare circa 300€ in meno. Mi è stato detto che dato che l’assicurazione sarà in atto per pochi mesi è modificabile, e questo può essere fatto tanto da loro quanto da un’altra assicurazione, anche se ho riattivato la mia vecchia polizza.
      La mia domanda è: è vero? Cioè io posso portare l’attestato di rischio di un famigliare e farmi fare un nuovo contratto per una macchina che al momento è assicurata con un’altra assicurazione dove voglio?
      La seconda domanda (più importante) è questa: rileggendo il preventivo che mi è stato dato, questo riporta come classe di merito assegnata 1E, mentre come C.U. indica 14; è corretto? Cioè se io il prossimo anno volessi cambiare assicurazione per le altre sono in classe 13? Sarebbe assurdo, sarei obbligato a stare minimo 10 anni con questa assicurazione.

      Grazie per l’aiuto, Alessandro.

    194. Salve CARLO,
      se sono effettivamente queste le norme interne della compagnia si tratta di una violazione delle disposizioni ISVAP e dell’art. 171 del Codice delle Assicurazioni.
      Anche in caso di vendita di un motociclo (si tratta pur sempre di un veicolo a motore), le compagnie sono obbligate per legge a restituire il premio pagato e non goduto al netto delle imposte.
      Ti consigliamo pertanto di interpellare nuovamente il tuo assicuratore e di chiedergli di esibire la normativa interna della compagnia in cui viene specificato che per le moto non è contemplata la restituzione del premio pagato e non goduto. Inoltre puoi specificare al tuo assicuratore che si tratta di una violazione della normativa ISVAP, e che pertanto sarà tuo diritto rivolgerti a questo organo.

      Per cortesia tienici aggiornati.
      Saluti.

    195. Salve ELLA,
      l’assicurazione della tua amica è una rarità, ed è fortunata a non dover pagare alcunché all’atto della riattivazione.
      Per quanto riguarda i 36 Euro che ti hanno chiesto per riattivare la tua polizza, si tratta di una cifra che rientra nella media. Alcune compagnie chiedono addirittura 60 Euro per le spese necessarie a riattivare una polizza.

      Se invece ti hanno applicato ulteriori aumenti tariffari, in questo sito abbiamo accolto le testimonianze di altri assicurati che lamentavano situazioni in cui venivano applicati aumenti consistenti durante i mesi di sospensione.
      A nostro avviso, durante il periodo in cui la polizza non è attiva, le compagnie non possono applicare degli aumenti tariffari, ma a riguardo la questione è dibattuta, per cui consigliamo sempre agli assicurati di interpellare l’ISVAP, qualora si tratti di violazioni degli accordi contrattuali.
      Saluti.

    196. Salve,avrei bisogno di qualche delucidazione in merito.
      Ho appena venduto la mia amata moto(350 cc),mi sono recato presso l’agente della compagnia presso cui ho stipulato la polizza,(RC)per dare la disdetta dell’assicurazione (pagata il 21 aprile 2011),per cui non ho goduto nemmeno un mese del premio pagato e chiedendo se mi avrebbero rimborsato il premio non goduto.
      Mi e’ stato risposto che la loro compagnia rimborsa solo il premio non goduto sulle auto,ma la moto No!
      Chieto gentilmente delucidazioni in merito,in quanto ci sono rimasto un po male.
      Grazie.

    197. Il 10-12-2010 ho regolarmente pagato la 2° rata del contratto assicurativo relativo all’auto di mio figlio e dato che lui e’ partito x motivi di studio ho sospeso la polizza il 10-02-11 e ho chiesto l’attivazione qualche giorno fa’,trascorsi 3 mesi dalla sospensione,solo che nessuno mi aveva avvisata che avrei dovuto pagare un supplemento, mi hanno spiegato, x aumenti che sono avvenuti nel frattempo….Mi sembra un po’ una presa in giro dato xche’ parliamo dello stesso contratto, e poi xche’ la cifra pari a 36,00 mi sembra un po’ troppo….Come mi devo comportare?…Oltretutto da anni riattivo la polizza auto di una mia amica che trascorre periodi dell’anno all’estero e nn ho mai pagato niente….Saluti…

    198. Salve ALESSANDRO,
      l’assicuratore con cui hai parlato ha pienamente ragione.
      Quando hai venduto l’auto avrebbero dovuto annullare il vecchio contratto per vendita del veicolo, ma naturalmente tu avresti dovuto informare l’assicurazione circa la vendita del veicolo.
      Dando per scontato che tu lo abbia comunicato, il tuo assicuratore avrebbe dovuto restituirti la parte di premio pagata e non goduta (anche se si trattava di una polizza sospesa) e avrebbe dovuto stipulare la nuova polizza applicando il decreto Bersani (naturalmente se all’epoca la residenza era la medesima).
      A questo punto la difficoltà sarà quella di dimostrare che l’assicuratore non ti ha informato dell’opportunità di applicare il Bersani, anche se egli era obbligato a chiederti alcune informazioni per poterlo applicare (ad es. appartenenza allo stesso stato di famiglia di uno dei genitori).
      E’ vero che l’attestato di rischio vale 5 anni, ma una persona può decidere se utilizzarlo per assicurare un altro veicolo, oppure se usufruire della migliore classe di merito presente nel nucleo familiare.
      E’ quindi tuo diritto presentare al tuo assicuratore l’attestato di rischio di un tuo familiare e chiedere la riclassificazione della polizza in base alla classe di merito che ti spetta grazie all’applicazione del Bersani.
      In caso di rifiuto puoi esporre il caso all’ISVAP.
      Per cortesia, tienici informati.
      Grazie.
      Saluti.

    199. Salve IVO,
      una situazione analoga si è verificata anche con l’assicurazione di uno degli amministratori di questo sito.
      Purtroppo (per gli assicurati!), queste decisioni vengono prese sulla scorta delle regole interne adottate dalle singole compagnie assicuratrici, e riguardano le condizioni contrattuali che il cliente deve rispettare per ottenere l’esito desiderato.
      Saluti.

    200. Salve MARCO,
      dobbiamo chiederti una precisazione, visto che hai scritto nella sezione “Come sospendere una polizza assicurativa RC Auto”: vorresti sospendere o annullare totalmente la polizza?

      Se vuoi annullare la polizza, le assicurazioni possono essere disdette inviando una raccomandata A/R o un Fax almeno 15 giorni prima della scadenza annuale. Se tu hai appena stipulato un’assicurazione, potrai già inviare la disdetta, ma sarai comunque vincolato a mantenerla per un altro anno.
      Saluti.

    201. Salve, ringrazio anticipatamente per la disponibilità e pongo il mio quesito:

      Ho acquistato una nuova auto nel 2005, quando ancora il decreto Bersani non c’era. L’assicurazione, dato che avevo già due auto in famiglia assicurate con loro, mi ha fatto entrare in 9° classe invece che in 14°. Questa auto è stata venduta nel 2010 e l’assicurazione che sarebbe scaduta dopo oltre 3 mesi è stata sospesa; dopo poco meno di un anno (circa 2 mesi fa) ho acquistato una nuova auto, ho riattivato l’assicurazione e dato un piccolo conguaglio per il cambio di cilindrata. Questa assicurazione scadrà a Giugno, quindi sono andato questa mattina a ritirare un preventivo da un’altra assicurazione. Attualmente ho classe interna 4° e C.U. 9°, quindi il premio annuo preventivato è molto più alto. Parlando con l’assicuratore mi ha detto che avendo comprato un’auto nuova mi avrebbero dovuto fare un nuovo contratto rimborsandomi l’assicurazione sospesa e fatto entrare con la classe dei famigliari (1° B). E’ corretto? Perchè se fosse così dovrei pagare meno della metà del premio che attualmente pago. Posso fare qualcosa ora? Io al momento della riattivazione avevo chiesto se era possibile usufruire in qualche modo della Bersani, anche facendo scadere la mia vecchia polizza, ma mi era stato detto che per 5 anni mantengo la classe di merito, quindi era impossibile. Non vorrei essere stato preso in giro come mi sembra di aver capito…

      Mi scuso per la lunghezza della mia richiesta, grazie, Alessandro.

    202. Salve, ho rottamato un auto e la nuova mi arriverà tra due mesi. Alla richiesta di sospendere l’assicurazione, che scadeva due giorni dopo la rottamazione, mi rispondono che devo comunque saldare il premio e rinnovare la polizza per salvare il prezzo (in convenzione)….mi sembra assurdo questo comportamento: cosa mi assicurano visto che la vecchia auto non c’è più e la nuova non c’è ancora ?? saluti

    203. Salve ROSARIO,
      dipende dalle norme contrattuali predisposte dalla tua compagnia assicuratrice. Per questo, ti consigliamo di leggere attentamente tutte le condizioni di polizza.
      Solitamente il contratto può essere sospeso dopo un periodo minimo di 3 mesi di copertura, quindi non dovresti avere problemi.
      Il pagamento del secondo semestre avverrà quando deciderai di riattivare la polizza e solo dopo che sarà trascorso il periodo rimasto dal primo semestre.
      Facciamo un esempio: se sospendi la polizza dopo 3 mesi dalla stipula, te ne rimangono altri 3, i quali incominceranno a decorrere dal momento della riattivazione. Quando riattiverai la polizza non dovrai pagare immediatamente il secondo semestre, perché dovrai ancora usufruire dei 3 mesi rimasti. Il secondo semestre, quindi, dovrà essere pagato dopo altri 3 mesi.
      Saluti.

    204. Salve a tutti.
      Devo assicurare una macchina per un anno con pagamento semestrale. Intendo sospendere l’assicurazione durante l’anno, lo posso fare anche nei primi 6 mesi di assicurazione, oppure solo dopo aver pagato il secondo semestre e cioè tra 6 mesi?
      Se la sospensione posso farla nel primi 6 mesi, il pagamento del secondo semestre bisogna pagarlo comunque tra 6 mesi? Grazie

    205. Salve GIULIANA,
      al di là della convenienza dell’operazione da effettuare, la legge impone che quando cessa il rischio assicurato, cioè quando non ci sono più le condizioni per l’esistenza di un’assicurazione, l’assicurato debba obbligatoriamente comunicare al proprio assicuratore la disdetta della copertura assicurativa.
      Nel tuo caso, il rischio assicurato è venuto meno per rottamazione del veicolo, per cui devi informare dell’accaduto il tuo assicuratore, il quale provvederà a restituirti la parte di premio pagato e non goduto e ti rilascerà un attestato di rischio che potrai utilizzare nei prossimi 5 anni per assicurare un altro eventuale veicolo, mantenendo la 10° classe. Quindi, anche se non possiedi più un’auto con relativa assicurazione, potrai assicurare un’altra auto senza dover ripartire dalla 14° esibendo il tuo attestato di rischio, a patto che la prossima assicurazione venga effettuata nei prossimi 5 anni.
      Saluti.

