Tutto sul mondo assicurativo: polizze, migliori assicurazioni ecc.

Assicurare un’auto storica senza essere iscritti all’ASI o ad un club

3/GIU/2009 Categoria: Assicurazioni auto d'epoca
Anche se difficile, è ancora possibile assicurare un'auto con più di 20 anni senza che essa sia iscritta all'ASI o all'FMI.

ATTENZIONE!
Dall’inizio del 2010 è molto difficile, ma non impossibile, assicurare un’auto (o una moto) con un costo ridotto se questa non risulta iscritta all’ASI (o alla FIM se si tratta di motocicli).
Per qualsiasi chiarimento in merito vi consigliamo di leggere l’articolo “Assicurazione veicolo storici: facciamo chiarezza”

Lasciamo comunque inalterato l’articolo originale per permettere a tutti di prendere visione di come era possibile in passato assicurare un’auto con un costo ridotto senza che essa fosse iscritta all’ASI.

auto epoca I possessori di auto d’epoca si trovano spesso in difficoltà al momento della stipula di una assicurazione per il loro mezzo storico, in quanto i requisiti necessari a sottoscrivere una assicurazione per auto storica variano da compagnia a compagnia, e quasi tutte le maggiori compagnie richiedono che l’auto, o la moto, siano registrate presso l’ASI, o alla FIM nel caso dei motocicli..

Questo non è però vero per tutte le compangie. Per alcune, infatti, è sufficente che il veicolo sia iscritto a un qualsiasi club di auto storiche. Qualora non si volesse aderire all’ASI, è quindi consigliabile rivolgersi al club di appassonati di auto storiche piú vicino per verificare se questo offre particolari assicurazioni con agenzie della zona. Un elenco aggiornato dei club italiani è disponibile qui: http://www.tuttogratis.it/motori/club_auto_d_epoca.html.

Infine, nel caso in cui non si desiderasse iscrivere la propria auto ad alcun club, è possibile trovare compagnie che hanno come unica richiesta il fatto che il veicolo sia “omologabile” dall’ASI (anche se non già iscritto), cioè che abbia superato i 20 anni d’età.

Vi sono però altri requisiti a cui chi stipula una assicurazione per auto d’epoca deve comunque sottostare. Molte assicurazioni prevedono ad esempio limitazioni nel numero di conducenti. L’auto sarà cioè coperta da assicurazione solo quando guidata da uno dei conducenti dichiarati preventivamente durante la stipula del contratto.


Fai conoscere questo articolo:

    Tags: , , ,

    1. 198 Commenti su “Assicurare un’auto storica senza essere iscritti all’ASI o ad un club”

    2. Autore: alex data: giu 13, 2009

      in riferimento all’anno di realizzazione dell’auto, dove trovo i riferimenti ?

      Ringrazio anticipatamente

      ALex

    3. Autore: Amministratore data: giu 16, 2009

      Non abbiamo capito precisamente la tua richiesta. Potresti essere più chiaro?

    4. Autore: giang data: ago 1, 2009

      salve,
      quali sono le compagnie che corrispondono a questa vostra affermazione:

      “è possibile trovare compagnie che hanno come unica richiesta il fatto che il veicolo sia “omologabile” dall’ASI (anche se non già iscritto), cioè che abbia superato i 20 anni d’età”

      e quali richiedono solo iscrizione al club.
      grazie

    5. Autore: sergio data: set 3, 2009

      salve,
      vorrei sapere anch’io quali siano le compagnie che corrispondono a questa vostra affermazione:

      “è possibile trovare compagnie che hanno come unica richiesta il fatto che il veicolo sia “omologabile” dall’ASI (anche se non già iscritto), cioè che abbia superato i 20 anni d’età”

      e quali richiedono solo iscrizione al club.
      grazie

    6. Autore: Amministratore data: set 4, 2009

      Purtroppo non esiste un elenco di tale genere. Il fatto è che accade che da un anno con l’altro, alcune compagnie offrono questa possibilità mentre altre no. L’unico modo per saperlo è recarsi presso diverse agenzie e chiedere a loro i requisiti che deve avere la vostra auto per essere assicurata come auto ultra ventennale.