    206. Salve, a seguito di sinistro ho dovuto demolire la mia autovettura.In questo momento non ho intenzione di prendere un’altra auto.Cosa mi conviene fare? Estinguere la polizza e chiedere il rimborso del premio non goduto o chiedere una sospensione?mi interessa soprattutto per la mia classe di merito (10°). Se dovessi estinguere la polizza e poi decidere di riattivarla con la stessa compagnia o un’altra dovrei ripartire dalla 14°?Grazie

    207. Salve ANGELA,
      occorre sapere se le norme contrattuali della tua compagnia prevedono che l’assicurazione debba essere sospesa per almeno 3 mesi. Se c’è questo vincolo non puoi riattivare la stessa polizza sull’auto nuova, ma dovrai attendere la scadenza dei 3 mesi.
      Ti consigliamo di contattare il tuo assicuratore per capire se i 3 mesi di sospensione sono inderogabili, oppure se la compagnia può ammettere la riattivazione qualora prima dei 3 mesi il veicolo dovesse essere sostituito (come nel tuo caso).
      Saluti.

    208. salve dopo il furto della mia macchina,mi hanno consigliato di sospendere l’assicurazione per un minimo di 3 mesi! fortunatamente ho trovato un’altra macchina che può interessarmi, l’assicurazione posso sbloccarla e passarla sull’auto nuova calcolando che comunque i 3 mesi non sono ancora scaduti?

    209. Salve DANIEZ,
      hai due alternative:
      1) decidere di sospendere la polizza solo per evitare di pagare l’assicurazione, ma in questo modo se non la riattiverai più entro 12 mesi dalla sospensione, la compagnia annullerà il contratto.
      2) a prescindere dalla sospensione, qualunque auto deciderai di acquistare potrà essere assicurata usufruendo del decreto Bersani e partire con la con la 6° classe. Ciò significa che potrai acquistare un’altra vettura, e potrai decidere di intestarla e assicurarla indifferentemente a te o a tua moglie senza dover ripartire dalla 14° classe (anche se nel frattempo la polizza della prima auto dovesse essere sospesa), poiché verrà considerata come un’auto aggiuntiva, e cioè un’auto che può essere assicurata con la migliore classe di merito presente all’interno del nucleo familiare, ovvero la 6° CU.
      Quindi, l’assicurazione di un’eventuale auto che deciderai di acquistare non è legata all’assicurazione sospesa. In base al decreto Bersani, tutte le auto aggiuntive possono essere assicurate con la classe di merito più vantaggiosa, che nel tuo caso corrisponde alla 6°.
      Saluti.

    210. Salve,
      Anche io vorrei sospendere l’assicurazione ma la mia situazione è un po particolare.
      Ho due auto assicurate e intestate, solo che un auto la utilizzo io un altra mia moglie.
      L’auto di mia moglie è alla classe di merito 6 l’auto mia alla classe di merito 10.
      Ora ho deciso per le troppe spese di fermare la mia auto e sospendere l’assicurazione. Una volta deciso di acquistare un altra auto l’assicurazione mi fa partire dalla sesta categoria o dalla decima?
      Grazie tante

    211. Salve DANILO,
      per assicurarla puoi recarti presso qualsiasi assicurazione e chiedere un normale preventivo. In quell’occasione puoi chiedere all’assicuratore di consultare la “banca dati Ania” per sapere qual è stata l’ultima compagnia assicuratrice che ha fornito un’assicurazione per quella moto.
      Saluti.

    212. Salve GREGORIO,
      la spiegazione che ti è stata riferita sembra alquanto strana.
      Le assicurazioni non possono vietare ad un cliente di vendere la propria auto, nemmeno quando il contratto è stato sospeso.
      Anzi, in casi di vendita del veicolo si verifica la cessazione del rischio assicurato, e la compagnia (dietro consegna di certificato, contrassegno e atto di vendita) è obbligata a restituire l’eventuale premio pagato e non goduto.
      Ti consigliamo di chiedere al tuo assicuratore per quale motivo ti vietano di vendere l’auto, e perché ha fatto riferimento al nuovo proprietario.
      E’ necessario conoscere maggiormente la questione, poiché sicuramente si tratta di un fraintendimento tra di voi.
      Saluti.

    213. Salve, volevo chiederle una consulenza, vorrei assicurare una moto che da più di 5 anni non viene assicurata, cosa devo fare? e poi è possibile risalire con quale compagnia era assicurata se non si hanno più i documenti assicurativi?
      grazie

    214. Prima della scadenza semestrale ho fermato l’assicurazione. Adesso ho deciso di vendere l’auto ma la mia compagnia mi dice che non posso venderla prima di luglio perchè in nuovo proprietario non può stipulare una polizza sull’auto.

    215. Salve ANTONIO,
      non puoi trasferire l’assicurazione di un veicolo su un altro veicolo che già possiede un’assicurazione e una storia assicurativa, anche se scaduta. Forse lo scopo è quello di utilizzare una classe di merito più vantaggiosa, ma le compagnie assicuratrici lo vietano, in quanto apparirebbe un metodo per aggirare quanto stabilito dalla legge Bersani.
      Proprio perché l’auto con polizza scaduta possiede già un’assicurazione, non puoi sostituirla con un’assicurazione più vantaggiosa. Inoltre quando venderai l’altra auto, dovrai comunicare la cessazione del rischio al tuo assicuratore, e l’attestato di rischio che ti verrà consegnato o spedito potrà essere utilizzato solo per assicurare un ulteriore veicolo, cioè una qualsiasi altra auto (nuova o usata) che eventualmente deciderai di acquistare nei prossimi 5 anni.
      Saluti.

    216. salve,volevo chiedervi una cosa..ho 2 macchine intestate e su una delle 2 mi e scaduto il contratto e per ora nn ho intenzione di assicurarla anche se per legge dell’isvap nn si puo tenere fermo un veicolo nn assicurato neanche in un box..mentre l’altra auto sto decidendo di venderla e volevo appunto sapere se potevo trasferire l assicurazione su questa con contratto scaduto….saluti

    217. Salve VALENTINA,
      effettivamente la situazione è un po’ ingarbugliata, e l’unico consiglio che possiamo darti in merito alla vicenda è quello di segnalare l’accaduto all’Isvap, qualora tu dovessi riscontrare delle anomalie o una mancanza di correttezza da parte dell’assicuratore.
      Dopo aver venduto la Zafira, avreste dovuto annullare l’assicurazione per cessazione del rischio assicurato in seguito a vendita del veicolo, e richiedere la restituzione del rimanente premio pagato e non goduto. Poi, una volta acquistata la Matiz, riaprire una nuova assicurazione con la stessa classe di merito che avevate per la Zafira.

      La differenza di premio con la nuova polizza o con l’eventuale vecchia riattivata può dipendere da tutta una serie di circostanze, la principale delle quali potrebbe essere un semplice aumento di tariffa della compagnia assicuratrice o l’assenza di eventuali sconti e condizioni privilegiate legate all’anzianità della polizza che avevate sulla Zafira, ma che ora non possono più essere applicati.
      Quando si attiva una nuova polizza il costo non è mai uguale a quello di una polizza precedente, soprattutto perché, come detto precedentemente, nel frattempo le compagnie assicuratrici hanno applicato degli aumenti di tariffa, ovvero i famosi aumenti che colpiscono ogni anno gli assicurati.
      Per cortesia, se lo desideri, tienici aggiornati sull’evoluzione della vicenda.
      Grazie.
      Saluti.

    218. Salve,spero che lei mi possa aiutare.
      In data 31/01/2011 mio padre a venduta la sua auto Opel Zafira 2000 diesel,il termine di scadenza dell’assicurazione era 17/03/2011, ho contattato l’assicurazione per comunicarle l’avvenuta vendita e chiedevo sopensione della stessa in attesa di acquistarne una nuova. L’assicuratore mi disse di inviare un fax coi relativi incartamenti e nel farlo scrissi a mano quello già comunicato via telefonica.
      A metà febbraio abbiamo aqcuistato una nuova auto Chevrolet matiz 800 gas, contatto lo stesso intermediario, come da lui suggeritomi, per comunicargli del nuovo acquisto e quindi di voler riattivare la polizza sulla nuova auto. Mi disse che l’unico modo per poter assicurare il nuovo mezzo avrei obbligatoriamente dovuto stornare la vecchia poliza e richiederne una nuova. In data 16/02/2011 l’intermediario mi invia tramite fax il preventivo di 885 euro. Stranita dalla situazione richiamai l’assicuratore chiedendogli spiegazioni relative all’impossibilità di riattivare la vecchia poliza ed egli mi ribadi che l’unico modo era quello che mi aveva detto e che avrei dovuto inviare tramite fax alla sua attenzione richiesta di storno. In buona fede ho accettato. Verso fine marzo mi è arrivato il tagliando assicurativo della mia vecchia auto che andava dal 17/03/2011 al 17/09/2011 di 416.41., lo rinviato a loro con su scritto “stornata per vendita” dietro loro direttive. In dato mamento non ci feci caso poi informandomi bene l’assicuatore non avrebbe potuto farlo. Ieri mi sono messa a telefono per cerca di chiarire la situazione, dopo varie telefonate e vi richiameremo sono riuscita aparlare con il responsabile e informarlo dell’accaduto, specialmente della mancata trasparenza. Oggi mi chiama l’intermediario dicendomi che lui l’aveva fatto per me altrimenti sarei stata senza auto per altro tempo, io gli ho detto non mi sarebbe costato nulla essere senza auto perchè ne avevo un altra, ma quello che volevo sapere perchè anche con i nuovi aumenti avrei pagato di meno con la mia vecchia auto di cilindrata maggiore???A farfugliato delle cose ma vistosi alle strette ha anche detto che poensava che io volessi cambiare assicuarazione ed il perchè dello storno, poi quando ho chiesto le registrazioni delle telefonate, obligo di legge, si è arrabbiato e mi fa chiamare domani dal responsabile.
      Scusate se mi sono dilungata, ma quello che volevo sapere se mi avesse riattivato la poliza sospesa sulla uova auto avrei duvuto pagare di meno di una nuova polizzaq???Da premettere che i contraenti sono gli stessi.
      Grazie mille

    219. Salva FABIO,
      grazie per la precisazione.
      Trattandosi di scadenza annuale quella prevista a novembre 2010, ribadiamo che la disdetta doveva essere comunicata almeno 15 giorni prima tramite Raccomandata a/r o Fax. Le e-mail non sono ritenute un mezzo valido di comunicazione formale, quindi la tua Compagnia può anche non ritenerla valida, e se si tratta di polizza con tacito rinnovo, la Compagnia può obbligarti a pagare il rinnovo del premio per un altro anno, attraverso l’invio della tua pratica assicurativa all’ufficio legale, con ulteriore addebito di spese legali.
      Dovresti quindi appurare se l’assicuratore ti ha sottoposto la nuova polizza solo in seguito ad una tua richiesta (a titolo di preventivo informativo), oppure se si tratta di un obbligo contrattuale per aver stipulato una polizza con tacito rinnovo.
      Ti consigliamo di controllare il contratto assicurativo, poiché se non è una polizza che si rinnova automaticamente ad ogni scadenza annuale, non sei obbligato a pagarla per un altro anno, e dunque puoi recarti presso una qualsiasi altra Compagnia per assicurare la moto (sperando di pagare un premio inferiore).
      Saluti.

    220. Salve, non mi sono spiegato in maniera perfettamente chiara. L’assicurazione pagata a maggio 2009 sarebbe dovuta scadere a maggio 2010. Avendola, però, sospesa nel periodo compreso tra ottobre 2009 e aprile 2010, la scadenza è stata posticipata a novembre 2010.
      Quindi la scadenza effettiva, come da contratto, è scaduta a novembre 2010, non ho fatto ulteriori sospensioni.
      La ringrazio per l’attenzione.

    221. Salve FABIO,
      effettivamente la comunicazione di disdetta della polizza deve essere comunicata almeno 15 giorni prima della scadenza annuale tramite Fax o Raccomandata A/R, altrimenti detta comunicazione non è ritenuta valida.

      Dobbiamo però comprendere meglio un dettaglio: la scadenza annuale della polizza era a novembre 2010 o è a maggio di quest’anno? La polizza è stata sospesa e quindi è slittato di qualche mese il termine annuale della copertura?
      Se non abbiamo interpretato male la tua descrizione, il premio è stato pagato a maggio 2009 con scadenza maggio 2010, quindi a maggio 2010 avresti pagato la 1° semestralità fino a novembre 2010.
      Questo dettaglio è importante per capire se rientri ancora nei termini per inviare la raccomandata o il Fax per la disdetta, poiché se la scadenza della copertura annuale è a maggio 2011, sei ancora in tempo per inviare il recesso, e quindi non sarai obbligato a rinnovare la polizza per un altro anno.
      Saluti.

    222. Salve, la mia assicurazione moto è scaduta a novembre 2010, non l’ho rinnovata in quanto non la uso durante il periodo invernale, ed ho inviato all’intermediario che segue la mia pratica assicurativa una comunicazione tramite posta elettronica che, se intenzionato a rinnovare, li avrei contattati verso aprile/maggio 2011, questo circa una settimana prima della scadenza.
      Alla mia richiesta di offerta di rinnovo fatta adesso, non alla scadenza di novembre, nonostante passaggio a classe di assegnazione cu inferiore e rimozione della polizza furto incendio, mi è stato sottoposto un prezzo pari al 18,3% in più rispetto a quanto pagato precedentemente (maggio 2009, l’assicurazione era già stata sospesa una volta).
      Verificando la documentazione in mio possesso, mi sono accorto che per disdire l’attuale polizza avrei dovuto mandare una comunicazione tramite raccomandata a/r o telefax almeno 15 giorni prima della scadenza.
      Non avendo mandato questa comunicazione 15 giorni prima della scadenza, nonostante siano passati più di 4 mesi dalla scadenza, ho comunque l’obbligo di rinnovare l’assicurazione con la mia “attuale” compagnia??
      Grazie

    223. Salve GIORGIO,
      tuo padre deve presentare all’assicuratore il certificato di rottamazione dell’auto insieme al tagliano e al certificato assicurativo. In questo modo potrà trasferire la sua attuale classe di merito su un’altra auto entro un massimo di 5 anni dalla data di rottamazione dell’auto.
      Saluti.

    224. Salve, mio padre ha dato in rottamazione la sua auto, volevo sapere se la polizza assicurativa l’ha persa e deve rifarne una nuova,oppure puo usufruire ancora della vecchia polizza. Dico questo perché ho letto che la polizza ha una scadenza fino a 5 anni. Distinti saluti Giorgio

    225. Salve ANGELO,
      quando si riattiva una polizza le compagnie assicuratrici richiedono il pagamento di una cifra, che in media è di 30-40 euro, a titolo di commissioni e spese amministrative. Nonostante il costo non sia irrisorio, è comunque una pratica legittima.
      Saluti.

    226. Salve, vorrei dei chiarimenti in merito alla riattivazione dell’assicurazione, nel mese di ottobre 2010 ho bloccato l’assicurazione della mia moto, qualche giorno fa (marzo 2011) sono andato in assicurazione per riattivarla, per questa operazione mi hanno chiesto €.45,00, pari al 20% del premio assicurativo annuale (pago €.225,00), mi chiedo se tutto questo è legale.
      Grazie.

    227. Salve GIANCARLO,
      se intendi mantenere l’auto, cioè se non intendi venderla, rottamarla o consegnarla in conto vendita, ti conviene chiedere al tuo assicuratore se è possibile sospendere la polizza. Allo stato attuale non dovrebbe più essere possibile poiché l’assicurazione è già scaduta da 10 giorni, ma tentare non nuoce.

      Bisogna però specificare una cosa: se la compagnia non dovesse permetterti di sospendere la polizza, saresti obbligato a rinnovare l’assicurazione anche se non userai l’auto per diverso tempo. Questo è un obbligo che dipende dalle polizze con tacito rinnovo annuale. Se invece si tratta di una polizza senza tacito rinnovo, allora non sarai obbligato a pagare l’assicurazione per un altro anno, ma dopo 3 mesi potresti perdere la classe di merito maturata fino ad ora.
      Pertanto ti consigliamo di accertare la tua posizione assicurativa parlandone con il tuo agente.
      Saluti.

    228. salve volevo sapere:a me e’ scaduta l’assicurazione da 10 giorni e con attestato di rischio dovrei fare il rinnovo,causa lavoro devo stare fuori quindi nn vorrei assicurare il mezzo per questo anno visto che nn ne usufruisco.
      la mia domanda e’ se io nn rinnovo l’assicurazione per questo anno perdo la classe di merito?.opurre come faccio a mantenerla?

    229. Salve NELLO,
      solitamente le polizze si possono sospendere per un periodo non superiore ad un anno, ma è necessario controllare se questa possibilità è esplicitamente prevista dalle condizioni contrattuali, altrimenti può darsi che la tua compagnia non la preveda.
      La sospensione, se ammessa, può essere effettuata senza alcun motivo particolare.
      Ti consigliamo pertanto di controllare quanto riportato nel contratto assicurativo o di interpellare il tuo agente assicuratore.
      Saluti.

    230. Volevo sapere , se e possibile bloccare lassicurazione per un periodo , e se occorre un motivo specifico. grazie

    231. Salve ROCCO,
      Nella maggior parte dei casi le compagnie assicuratrici non riconoscono la validità, ai fini della Bersani, delle volture che avvengono all’interno dello stesso nucleo familiare.
      La Bersani parla di “ulteriore veicolo” acquistato dall’assicurato o da un convivente, quindi non ipotizzerebbe un passaggio di proprietà per un veicolo già appartenente alla famiglia.
      L’unico caso riconosciuto anche dall’Isvap si riferisce al trasferimento della proprietà di un veicolo tra coniugi in regime di comunione dei beni. Ciò non significa che la vostra Compagnia non riconosca a priori un eventuale passaggio di proprietà tra te e tua madre, però, prima di fare qualsiasi cambiamento vi consigliamo di chiedere al vostro assicuratore se la Compagnia riconosce le volture tra parenti.
      Quindi, ti consigliamo di chiedere al tuo assicuratore quali sono le regole interne adottate dalla Compagnia nelle ipotesi di trasferimento di proprietà tra familiari che non siano coniugi.
      Saluti.

    232. Salve,
      vorrei avere una delucidazione in merito ad una situazione un po delicata.
      Mia madre ha intestata un auto e la relativa polizza RCA che scade nel 2012.
      Adesso ho la necessità di fare il passaggio di proprietà dell’auto e intestarla a me.
      Posso trasferire la polizza a me ?
      Se ne faccio un altra con il decreto bersani mia mamma viene rimborsata ?
      Grazie a tutti

    233. Salve MARIA,
      hai diritto al rimborso del premio pagato e non goduto pari al periodo di tempo che va da quando comunichi alla tua assicurazione la volontà di annullare la polizza, fino alla scadenza prolungata in seguito a sospensione.
      Quindi, se grazie alla sospensione ti rimanevano ancora 5 mesi di copertura da sfruttare, potrai ottenere un rimborso decurtato di una piccola somma per le tasse.
      Saluti.

    234. grzie mille per la risposta. ma in caso in cui assicuro la nuova auto in un’altra compagnia, ho diritto ugualmente al rimborso dei 5 mesi in cui non ho avuto l’auto, oppure no? grazie

    235. Salve MARIA,
      se decidi di cambiare compagnia assicuratrice la tua agenzia è obbligata a rilasciarti l’attestato di rischio. Devi soltanto annullare la sospensione e richiedere l’ultimo attestato di rischio.
      Visto che a settembre hai sospeso la polizza, però non hai fatto in tempo a maturare un’altra classe di merito (non è terminato il periodo di osservazione = i 2 mesi che precedono la scadenza del contratto), quindi è probabile che il tuo assicuratore ti riferisca che la classe di merito attualmente in tuo possesso è quella che figura sull’attestato di rischio che ti è stato recapitato per posta a gennaio 2010.
      E’ comunque tuo diritto ottenere una copia di quell’attestato dal tuo assicuratore.
      Saluti.

    236. buonasera, complimenti per il sito e la tempestività delle risposte. forse mi ripeto, vi spiego brevemente il mio caso: ho sospeso la mia polizza a settembre 2010 per vendita del mezzo…la polizza aveva la scadenza annuale a febbraio 2011. ora sono in procinto di acquistare un’auto nuova, volevo sapere, se la mia vecchia assicurazione può rilasciarmi l’attestato di rischio per assicurare l’auto in un’altra compagnia? oppure devo per forza riattivarla con loro?( per non perdere classe di merito e soldi!)… io non ho fatto nessuna disdetta alla scadenza essendo ancora indecisa, solo la sospensione a settembre. grazie in anticipo.