    7. Autore: Luca data: set 11, 2009

      Volevo informazioni a riguardo, posseggo una macchina inglese che ha 34 anni, non ho intenzione discriverla ASI o con qualsiasi altro club, anche perchè la sto sistemando piano piano manualmente, quindi non sarebbe perfetta. Come posso fare per trovare un assicurazione che mi faccia risparmiare? Esiste un’assicurazione in Italia che te le assicura con delle agevolazioni?
      Grazie

    8. Autore: duilio data: set 25, 2009

      Per quanto riguarda le assicurazione delle cosiddette auto d’epoca a partire da 20 anni dalla prima immatricolazione, bisognerebbe dare delle informazioni corrette ed asaustive. bisognerrebbe sapere in “primis” da quale fonte normativa deriva l’iscrizione ad un club federato ASI. Visto che, senza questa certificazione, nessuna assicurazione predispone la polizza in questione. ne deriva che il possessore di auto d’epoca e’ vessato due volte, la prima in quanto deve iscriversi ad un club, la seconda perche’ deve pagare per il certificatgo ASI. mi piacerebbe che un esperto mi rispondesse a quanto sopra.

      Per pubblica informazione, rendo noto che, la sara assicurazioni con la polizza vintage assicura i veicoli iscritti a quasi tutti i club, anche se questi non sono federati Asi. I veicoli devono avere trent’anni dalla prima immatricolazione. per altre informazioni mandatemi un’email.

    9. Autore: Amministratore data: set 25, 2009

      Purtroppo, sopratutto perché ci troviamo in Italia, una risposta esaustiva al 100% su questo argomento non riusciamo a darla.

      Quello che sappiamo (ma non possiamo garantirvelo al 100%) è che:
      1) un’auto è detta “storica” dopo 20 anni e “d’epoca” dopo 30;
      2) per stipulare un’assicurazione ad un’auto che abbia più di 20 anni ma meno di 30, è necessario quantomeno avere una tessera di un autoclub (che vi sia l’obbligo che questo autoclub sia federato ASI non lo sappiamo) in quanto ALCUNE assicurazioni stipulano una polizza anche SENZA ISCRIZIONE ASI;
      3) assicurare un’auto che abbia minimo 30 anni sembra essere molto più semplice di una che ne ha più di 20 ma meno di 30;
      4) uno degli amministratori di questo blog ha stipulato un’assicurazione con la SARA (leggete il commento del 6 agosto 2009 presente in questa pagina http://www.assicurazioniland.com/assicurazioni-auto-epoca/assicurazione-auto-storica/);
      5) per ottenere il certificato ASI, basta pagare la tessera all’autoclub federato ASI. Non vengono aggiunte altre spese se non quelle per le foto del mezzo da consegnare al responsabile dell’autoclub.

      Come spesso cerchiamo di far capire nei nostri articoli, l’ultima parola resta sempre alle singole compagnie assicuratrici, in quanto ognuna ha dei propri regolamenti interni che possono variare di anno in anno.

    10. Autore: fran data: ott 1, 2009

      un auto del 1963 con targa estera(inglese o svizzera) quali problemi burocratici mi comporterà?…bollo, assicurazione, reimmatricolazione?

    11. Autore: auto d'epoca data: nov 22, 2009

      Io sono un novizio qui, ma non un novellino di auto d’epoca. Non vedo l’ora di partecipare, e la condivisione.
      Sven – studente di design svedese auto

    12. Autore: Fernando data: dic 9, 2009

      Per assicurare un’auto d’interesse storico, è necessario che il proprietario e/o possessore sia anche proprietario almeno di un’altra autovettura non d’epoca destinata al normale utilizzo quotidiano o/e lavorativo, oppure sia documentato il possesso di altri automotoveicoli nel nucleo familiare?
      Grazie.

    13. Autore: Amministratore data: dic 9, 2009

      Per Fernando:
      Salve,
      no, non c’è alcun bisogno di possedere altri veicoli, né moto né auto.