    237. Salve CARMINE,
      purtroppo è quello che sta accadendo alla maggior parte degli assicurati da circa un anno a questa parte.
      La faccenda è singolare, o per meglio dire poco corretta, ma si tratta di una conseguenza dello strapotere esercitato dalle compagnie assicuratrici. Queste, applicano delle maggiorazioni tariffarie giustificandosi con gli eccessivi costi sostenuti per i risarcimenti dovuti ad incidenti fasulli o ingigantiti (truffe assicurative).
      Tuttavia il premio non dovrebbe essere ricalcolato durante l’anno, bensì alla sua scadenza.
      Bisogna però appurare se la nuova auto ha la stessa cilindrata, cavalli e alimentazione della precedente, poiché in caso di variazione di questi elementi possono scattare degli aumenti.
      Saluti.

    238. Salve,
      le spiego la mia situazione:
      a settembre ho pagato il primo semestre della mia RCA (330,00€), a febbraio ho rottamato l’auto e comprata una nuova perciò ho fatto la voltura che mi è costata un aumento di 26,00 €. Ora a Marzo dovrei pagare il secondo semestre, ma l’assicurazione mi ha detto che avendo fatto la voltura è stato ricalcolato il premio RCA, e che essendoci stati degli aumenti, invece di 330,00 € (il premio annuale alla stipula del contratto era 660,00€) dovrò pagare ben 480,00€.
      A me sembra una cosa assurda!
      E’ giusto quello che mi hanno detto, o stanno cercando di prendermi in giro??
      La ringrazio anticipatamente!

    239. Salve TOMASO,
      non è possibile sospendere la polizza. Quando un’auto viene sequestrata, il legittimo proprietario non può modificare nulla. Inoltre per sospendere la polizza la tua compagnia potrebbe richiederti la restituzione del certificato e del contrassegno esposto sul vetro dell’auto, ma se tu non puoi ritirare questi documenti dall’auto in quanto è sottoposta a sequestro, non sei nemmeno in grado di consegnarli al tuo assicuratore.
      Ti consigliamo comunque di chiedere ulteriori informazioni alla tua compagnia assicuratrice, per conoscere quali sono le loro regole in fatto di sospensione della polizza. Può anche darsi che non richiedano la restituzione dei documenti.
      Saluti.

    240. Salve CHIARA,
      grazie per aver esposto il tuo quesito in maniera dettagliata e comprensibile.
      Quando si stipula una polizza, ovvero quando si rinnova, l’assicuratore prende come riferimento il valore della CU (classe di merito universale) riportato sull’ultimo attestato di rischio che ti viene consegnato per posta o direttamente in agenzia.
      Visto che tu hai venduto lo scooter qualche mese prima della consegna del nuovo attestato di rischio, quando ti recherai in agenzia per assicurare il tuo nuovo mezzo, l’assicuratore utilizzerà il tuo ultimo attestato di rischio, cioè quello che ti è stato consegnato nel 2010 con CU 13.
      Per maturare la 12° CU avresti dovuto vendere lo scooter 125 dopo la consegna del nuovo attestato di rischio, il quale ti sarebbe stato consegnato almeno 30 giorni prima della scadenza della polizza. Ciò significa che se tu in data 30/05/2011 (o poco prima) avessi ricevuto il nuovo attestato di rischio, avresti potuto assicurare successivamente il tuo nuovo scooterone usufruendo di una classe in più rispetto a quella attuale, cioè in 12°.
      Saluti

    241. La mia auto è sotto sequestro per guida in stato di ebrezza per sei mesi. Per questo periodo posso sospendere la copertura assicurativa R.C.A. in quanto non mi è possibile l’utilizzo del veicolo?
      Il veicolo si trova in un garage privato.

    242. Buon Giorno. Vi contatto per sottoporVi un quesito: ero proprietaria di uno scooter 125 regolarmente assicurato con polizza in scadenza il 31/05/2011 con classe di merito 13 (sarei passata in 12 a partire dal giugno 2011). In data 15/02/2011 ho venduto lo scooter, ed ho effettuato l’annullamento della polizza per cessazione del rischio, poichè la mia compagnia (AXA assicurazioni) non permette la sospensione della polizza per gli scooter, e mi è stato riconosciuto un rimborso del premio non goduto dal 15/02/11 al 31/05/11. Ora ho effettuato l’acquisto di un nuovo mezzo, uno scooter 400 di cilindrata, ed ho contattato la compagnia AXA per comunicare che tra pochi giorni avrò la targa. Mi hanno però detto che dal giorno in cui sottoscrivo la nuova polizza per il 400, e per i successivi 12 mesi, continuerò a mantenere la classe 13 anche se con il 125 a giugno sarei passata in 12, poichè conservo la classe di provenienza ma non maturo quella nuova. Ora io mi chiedo: se avessi venduto lo scooter a giugno avrei maturato la nuova classe di sicuro, ma se l’avessi venduto il 30/05/11 quando la polizza scadeva il 31/05/11 avrei comunque perso una classe?

    243. Salve LINO,
      non riusciamo a comprende il significato della frase “……dimostrare che la moto è stata ferma e quindi pagare direttamente la nuova rata e circolare liberamente”, per cui avremmo bisogno di un chiarimento.
      Tuttavia, il giorno 11 di questo mese scade la copertura annuale, ciò significa che devi rinnovare per un altro anno (pagamento 6 mesi + 6 mesi) l’assicurazione, anche se la moto non la utilizzi o la utilizzi poco.
      Le assicurazioni RC auto-moto hanno una durata annuale, mentre la semestralità nel pagamento è solo un’opzione concessa dalle compagnie assicuratrici per dimezzare il premio in due rate. Chiamiamola un’agevolazione per i clienti, ma la durata del contratto va sempre intesa per un’annualità.

      Ormai non puoi più comunicare alla tua Compagnia la disdetta della polizza, poiché rimangono meno di 15 giorni al giorno della scadenza (per legge il recesso contrattuale va comunicato tramite Fax o Raccomandata almeno 15 giorni prima del termine della copertura annuale), inoltre non puoi nemmeno annullare la polizza, poiché l’annullamento è previsto in caso di vendita, consegna in conto vendita, rottamazione, furto, cessazione definitiva della circolazione, esportazione all’estero, quindi, visto che possiedi ancora la moto sarai costretto a rinnovare per un altro anno la polizza assicurativa.
      Saluti.

    244. Salve ho una polizza annuale Full Optional x una moto emessa l’11/03/2010 ma con pagamento semestrale.Sul contrassegno rilasciatomi mi dice che cmq la scadenza del periodo assucurativo x cui il premio è stato pagato è in data 11/09/2010 poi la moto non l’ho più usata anche perchè aveva bisogno di manutenzione e tagliandi vari…adesso che la 2a semestralità mi scade tra pochissimi gg 11/03/2011 vorrei sapere se ho qualche possibilità burocratica x dimostrare che la moto è stata ferma e quindi pagare direttamente la nuova rata e circolare liberamente…grazie saluti

    245. Salve MAURO,
      la ringraziamo per l’apprezzamento e l’interesse dimostrato.
      Siamo lieti di sapere che i nostri interventi possono costituire un aiuto aggiuntivo per gli assicurati, i quali, spesso, si trovano in difficoltà di fronte all’interpretazione e all’applicazione di normative assicurative poco chiare, a volte anche per gli stessi assicuratori.
      Cordiali saluti.

    246. Sono un Comandante di Polizia Locale: complimenti per la semplicità e per la chiarezza delle risposte. Mi sono imbattuto per caso nel vostro sito, ma devo dirvi che mi siete stati molto utili. Vi ringrazio per la serietà con cui trattate gli argomenti che vo vengono sottoposti.
      Mauro

    247. Salve MICHELE,
      quando si riattiva una polizza è normale pagare una certa somma per le “pratiche di segreteria”, ovvero dei costi che la compagnia addebita al cliente per rendere questo servizio. Il costo può variare da compagnia a compagnia, la media è di 30-40 Euro, ma può darsi che la tua compagnia sia tra le più onerose.
      Alcuni assicuratori dicono che durante la sospensione si verificano degli aumenti, ma in realtà una polizza sospesa non potrebbe subire degli aumenti, in quanto è già stata attivata e quindi gli aumenti dovrebbero partire al momento del rinnovo dell’annualità successiva, e non in corso di sospensione.
      Saluti

    248. Salve ho una polizza auto per cui ho pagato il premio assicurativo in data 06/09/2010, scadenza 06/09/2011. L’ho sospesa dal01/12/2010 al16/02/2011 ed al momento della riattivazione mi anno chiesto 55,00 euro perche c’erano stati degli aumenti durante la sospensione della polizza. E’ possibile? GRAZIE

    249. La ringrazio per la puntuale e tempestiva risposta, volevo comunque precisare una cosa .
      I vigili urbani intervenuti per i rilievi mi hanno consigliato loro di levare il contrassegno ed il certificato dalla macchina proprio per chiedere la sospensione.
      Saluti e grazie ancora per la risposta

    250. Salve WALTER,
      quando un’auto è sottoposta a sequestro giudiziario, viene sottratta alla disponibilità del proprietario, pertanto non è possibile effettuare nessun cambiamento, nemmeno per quanto riguarda la copertura assicurativa. Inoltre per sospendere l’assicurazione è necessario consegnare alla compagnia assicuratrice il contrassegno ed il certificato, i quali essendo contenuti nell’auto sequestrata non possono essere presi dall’assicurato.
      Saluti

    251. Salve,
      una domanda semplice semplice:
      il 21 gennaio sono stato coinvolto in un grave incidente, ed il magiastrato per verificare la dinamica ha posto sotto sequestro, con trasporto a deposito giudiziario, tutte le macchine coinvolte.
      Vorrei sapere se è possibile sospendere l’assicurazione.
      grazie

    252. Salve PAMELA,
      quando si vende un’auto è necessario disdire l’assicurazione, poiché si verifica quello che in base alle norme assicurative viene definita la “cessazione del rischio“, cioè non esiste più una situazione rischiosa determinata dalla circolazione del veicolo.
      E’ probabile, però, che il tuo assicuratore abbia applicato una delle regole che l’autonomia contrattuale riserva alle compagnie assicuratrici. Probabilmente ti è stata garantita la possibilità di mantenere la classe di merito come nel caso di ANGELO (vedi commento precedente).
      Bisogna però rilevare che se il tuo intento era quello di mantenere la classe di merito con la previsione di acquistare un veicolo entro 5 anni dalla data di vendita del veicolo, avresti potuto evitare di sospendere l’assicurazione, in quanto ti sarebbe bastato conservare l’attestato di rischio con validità quinquennale.
      Se invece, non prevedi di acquistare un veicolo nei prossimi anni, forse il tuo assicuratore ti ha consigliato la soluzione più opportuna.

      Ti consigliamo, comunque, di chiedere al tuo assicuratore per quanti anni potrai sospendere-riattivare la polizza, poiché è probabile che la compagnia consenta di effettuare questa operazione per un numero limitato di volte.
      In altri termini, tutto dipende dalle regole stabilite dalla compagnia assicuratrice di appartenenza.
      Saluti

    253. Salve. Io dovevo partire per lavoro all’estero qualche tempo fa. A quel tempo avevo una macchina che era co intestata con un genitore. Una volta venduta la macchina ho fatto sospendere l’assicurazione dell’auto così da farla aprire solo una volta l’anno e poi ri bloccarla, dal momento che non ho bisogno di auto al momento e ovviamente non volevo perdere la classe di merito. Detto questo mi è sorto il dubbio sulla fattibilità della cosa. L’assicuratore non ha mai dato problemi. Mi può confermare che la cosa sia effettivamente legale? Grazie.

    254. Salve ANGELO,
      anche uno degli amministratori di questo sito ha avuto una risposta simile dal proprio assicuratore ed effettivamente è una condizione che può essere applicata dalla compagnia assicuratrice grazie all’autonomia contrattuale di cui gode. Per cui è una pratica legittima, anche se può risultare poco condivisibile.
      Saluti

    255. Ho sospeso l’assicurazione, perche ho dovuto demolire l’automobile, alla scadenza annuale per non perdere la classe di merito guadagnata mi è stato detto ke loro mi avrebbero rimborsato la cifra ma che per rinnovare la riattivazione e subito dopo la sospensione avrei dovuto sborsare altri 100 euro, e ogni anno cosi finche nn mi decido a prendere un’ altra auto, altrimenti scadenza dell’anno lasciavo perdere cosi tenedomi il foglio di rischio che ha durata legale 5 anni, ottenendo il rimborso di solo il periodo di differenza dalla sospensione. e vero tutto cio?

    256. Salve STEFANO,
      solitamente durante un sequestro giudiziario non è possibile sospendere l’assicurazione, proprio perché non si può ritirare il tagliando. Si tratta di una faccenda che esula dalla materia assicurativa. Più che altro si tratta di un problema per di ordine legale. Comunque per avere ulteriori informazioni ti consigliamo pertanto di rivolgerti ad un legale.
      Saluti

    257. salve…..
      la mia vettura essendo sottoposta a sequestro per un ispezione del magistrato a causa di un furto,io non ho la possibilità di ritirare il tagliandino dell’assicurazione in visione sul vetro…in quanto la mia assicurazione non mi permette di bloccare la polizza o trasferirla su un acquisto di una vettura nuova….la vettura sotto sequestro è da rottamare in quanto ha subito gravi danni….come posso procedere a questo problema????
      grazie….

    258. Salve ROBERTOZEFF,
      solitamente un’assicurazione RCA deve essere disdetta almeno 15 giorni prima del termine di scadenza annuale (salvo preavviso maggiore indicato nel contratto). Quindi se il termine annuale era il 6 febbraio, avresti dovuto comunicare con raccomandata o con Fax la volontà di disdire la polizza entro il 20-21 gennaio.
      Adesso non è più possibile recedere dal contratto, quindi sei obbligato ad assicurare il tuo veicolo con la stessa Compagnia per un altro anno.
      Saluti

    259. salve,ho la assicurazione della macchina semestrale stipulata il 06/8/2010 il secondo semestre scade il 06/2/2011,(faccio presente che il(04/2-05/2)sabato-domenica—avevo deciso di sospendere assicurazione, mi sono recato il giorno 6/2/2011 presso la mia compagnia ass… mi anno detto che non posso sospenderla, perche il tagliando era scaduto….e corretto????dovevo andarci prima es il venerdi?? grazie.

    260. Salve FRANCESCA,
      bisogna fare una distinzione.
      In caso di furto viene restituito il premio pagato e non goduto relativo soltanto alla RCA. Questo vuol dire che avrai diritto alla restituzione di una somma calcolata a partire da quando hai presentato all’assicuratore la denuncia di furto, fino alla scadenza della polizza, ovvero circa 2 mesi e 1/2 di assicurazione RCA.
      Il premio che non ti verrà rimborsato è quello relativo alla garanzia furto, che essendo una copertura facoltativa ed aggiuntiva non può più esserti restituita.

      E’ naturale che in caso di furto automaticamente cessa anche il rischio assicurato, quindi alla scadenza annuale della polizza (limitatamente alla garanzia furto, visto che la RCA ti verrà restituita) non dovrai rinnovare alcun contratto.
      Pertanto se ad aprile scade la copertura annuale, non dovrai più pagare l’assicurazione furto. Se invece ad aprile scade solo la semestralità, dovrai completare il pagamento della polizza furto per un altro semestre.
      Ti consigliamo di chiedere al tuo assicuratore o di controllare personalmente, se ad aprile scade il 1° semestre di copertura o se invece si tratta del termine annuale.
      Saluti

    261. Salve ALEX,
      se effettivamente risulta che l’auto era di proprietà di colui che l’ha comprata, cioè, se presso l’agenzia pratiche auto avete fatto una voltura con contestuale rilascio di fascetta adesiva con il nome del compratore da apporre sul libretto di circolazione, allora la tua assicurazione non copre più i rischi, poiché per legge non si può avere auto e assicurazione intestate a due persone diverse. Il compratore avrebbe dovuto essere previdente ed evitare di ritirare l’auto senza prima aver fatto un’assicurazione a suo nome.
      Anche perché la tua compagnia, se viene a sapere che quando è successo il sinistro l’auto non era più di tua proprietà, può tranquillamente rifiutarsi di pagare, quindi non sei tenuto a comunicare nessun tuo dato assicurativo al nuovo proprietario. E’ stato lui incauto e imprudente a circolare senza assicurazione
      Certo è, che avresti dovuto comunicare immediatamente la cessazione del rischio al tuo agente assicuratore….
      Ti consigliamo di non dare nessun dato al compratore dell’auto e di riferire immediatamente quanto è successo al tuo agente assicuratore, il quale sicuramente ribadirà il concetto da noi esposto.

      Per cortesia, potresti tenerci aggiornati circa la risposta che ti darà il tuo assicuratore in merito?
      Grazie.
      Saluti

    262. Salve LUIGI,
      è necessario fare una premessa: un’assicurazione può essere disdetta o trasferita su un altro veicolo solo se il veicolo viene: venduto, consegnato in conto vendita, rottamato, rubato, esportato all’estero, dichiarato non più circolante.
      Il semplice fatto di non usare più un’auto, perché la si tiene custodita in garage, non dovrebbe esonerare dal pagamento di una copertura assicurativa.
      Inoltre quando hai trasferito l’assicurazione dall’auto che non usi più a quella nuova, avresti dovuto documentare la cessazione del rischio. Quindi, non rientrando nelle ipotesi sopra elencate, poiché il veicolo lo possiedi ancora, il tuo assicuratore non avrebbe potuto trasferire la polizza. Perciò, il tuo assicuratore, quale causa ha indicato per disdire la vecchia polizza?
      Questa dovrebbe essere la regola generale, ma spesso gli assicuratori adottano un’altra prassi!
      Questo concetto è stato ribadito anche dall’ISVAP.

      Attualmente quindi, il tuo veicolo non è più assicurato, però risulta un veicolo già di tua proprietà, quindi, avendo trasferito la polizza sulla nuova auto non potrai più riprendere quella classe di merito. Inoltre non puoi nemmeno beneficiare del Bersani, poiché è un veicolo che risulta già di tua proprietà e già assicurato (in passato) a tuo nome.
      Sarebbe quindi necessario un passaggio di proprietà, ma non nei tuoi confronti (non si può rifare un passaggio di proprietà a se stessi), bensì dovresti farlo ad un familiare convivente con te, il quale potrebbe sfruttare il decreto Bersani per prendere la tua classe di merito. Ma in questo caso, sia auto che assicurazione non sarebbero più intestate a te, bensì alla persona che risulta sul tuo stato di famiglia.
      Altrimenti, come ultima ipotesi, potresti sì assicurare il veicolo attualmente fermo a tuo nome e senza fare passaggi di proprietà, ma in questo caso partiresti dalla 14° classe di merito.
      Saluti

    263. Buonasera,
      vorrei capire una cosa; Mi hanno rubato l’auto la scorsa settimana;
      L’assicurazione scade a metà Aprile e l’assicuratore mi ha risposto che non posso sospendere o annullare l’assicurazione ma che sono obbligata anche a pagare anche il premio per il prossimo anno;
      Mi è capitato di leggere in Internet che in caso di furto dell’auto è possibile annullare o sospendere l’assicurazione e ricevere dall’assicurazione la quota di premio relativa ai mesi di non copertura dell’auto rubata;

      Ringrazio anticipatamente per le informazioni che mi potrete dare
      Francesca

    264. salve
      io venerdi scorso ho venduto la mia auto,tutto si e svolto con le corrette procedure legali e burocratiche presso una agenzia la quale ha svolto le pratiche di passaggio proprieta’
      non ho avuto modo di bloccare la mia ssicurazione, questo lo faro’ in settimana
      purtroppo in serata, sabato sera mi telefona il compratore della mia auto avvisandomi che era stato coinvolto in un incidente stradale, ove i carabinieri hanno richiesto l’ assicurazione dell’ auto, ma non la possiede in quanto non ha ancora provveduto ad assicurare l’auto, mi chiede se le invio il mio tagliando pagato per risolvere il tutto
      io voglio sapere come comportarmi, e quali siano le mie responsabilita’ dal momento che l’auto non risulta piu di mia proprieta’, avro’ problemi a fini assicurativi? attendo vv risposte in quanto sono seriamente preoccupato, saluto.
      alex

    265. Salve, buongiorno espongo brevemente il mio quesisito:
      (son possessore di 3 auto di cui due circolanti ed una senza assicurazione)
      Cerco di entrare nel dettaglio…allora…Fino a gennaio 2011 avevo solamente 2 auto normalmente assicurate e circolanti , successivamente con l’acquisto di una nuova vettura ho fatto il passaggio di una delle due assicurazione sul nuovo veicolo, lasciando in garage la vecchia auto.
      Ora nel caso in cui tra un po di mesi dovessi avere la necessità di riassicurare il mezzo…posso farlo tranquillamente ??? ho sentito amici che mi dicevano che c’è bisogno del passaggio di proprietà ??? ma l’auto è mia!!! nn capisco bene la cosa….come funziona ???? spero che i miei amici si sbaglino….grazie mille
      un affettuoso saluto
      Luigi

    266. Salve GIORGIA,
      finché l’auto è ancora di tua proprietà non è necessario comunicare alcunché alla compagnia assicuratrice.