    14. Autore: alberto data: dic 21, 2009

      quali sono le limitazioni di un’autovettura iscritta asi e poi assicurata come auto storica. Cioè se iscrivio la mi a suzuki vitara come auto storica posoo circolare liberamente o avrò limitazioni?

    15. Autore: Amministratore data: dic 22, 2009

      Salve Alberto:
      le auto storiche non comportano nessuna limitazione relativa alla circolazione.
      Le polizze assicurative per questo tipo di veicoli sono delle normali RCA, quindi sono parificate a tutte le altre autovetture.
      Invitiamo, però, gli utenti a leggere attentamente le clausole inserite nei contratti dalle singole compagnie assicuratrici, in quanto potrebbero presentare alcune limitazioni per quanto riguarda i soggetti legittimati a guidare il veicolo (come specificato nell’articolo in alto).
      Saluti.

    16. Autore: giorgia data: feb 23, 2010

      salve,vorrei sapere con quale compagnia sarebbe meglio assicurare un auto storica iscritta asi….grazie

    17. Autore: Amministratore data: feb 24, 2010

      Salve, a questa domanda non possiamo fornire una risposta concreta, poiché noi ci limitiamo a dare informazioni circa la teoria assicurativa e non facciamo del marketing assicurativo.
      Possiamo consigliarti di chiedere informazioni presso l’autoclub più vicino alla tua residenza.
      Saluti.

    18. Autore: stefano data: mar 15, 2010

      Buongiorno, volevo sapere se è possibile assicurare un auto con targa inglese anche solo per un breve periodo, la devo portare in Italia .
      Grazie

    19. Autore: Amministratore data: mar 15, 2010

      Salve STEFANO,
      per queste particolari polizze, deve consultare direttamente le agenzie assicuratrici, in quanto ogni compagnia riserva ai clienti delle formule assicurative differenti e soprattutto con modalità differenti. Solitamente esistono le polizze 5 giorni, ideate appositamente per consentire il trasporto di un veicolo, ma non tutte le compagnie le offrono e soprattutto bisogna appurare se sono valide nei confronti di auto straniere.
      Saluti

    20. Autore: ROBERTO data: apr 16, 2010

      VORREI COMPRARE UNA RANG ROVER TD DEL 1990 QUINDI HA SUPERATO I 20 ANNI. QUANTO MI COSTA FARE TUTTE LE PRATICHE PER ISRIVERLA A.S.I. E QUANTO PAGHERO DI BOLLO E ASSICURAZIONE . SE CE QUALCUNO CHE HA FATTO TUTTO CIO ED E POSSESORE DI UN,AUTO COME QUESTA MI PUO RISPONDERE? GRAZIE

    21. Autore: Amministratore data: apr 19, 2010

      Salve ROBERTO,
      prima di iscrivere un veicolo ASI, è necessario rivolgersi presso un autoclub per effettuare il tesseramento. Puoi trovare su internet quello più vicino alla tua zona di residenza.
      Questo potrà fornirti tutte le informazioni necessarie per la procedura di iscrizione ASI con l’indicazione dei relativi costi.
      Saluti

    22. Autore: Sandro data: mag 14, 2010

      Ciao. Visito il sito e pongo una questione: sono “fresco” proprietario di una Bertone Freeclimber del 1989 che sul libretto di circolazione risulta essere AUTOCARRO! E’ possibile iscriverla ASI? Quali pratiche occorrono, eventualmente, per trasformarla AUTOVETTURA? Grazie

    23. Autore: Amministratore data: mag 15, 2010

      Salve SANDRO,
      vorremmo con piacere esserti di aiuto dando delle risposte esaurienti ai tuoi interrogativi, ma quelle che poni sono questioni che non riguardano la materia assicurativa.
      Si tratta di una procedura interna ASI, per quanto riguarda la prima domanda, e di competenza della Motorizzazione Civile, per la trasformazione della tipologia.
      Per tali motivi ti consigliamo di rivolgerti agli Organi competenti.
      Saluti.

    24. Autore: mario data: mag 17, 2010

      Salve ragazzi…io ho un serio dubbio….mi hanno detto che la legge berselli ha allungato la data di ingresso x l’agevolazione auto storiche…passando cosi da 20 a 50 anni…..è vero?
      sarebbe un disastro!