      Appena venderai l’auto, dovrai comunicare la disdetta della polizza al tuo assicuratore e consegnare una copia dell’atto di vendita.
      A questo punto: se l’auto sarà venduta prima di maggio, non solo non sarai tenuta a rinnovare la polizza, ma il tuo assicuratore dovrà restituirti la parte di premio pagata e non goduta (prima riuscirai a vendere l’auto e più denaro ti restituiranno).
      Se però tu non dovessi riuscire a vendere l’auto entro maggio, dovrai necessariamente pagare anche la seconda semestralità e poi, come detto sopra, avere il diritto alla restituzione del premio pagato e non goduto relativo alla seconda rata, non appena riuscirai a vendere l’auto.
      Saluti

    267. Buongiorno
      a maggio 2011 ho la seconda rata della mia assicurazione auto (la prima è a novembre di ogni anno).
      Ho però appena messo in vendita la mia macchina. Se dovessi riuscire a venderla prima di maggio, sono comunque tenuta a pagare la seconda rata? oppure no? devo comunicare qualcosa prima alla mia assicurazione?
      grazie
      un caro saluto
      Giorgia

    268. Salve SALVATORE,
      la ripartizione del premio in due semestralità è una concessione che fanno le Compagnie per agevolare i clienti. In tal modo un assicurato non è costretto a pagare in un’unica soluzione una cifra consistente. Questo però determina che la copertura assicurativa, cioè la validità di un’assicurazione, sia annuale e non può essere interrotta dopo 6 mesi. E’ quindi obbligatorio pagare la seconda semestralità, pena la trasmissione della tua pratica agli atti legali. Inoltre non è possibile cambiare compagnia assicuratrice durante l’anno, ma deve comunque terminare l’annualità di copertura assicurativa, cioè devi aspettare che scada l’assicurazione (termine annuale)
      Una volta pagata la seconda semestralità potrai comunicare la tua disdetta, anche con largo anticipo rispetto ai 15 giorni previsti, senza dover aspettare il mese di luglio. Ma sarai comunque costretto a rimanere assicurato con l’attuale Compagnia fino a luglio.
      Saluti

    269. Ho letto la Sua esauriente risposta. Forse mi sono espresso male ed ho fatto un errore. In pratica fra un paio di giorni dovrei pagare la seconda semestralità (mentre la prima l’ho pagata nel mese di agosto). Comunque, se non ho capito male, posso disdire la polizza soltanto in prossimità della sua scadenza (diciamo a luglio), in modo da vanificare il tacito rinnovo. Riguardo alla situazione attuale, invece, posso esimermi dal pagare la seconda rata del premio e stipulare una nuova polizza con un’altra assicurazione, dirottando, per così dire, i soldi verso quest’ultima? o devo necessariamente aspettare il mese di luglio per la disdetta ufficiale? Grazie.

    270. Salve SALVATORE,
      le polizze possono essere disdette con un preavviso di almeno 15 giorni prima della scadenza (o di un termine maggiore indicato sul contratto). Quindi se mancano pochissimi giorni alla scadenza sei obbligato a rinnovare per un altro anno il contratto, a patto che si tratti di polizza con rinnovo automatico, altrimenti si rischia una causa legale con obbligo di pagamento + una maggiorazione per le spese legali.. Se invece è una polizza con validità annuale e senza tacito rinnovo, non sarai costretto a comunicare la disdetta e potrai semplicemente non pagare più il premio.

      Attenzione, però!
      Per legge un’assicurazione può essere disdetta in caso di passaggio ad altra compagnia assicuratrice, vendita del veicolo, rottamazione, furto, esportazione all’estero o cessazione della circolazione (che non equivale a dire: “tengo l’auto ferma in garage”).
      Il solo fatto di non utilizzare l’auto per un breve periodo o anche per un lungo periodo, non consente di non rinnovare l’assicurazione (questo concetto è stato ribadito anche dall’ISVAP con una circolare), quindi anche i veicoli non utilizzati, devono necessariamente possedere un’assicurazione RCA. Tuttavia, alcuni assicuratori, “per amicizia” non rispettano questa circolare e quindi permettono ai clienti di non rinnovare l’assicurazione auto, ma si tratta comunque di una pratica scorretta.
      Saluti

    271. Salve. Fra qualche giorno mi scade la seconda semestralità della mia assicurazione. Ho l’auto in garage già da diverse settimane e non so quando ricomincerò ad usarla. Comunque ho già deciso che quando la rimetterò sulla strada voglio stipulare una nuova polizza con un’altra assicurazione più conveniente. Posso disdire adesso la polizza con la vecchia assicurazione (ovviamente non pagando il premio per i prossimi 6 mesi) oppure devo pagare lo stesso il premio per una macchina che non uso? E’ chiaro che non mi interessa la sospensione. Se non pago che cosa succede? Grazie per l’attenzione.

    272. Salve BENITO,
      questa procedura è consentita, ma per quanto riguarda i costi ed i tempi ti consigliamo di chiedere ulteriori informazioni presso gli uffici comunali.
      Saluti

    273. Salve BENITO,
      per trasferire l’assicurazione da un’auto ad un’altra è necessario vendere, rottamare, consegnare in conto vendita o esportare definitivamente all’estero la prima vettura, poiché le assicurazioni richiedono un documento che certifichi la “cessazione del rischio” a causa della perdita della proprietà del veicolo.
      E’ consuetudine (errata!!!), che alcuni agenti assicuratori facciano dei favori ai clienti-amici e che consentano di tenere due veicoli di proprietà senza assicurare il veicolo non più circolante. Questa è una prassi scorretta, in quanto in base ad una circolare ISVAP, se si conserva la proprietà di un veicolo è comunque necessario mantenere una copertura RCA.
      Saluti

    274. Salve BENITO,
      anche dopo 20 anni dalla prima immatricolazione il bollo rimane una tassa di possesso e va regolarmente pagato. Diventa facoltativo solo dopo i 30 anni, poiché diventa una tassa di circolazione, quindi se non si circola si può tranquillamente evitare di pagare.
      Saluti

    275. ANCORA POSSO FARE IL PASSAGGIO DI PROPRIETA’ TRAMITE IL COMUNE DI RESIDENZA ?
      ALMENO RISPARMIO I SOLDI DEL NOTAIO.
      SENTITO UN AMICO CHE SI PUO’ FARE.
      PUO’ ESSERE VERO?
      ………
      CIAO.
      BENITO

    276. VORREI ANCORA SAPERE
      ESSENDO PROPRIETARIO GIA’ DI UN’ AUTOMOBILE,
      POSSO TRASFERIRE LA MIA ASSICURAZIONE ALLA SECONDA MACCHINA COMPRATA IN 1 SECONDO TEMPO?
      LASCIANDO FERMA LA PRIMA IN GARAGE SENZA ASSICURAZIONE ?
      (NATURALMENTE PAGO IL BOLLO)

      GRAZIE

    277. Salve FABIO,
      alcune compagnie applicano degli oneri aggiuntivi per sospendere la polizza. Altre applicano solo una cifra a titolo di spese di segreteria quando poi si decide di riattivare la polizza. Proprio l’altro giorno, anche il mio assicuratore mi ha riferito che se avessi voluto sospendere la polizza della mia auto, avrei dovuto pagare 100 euro.
      Saluti

    278. Buonasera amministratore ,
      ho da rinnovare la polizza dello scooter domani ,oggi ho parlato con l’assicuratore chiedendogli se potevo sospendere per 3 mesi la polizza il prossimo Aprile ,lui mi ha risposto che ci sarebbe un aumento della polizza di circa 50 euro ( da 310 a 360 ) solo per avere la possibilita’ di sospenderla ;
      e’ possibile ?? Grazie

    279. Salve STEFANIA,
      forse quando dici “sospenderla” intendi dire recedere dal contratto, cioè non rinnovarla per un altro anno. In questo caso il recesso va comunicato almeno 15 giorni prima della scadenza, se si tratta di polizza rinnovabile automaticamente.
      Se invece alludi ad una vera e propria sospensione della polizza, difficilmente le compagnie permettono di sospendere una polizza quando mancano circa 10 giorni alla scadenza. Infatti solitamente le polizze sospendibili contengono una condizione specifica, cioè che la polizza deve essere sospesa per un periodo minimo di 3 mesi, oppure che manchino 3 mesi alla scadenza dell’assicurazione.
      Ti consigliamo di leggere attentamente le condizioni contrattuali in merito alla possibilità di sospendere la polizza.
      Saluti

    280. ho la polizza che mi scade il 18 gennaio ,ho ancora tempo per sospenderla..oppure devo pagare una differenza,perche’ la scadenza e’ prossima?.grazie

    281. Salve FRANCESCO,
      teoricamente non sarebbe possibile, poiché per legge è necessario consegnare alla compagnia assicuratrice una copia dello stato di famiglia indicante che chi prende la classe di merito di un familiare, in questo caso tua figlia, deve avere la stessa residenza.
      Inoltre se tua figlia ha già assicurato l’auto, non può più recuperare la tua classe di merito poiché non è possibile cambiare una situazione assicurativa. In altre parole, se tua figlia ha già stipulato una polizza a suo nome, sulla stessa auto non potrà stipulare una nuova assicurazione con un’altra classe di merito (uguale alla tua).