    25. Autore: Amministratore data: mag 19, 2010

      Salve MARIO,
      la legge alla quale ti riferisci è sicuramente la legge Bersani (non Berselli).
      Questa legge non ha assolutamente rivisto i criteri per la dichiarazione di “auto storica” del veicolo, tra questi gli anni del veicolo dalla prima omologazione, che quindi rimangono fissati a 20 anni.
      Saluti.

    26. Autore: dante data: giu 6, 2010

      Salve !!! vi kiedo se i venti anni compiuti sono x prima immatricolazione o per millesimo. la mia tipo imm 12/12/90.

    27. Autore: dante data: giu 6, 2010

      Vero che la legge sta x cambiare cioè da 20 a 25 anni ???

    28. Autore: Amministratore data: giu 7, 2010

      Salve DANTE,
      non comprendiamo cosa intendi dire con “millesimo”, comunque un’auto diventa storica dopo 20 anni dalla data di prima immatricolazione presente sul libretto.
      Saluti.

    29. Autore: Amministratore data: giu 7, 2010

      A tutt’oggi non c’è stata alcuna modifica.
      Saluti.

    30. Autore: rosario data: ago 12, 2010

      buon giorno, desidero sapere se ci sono delle assicurazioni che assicurano le auto d’epoca senza essere iscritte all’a.s.i. o ad un club. Grazie

    31. Autore: Amministratore data: ago 13, 2010

      Salve ROSARIO,
      attualmente non è più possibile. E’ necessario essere iscritti all’A.S.I. tramite la mediazione di un club.
      Saluti.

    32. Autore: Alessandro data: ago 18, 2010

      Salve a tutti. Quindi, se non ho capito male, le cose ad oggi stanno così:
      -il decreto ministeriale che prevede tra le altre cose l’innalzamento a 25 anni del requisito di storicità è stato rinviato a non si sa quando, restando pertando in vigore il limite minimo di 20 anni;
      -per ottenere l’esenzione bollo (o pagamento di cifra irrisoria, in base ai regolamenti regionali)e la riduzione della quota assicurativa annuale è diventato necessaria l’iscrizione all’ASI;
      ho capito male? :) )

    33. Autore: Amministratore data: ago 19, 2010

      Salve ALESSANDRO,
      le tue conclusioni sono in parte veritiere.
      Perdura il limite minimo ventennale. Invece per quanto riguarda il pagamento del bollo e dell’assicurazione è necessario fare una precisazione:
      l’iscrizione all’ASI è necessaria soltanto per avere una riduzione sulla RCA.
      Il bollo (senza obbligo di iscrizione ASI), dopo 20 anni sarà inferiore in base alle tariffe regionali, pur rimanendo una tassa di possesso. Dopo 30 anni, invece diventa soltanto obbligatorio come tassa di circolazione, cioè se la vettura non circola è possibile non pagarlo, senza incorrere nel rischio di vederla radiata d’ufficio. Se però si utilizza il veicolo e si viene fermati da una pattuglia, si è comunque soggetti ad una sanzione amministrativa.
      Saluti.

    34. Autore: Freddy data: ago 20, 2010

      Salve Vorrei Segnalarvi una valida alternativa all’ ASI (che dall’ultimo decreto legge) ha bloccato le iscrizioni come FMI ma nessuno lo dice.
      Io ho iscritto tutte le mie vetture alla FIVS (Federazione Italiana Veicoli Storici) e sono anche riuscito ad assicurarle attraverso le loro convenzioni assicurative.
      Sono riusciti ad iscrivere anche la mia x 1/9 che a suo tempo era stata preparara per le gare ed aveva la barra antortorsione…l’asi non l’avrebbe mai iscritta!
      E non è tutto!! Grazie al loro certificato storico ho potuto usufruire del bollo ridotto.
      questo è il loro sito:
      http://www.fivs.info
      Spero di esservi stato utile!