      Se invece tua figlia deve ancora assicurare l’auto, non potrà comunque usufruire del Bersani e prendere la tua classe di merito, visto che non risultate sullo stesso stato di famiglia.
      Alcune compagnie accettano un atto notorio in sostituzione del certificato rilasciato dal Comune di residenza, ma in questo caso una falsa dichiarazione potrebbe creare seri problemi qualora dovesse verificarsi un sinistro, oltre a costituire una violazione di legge.
      Saluti

    282. buon giorno Amministratore,ho un quesito insolito da esporre, io e mia moglie abbiamo la residenza singolarmente in due città diverse,mia moglie e mia figlia in una ed io in un altra e sullo stato di famiglia non risultiamo un nucleo familiare,anche se ancora lo siamo e siamo anche in comunione di beni,mia figlia ha comperato da una settimana un auto e non ha potuto beneficiare della Bersani perché io non risulto sul loro stato di famiglia. Può mia figlia recuperare la mia classe con un atto notorio specificando che siamo ancora una famiglia, anche se in residenze diverse e con mia moglie ancora in comunione di beni?cosa posso presentare all’assicurazione per rifare il conteggio e fargli avere la mia classe? Grazie

    283. Salve DANIEL,
      la risposta che ti hanno fornito è esatta. Purtroppo quando si consegna un’auto per un conto vendita, ma poi non viene venduta, se successivamente la si vuole riassicurare bisogna partire dalla 14° classe, in quanto non è possibile applicare il decreto Bersani. Pertanto l’unica possibilità per usufruire del Bersani è appunto quella di effettuare un passaggio di proprietà all’interno del nucleo familiare, più precisamente ad un coniuge in regime di comunione dei beni, visto che alcune compagnie assicuratrici non approvano, ai fini assicurativi, le volture effettuate ad altri familiari.
      Saluti

    284. gentile amministratore,sono Daniel,circa 4 anni fa ho comprato una nuova macchina e dato che avevo intenzione di vendere la precedente l’ho lasciata alla concessionaria in conto- vendita la quale a sua volta mi ha rilasciato una dichiarazione scritta dove si attestava che la macchina era ferma in concessionaria in attesa di vendita.con questa dichiarazione sono andato dalla mia assicurazione e mi ha trasferito la polizza della vecchia auto sulla nuova acquistata…trascorso un pò di tempo e non avendo venduto la vecchia auto sono andato in concessionaria a riprendermela ma ormai mi dicono che non la posso più assicurare tranne se faccio un passaggio di proprietà intestato ad un componente della mia famiglia
      in modo da poter usufruire anche della legge Bersani(infatti mi trovo alla prima classe con la polizza corrente).—–1)Vorrei sapere da lei se sono stato informato male a tal
      proposito e se c’e’ un’altra soluzione oltre a quella di fare il passaggio di proprietà ad un membro della mia famiglia che sarebbe mia moglie?mi pesa proprio spendere dei soldi per il passaggio di proprietà! (il costo del passaggio di proprietà supera le 500 euro dato che è una macchina di grossa cilindrata, 2000cc per l’esattezza!)–la ringrazio anticipatamente per l’attenzione che vorrà prestarmi–

    285. Salve CLAUDIA,
      normalmente quando si riattiva una polizza, bisogna sostenere delle spese “di segreteria”. Il costo varia da compagnia a compagnia, alcune chiedono 20, 30 o 40 Euro, altre addirittura offrono la prima riattivazione gratis. Si tratta quindi di una prassi largamente seguita.
      Non si tratta, però, di un aumento del premio della polizza, proprio perché come hai giustamente rilevato, la semestralità l’avevi già pagata. Quindi puoi tranquillamente riferire a chi ti ha dato questa informazione, che in realtà non si tratta di aumento del premio, bensì di spese accessorie per la riattivazione. In pratica ti fanno pagare un servizio di segreteria.
      Saluti

    286. ho sospeso l’assicurazione auto per 6o giorni, alla riapertura il mio assicuratore mi ha chiesto di pagare 45 euro, dicendomi che era dovuto al fatto che ci sono stati aumenti per cui mi tocca pagare questa differenza. Ma io mi chiedo, se la semestralità l’ho già pagata com’è possibile pagare questi aumenti nel momento della riattivazione?Grazie.

    287. Salve CARLA,
      significa che la polizza non è stata annullata, ma che ne è stata sospesa la validità per un certo periodo di tempo (non si possono superare i 12 mesi di sospensione). Se tuo padre decide di riattivare la polizza, non perde la classe di merito e la scadenza dell’assicurazione viene protratta per un tempo pari a quello in cui l’auto è stata ferma. Se invece vengono superati i 12 mesi di sospensione della polizza, non si avrà più il diritto di godere della copertura assicurativa residua e tuo padre perderà anche l’attuale classe di merito.
      Saluti

    288. Salve,
      ho bisogno di un chiarimento. Mio padre 85enne ha chiesto (giorno di scadenza) oggi la sopsensione della polizza assicurativa in quanto non se la sente di guidare e in attesa di rinnovo patente. Non è stata accettata perchè non fatta secondo procedura ma gli hanno fatto un “congelamento” dopo aver pagato il premio semestrale. Cosa significa?
      Grazie

    289. Salve GERMANO,
      l’unico vincolo contrattuale riguarda il termine della copertura assicurativa, cioè puoi cambiare assicurazione dando un preavviso almeno 15 giorni prima della scadenza annuale (se si tratta di polizza con tacito rinnovo), altrimenti, se si tratta di una polizza che non si rinnova automaticamente ogni anno, non c’è bisogno di dare alcun preavviso, e quindi si può passare ad un’altra compagnia alla scadenza dell’assicurazione.
      Saluti

    290. La rigrazio per la risposta! Gentilissimo! le volevo chiederle un altro quesito? c’è qualche legge o può esistere qualche obbligo contrattuale che mi obbliga a rimanere con la stessa assicurazione dopo un incidente in cui ho ragione? Posso cambiarla senza problemi?

    291. Salve GERMANO,
      in base ad una circolare ISVAP i veicoli non possono rimanere privi di copertura assicurativa nemmeno se tenuti all’interno di box o garage, a meno che non siano stati radiati. E’ sempre un rischio avere veicoli privi di copertura, soprattutto se lasciati in luoghi diversi dalla propria residenza, dove, anche per un caso fortuito la persona che la detiene in quel momento può causare un danno durante lo spostamento. Queste però sono delle valutazioni personali…..è come dire: potresti anche farlo, ma a tuo rischio e pericolo.

      E’ il caso di aggiungere che la Cassazione si è pronunciata ribadendo che la Rca è un’assicurazione obbligatoria, e tutti veicoli, anche quelli in stato di abbandono ne devono essere coperti.
      L’unica eccezione ammessa sembra riguardare quei veicoli che si trovano in uno stato tale da poter essere considerati un rifiuto, quindi totalmente inidonei alla circolazione perché privi di parti o componenti essenziali.
      Saluti

    292. Salve,
      complimenti per il sito. Spiego il mio problema. Circa un mese fa ho inviato disdetta alla mia assicurazione per cambiarla con una telefonica. La scadenza cmque è il 12/!2. Tre giorni fa ho avuto un incidente (una non si è fermata allo stop e mi è venuta addosso). Nel frattempo che la pratica di rimborso danni con l’assicurazione attuale va avanti è possibile che si arrivi al 12/!2. L’auto è ferma in carrozzeria. La domanda è:”E’ possibile fare un contratto nuovo dopo il 12? L’auto può rimanere senza polizza se è ferma in carrozzeria per la riparazione?” Grazie mille!

    293. Salve RAFFAELE,
      per legge è vietato avere 2 polizze su uno stesso veicolo, quindi sei costretto a dare la disdetta di una delle due. Non puoi sospendere una polizza perchè la sospensione prevede la mancata circolazione del veicolo, mentre tu il veicolo lo utilizzi, ma se anche non lo utilizzassi, non potresti tenere due Rca su quell’auto.
      Saluti

    294. Perdonami ma io non ho capito molto bene la tua risposta.Le due polizze mi scadono entrambe a Luglio 2011 una con la Vittoria(in quanto costretto a rinnovare!) e una con l’Aviva!E le ho entrambe pagate!
      E’ questo principalmente il mio problema.
      La disdetta la faro’ nei prossimi mesi alla Vittoria assicurazioni ma fino a Luglio avro’ due polizze attive.
      La mia intenzione era quella di sospendere,congelare momentaneamente il contratto con l’Aviva fin quando non riesco a liberarmi (cioe’ a Luglio!)della Vittoria per poi riattivare e continuare con l’Aviva!
      Lo posso fare?
      O la sospensione prevede obbligatoriamente che l’auto non circoli?
      Altrimenti non saprei assolutamente cosa fare nonostante abbia ampiamente pagato la mia negligenza nel non fare la disdetta con raccomandata alla Vittoria a tempo debito .

    295. Salve RAFFAELE,
      effettivamente per legge è vietato avere 2 Rca per lo stesso veicolo.
      In questo caso non si tratta di fare una sospensione, poiché la sospensione prevede l’esistenza di una polizza attiva, ma come abbiamo detto, non è possibile avere 2 polizze attive sulla stessa vettura.
      Si tratta di comunicare la disdetta all’Aviva ass.ni poiché non hai rispettato quanto stabilito dalla legge.
      Saluti

    296. Ciao amministratore spero tanto che tu possa aiutarmi!
      la mia situazione e’ la seguente!
      a luglio non ho fatto la disdetta con la Vittoria perche’ pensavo che il rinnovo non fosse tacito!
      ho stipulato un nuovo anno assicurativo con la compagnia Aviva
      nel frattempo una ventina di giorni fa’ mi e’ arrivata una intimazione di pagamento dalla Creditech per conto della Vittoria per il contratto che nel frattempo si e’ rinnovato in maniera automatica!
      sono stato costretto a pagare ( non c’e’ stato modo di fare altrimenti! scorrettissimi!vabbe’ ma questa e’ un’altra storia!) e ora mi ritrovo con due polizze assicurative attive! Una con la Vittoria e una con l’Aviva!mi hanno detto che non e’ legale avere due polizze sulla stessa vettura e quindi
      dovrei sospendere temporaneamente con l’Aviva! Ma la sospensione non prevede che il mezzo non sia piu’ circolante per l’intero periodo di sospensione?
      non so’ che fare e sto’ tergiversando per paura di pagare ancora una volta un pozzo di soldi!
      aiutami per favore!
      grazie.

    297. Salve MARCO,
      se il contratto prevede la possibilità di sospenderla, non dovrebbero esserci problemi. L’unico dettaglio che ti consigliamo di controllare è l’eventuale presenza di una condizione che riguarda la validità minima dell’assicurazione, cioè, molte compagnie assicuratrici permettono di sospendere una polizza solo dopo 3 mesi dalla data di attivazione (in pratica obbligano l’assicurato a mantenere attiva una polizza per i primi 3 mesi), oppure prevedono che la sospensione si possa effettuare solo quando rimangono 3 mesi di validità prima della scadenza dell’assicurazione.
      Saluti

    298. Ciao,io sto x attivare un’assicurazione x il mio nuovo scooter.La compagnia con cui sto per stipulare il contratto mi consiglia ad attivarla entro l’anno visto che il prossimo anno andrei a pagare di più.E’ possibile attivarla solo per un mese per poi sospenderla?(nel mio contratto c’è l’opzione sospensione)

    299. Salve MASSIMO,
      le regole che disciplinano la sospensione dei veicoli appartengono alla normativa interna delle compagnie assicuratrici, cioè ogni Compagnia determina se e quali categorie di veicoli (i cosiddetti settori) possono essere assicurate con polizze sospendibili. Pertanto se il tuo agente ha detto che per i quadricicli non è prevista la sospensione della polizza, evidentemente ha fatto riferimento ad una norma interna della Compagnia che rappresenta.
      Saluti

    300. Salve, mio figlio possiede un quad immatricolato quindi come quadriciclo dato che per ragioni di lavoro si deve assentare per circa 6 mesi ha chiesto la sospensione dell’assicurazione ma gli è stato risposto che è possibile farlo solo con auto o moto!
      ma non è forse un mezzo come un’altro?

    301. Salve PIETRO,
      essendo una polizza con pagamento semestrale, sei comunque obbligato a pagare la seconda rata, cioè quella prevista per il semestre 15/11/2010 – 15/05/2011. Successivamente devi chiedere al tuo assicuratore se la compagnia assicuratrice prevede la possibilità di sospendere le polizze, in quanto non tutte le assicurazione permettono di farlo.
      Saluti

    302. salve,ho una polizza pagamento semestrale il gg15/11.2010 èscaduta la prima rata, è possibile sospendere la polizza per due o tre mesi per rottura motore,tenendola ferma in garage.e ripredere la polizza quando tutto sarà ripristnato saluti

    303. Salve DINA,
      la polizza riattivata scade quando terminano i mesi di assicurazione rimasti, quindi nel tuo caso, se la sospendi dopo 3 mesi te ne rimmarranno altri 9 dal momento della riattivazione. Ricordiamo che una polizza può essere sopesa per un minimo di 3 mesi ed un massimo di 1 anno.
      Saluti

    304. SALVE IO VORREI SAPERE SE SOSPENDO LA MIA POLIZZA DOPO 3 MESI DAL’INZIO DEL CONTRATTO QUANDO POI VADO A RIATTIVARLO CAMBIERANNO LE DATE DI SCADENZA E QUINDI IL MIO CONTRATTO QUANDO SCADRà

    305. Salve GIANLUCA,
      non tutte le compagnie assicuratrici consentono di sospendere le polizze, per cui ti consigliamo innanzitutto di chiedere conferma al tuo assicuratore circa la possibilità di effettuare questa operazione.
      Bisogna però precisare che se hai già venduto lo scooter, devi comunicare la “cessazione del rischio” alla tua assicurazione, in quanto non possiedi più un veicolo circolante. In tal modo potrai ottenere la restituzione del premio non goduto.
      Saluti

    306. salve
      io ho venduto lo scooter adesso e a gennaio ne vorrei prender uno nuovo. Se sospendo l’assicurazione adesso avendo scadenza a luglio avrò l’estensione di questo periodo sospeso?
      grazie

    307. Salve ENRICA,
      salvo diverse pattuizioni contrattuali, la polizza può essere sospesa per un massimo di 12 mesi. Se non viene riattivata entro tale periodo si considera come annullata. Quindi se non la riattivi potresti perdere qualsiasi diritto.
      Bisogna precisare che solitamente si ha diritto al rimborso per il premio non goduto, quando il veicolo viene rottamato, venduto, rubato o esportato all’estero, quindi non dovrebbe rientrare il caso di semplice cambio di compagnia. Però, può darsi, che le norme interne della compagnia assicuratrice prevedano tale ipotesi, quindi ti consigliamo di chiedere ulteriori informazioni al tuo assicuratore.
      Saluti

    308. Salve, ho sospeso la mia polizza tra febbraio e maggio 2010 a seguito di un soggiorno al’estero. Tra qualche giorno mi scade l’assicurazione e non ho ancora deciso se rinnovarla con la stessa compagnia.
      Ho comunque diritto al rimborso dei 3 mesi, che ovviamnete avevo pagato in anticipo, anche se cambio compagnia?

    309. Salve UMBERTO,
      la tua assicurazione ti ha dato una informazione corretta. Le regole per le polizze sospendibili sono abbastanza differenti da quelle per le polizze “ordinarie”, soprattutto quando si tratta di ottenere il rimborso per il periodo non goduto.
      Saluti

    310. salve vi spiego la mia storia ad agosto ho voluto sospendere l’assicurazione alla mia auto perche mi sono lussato un ginocchio, ho pagato una differenza perche rimanevano altri 2 mesi e venti giorni, e fino qua ci siamo perche ho capito come funziona; ho venduto la macchina 1 settimana fa e mi hanno detto che per il rimborso dei tre mesi non si puo fare nulla a meno che non riattiviamo la polizza adesso e quindi, facendo finta che non ho sospeso la polizza, mi rimarrebbe un mese soltanto per il rimborso; però se la lascio sospesa e compro un auto posso usufruire di questi tre mesi sulla nuova macchina…è mai possibile che per avere il rimborso dei tre mesi debba comprare un auto???

    311. Salve MARIO,
      visto che la polizza scade tra un mese, anche se la tua compagnia dovesse ammettere l’annullazione per mancata circolazione del veicolo, otterresti una cifra irrisoria a titolo di restituzione del premio non goduto (per 1 mese).
      Inoltre, bisogna appunto vedere se la compagnia assicuratrice ti consente di annullare una polizza per un motivo diverso dalla vendita, rottamazione o furto. Ti consigliamo di chiedere al tuo agente se tra le condizioni contrattuali rientra la possibilità di dare la disdetta per volontà unilaterale del cliente.
      Saluti

    312. Salve,
      la mia polizza RCA scade il 15/11/2010 e proprio in questi giorni ho ricevuto l’attestato di rischio con il preventivo per il rinnovo(non c’e’ tacito rinnovo)…Siccome la mia auto e’ guasta e non ho intenzione di ripararla in previsione di acquistarne un altra a breve,volevo sapere se posso chiedere la sospensione della assicurazione fino a quando non comprero’ l’auto nuova o devo aspettare la naturale scadenza annuale?

    313. Salve LVX,
      Il premio assicurativo viene calcolato nella sua totalità, cioè riguarda sempre un’intera annualità di copertura, e la facoltà concessa dalle compagnie di ripartire il pagamento in 2 semestralità è solo un’agevolazione per il cliente. Per questo motivo prima di sospendere una polizza deve essere pagata l’intera copertura annuale.
      Saluti

    314. Salve vi porgo la seguente domanda:siccome devo stare lontano per un pò di tempo da casa, 6 mesi, ho deciso di sospendere stamattina la mia assicurazione che scadeva il primo semestre il 06/10/10……se l’ho sospesa non capisco come mai abbia dovuto pagare i 483 euro?

    315. Salve RUGGIERO,
      la somma da pagare in caso di sospensione e riattivazione di una polizza può variare da compagnia a compagnia, per cui non esiste una cifra standard. Alcune assicurazioni online prevedono una spesa di 10 €, altre hanno un costo maggiore, ma in linea di massima potrebbe trattarsi di circa 20 €.
      Saluti

    316. salve vorrei sapere se nel sospendere e attivare una assicurazione ci siano dei costi..se si vorrei sapere all’incirca la somma che potrei spendere…l’oggetto in questione è una motocicletta cc. 600

      grazie ruggiero

    317. Salve VINCENZO,
      dipende dalle regole interne della tua compagnia di assicurazione.
      Non tutte le Compagnie consentono di farlo. Alcune lo fanno, altre no.
      Dovresti controllare che tale facoltà sia riportata nel contratto, oppure chiedere direttamente al tuo agente assicuratore.
      Saluti.

    318. Salve MATTEO,
      è una situazione un po’ particolare, è probabile che tu sia costretto a mantenere comunque in vita un’assicurazione per un’auto sottoposta a sequestro giudiziario, poiché in base ad una circolare ISVAP un veicolo non può rimanere fermo (neppure nel proprio garage) senza una copertura RC Auto.

      Ti consigliamo di chiamare la tua compagnia e di chiedere se ti è permesso recedere dal contratto, ed in caso affermativo, quali sono i termini per la disdetta (se sono quelli ordinari di 15 gg. prima della scadenza).
      Saluti.

    319. Ho l’auto sequestrata per guida in stato di ebrezza con tasso alcolemico superiore a 1,50 ed ho chiesto alla mia assicurazione la sospensione della polizza tre mesi prima della scadenza.
      Telefonicamente mi è stato risposto che non è possibile perchè l’auto è sottoposta a sequestro Giudiziario.
      Alla scadenza della polizza avrò l’obbligo di rinnovarla nonostante l’automobile sia ferma ed in attesa di requisizione e forse vendita all’asta giudiziaria?

    320. Salve GIO,
      è necessario accertarsi se le clausole contrattuali prevedono la possibilità di sospensione del contratto assicurativo ed eventualmente i termini per poterlo fare. Solitamente bisogna usufruire di almeno 3 mesi di copertura, prima di poter sospendere una polizza, ma non tutte le compagnie concedono questa facoltà.
      Ti consigliamo pertanto di leggere le condizioni contrattuali o di informarti presso la tua assicurazione.
      Saluti.

    321. Salve, ho già rinnovato l’assi. a giugno per tutto un anno, verso ottobre partirò per l’australia e ci resterò per 6 mesi poi ritornerei per restare un mese dopodichè ripartirei, e ritornerei dopo 5 mesi.
      E’ possiile sospendere l’assicurazione nei mesi in cui starò all’estero e quanto tempo prima devo avvertire; Avendo già pagato mi verrà scalato dai mesi dell’anno successivo?

      Grazie
      Gio

    322. Salve MATTEO,
      la sospensione di una polizza è una cosa diversa dalla disdetta. Generalmente ci sono dei termini che ogni compagnia può far rispettare. Se effettivamente si tratta di sospensione, può aver ragione la tua compagnia a richiedere la notifica entro un certo periodo di tempo prima della data di scadenza (solitamente si tratta appunto degli ultimi 3 mesi).
      Puoi controllare tali condizioni nelle clausole del contratto assicurativo in tuo possesso.
      Saluti.

    323. Salve Matteo,
      si è possibile. Sono comunque scelte personali delle assicurazioni ma probabilmente non c’è alcuna assicurazione che permette di sospendere la polizza un mese prima della scadenza annuale.
      Saluti

    324. Io ho provato a sospendere la mia polizza, avevo ancora 1 mese, ma non è stato possibile, perchè mi hanno detto che dovevo avere almeno tre mesi alla scadenza oppure reintegrare di due mesi.Ma è mai possibile una cosa simile?

    325. Salve TONI,
      il premio intero per un anno di assicurazione lo paghi normalmente all’inizio, oppure lo puoi suddividere in due semestralità. Solitamente le compagnie non fanno pagare la prima riattivazione, però per le successive è previsto un piccolo contributo.
      Saluti.

    326. Vorrei capire bene, se io sospendo l’assicurazione per tre mesi scaduto questo periodo devo ripagare l’assicurazione per poter utilizzare la mia moto o mi riparte e dato che ho sospeso la mia polizza slitta di tre mesi dato che l’ho sospesa?

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    *