    35. Autore: Alessandro data: ago 22, 2010

      Come si spiega, al punto “e)” voce esenzioni il REQUISITO DELL’ISCRIZIONE a un registro storico per accedere alla riduzione del bollo, dato che qui sopra è stato scritto che non è obbligatoria l’iscrizione ASI? Riporto il link: http://www.tributi.regione.lombardia.it/pdf/tassa_auto_2010.pdf

      Grazie

    36. Autore: Alessandro data: ago 22, 2010

      Rettifico, ho letto con scarsa attenzione.
      Quindi: per accedere all’ESENZIONE del bollo è necessaria l’iscrizione al registro ASI;
      per accedere alla RIDUZIONE del bollo basta il compimento del ventesimo anno d’età del veicolo (il tutto comunque riferito al caso di specie della Lombardia). E’ corretto?

    37. Autore: Amministratore data: ago 23, 2010

      Salve ALESSANDRO,
      l’iscrizione ASI non comporta l’esenzione dal pagamento del bollo, bensì SOLO una CONVENZIONE sul costo dell’ASSICURAZIONE.
      Per avere la RIDUZIONE del BOLLO basta che il veicolo abbia compiuto il 20° anno di età.
      Per cui se il veicolo ha più di 20 anni, paga il bollo ridotto anche se non è iscritto ASI.
      L’iscrizione ASI è un requisito aggiuntivo, necessario soltanto se si vuole pagare l’assicurazione in forma ridotta.
      Saluti.

    38. Autore: Amministratore data: ago 23, 2010

      Salve FREDDY,
      grazie per la segnalazione.
      Sicuramente sarà molto utile.
      Saluti.

    39. Autore: Alessandro data: ago 23, 2010

      Però all’interno del link indicato al punto e) è scritto quanto segue:
      gli autoveicoli ed i motoveicoli di interesse storico iscritti nei registri Automotoclub Storico Italiano, Storico Lancia, Italiano FIAT, Italiano Alfa Romeo, Federazione Motociclistica Italiana sono esenti dal pagamento delle
      tasse automobilistiche regionali purché rispondenti ai requisiti indicati nell’articolo 60 del d.lgs. 285/1992 e successive modificazioni e integrazioni.

      Quindi iscrizione ASI ed esenzione dal bollo (“tasse automobilistiche regionali”) vanno a braccetto, quantomeno in Lombardia.
      Saluti

    40. Autore: Rosa data: ago 23, 2010

      Salve, vorrei sapere se una fiat tipo del 1989 può essere considerata auto d’epoca e avere le agevolazioni riguardo il bollo e l’assicurazione.

      saluti

    41. Autore: Amministratore data: ago 24, 2010

      Salve ROSA,
      dopo 20 anni dalla prima immatricolazione un’auto può godere delle agevolazioni previste per le auto storiche, quindi anche la tua Tipo del 1989 può innanzitutto beneficiare della riduzione prevista per il bollo e, se ricorrono i presupposti (iscrizione ad un auto-club o ASI), dell’eventuale riduzione per la RC Auto.
      Saluti.

    42. Autore: ignazio data: set 28, 2010

      Salve con rammarico scrivo quanto segue: oggi ho contattato la FIVS chiedendo la possibilità di assicurare tramite loro la mia vettura di interesse storico ma , cordialmente mi è stato risposto che tale copertura non è attiva su territorio campano ( dove io risiedo).Ma tale associazione forse è gestita da Bossiani? E poi si dice che gli italiani sono tutti uguali.

    43. Autore: Amministratore data: set 29, 2010

      Salve IGNAZIO,
      ci spiace apprendere quanto riportato nella tua testimonianza e non comprendiamo le ragioni della mancanza di copertura territoriale. Purtroppo ancora oggi alcune aree geografiche vengono penalizzate, non solo dalle assicurazioni “di nicchia”, ma anche dalle grandi Compagnie.
      Saluti

    44. Autore: Patty Cassels data: nov 1, 2010

      Vorrei per favore sapere se e’ possibile tenere e usare un’antica moto ariel NK,del 1954 con la targa originale inglese…..saluti Patty

    45. Autore: Amministratore data: nov 2, 2010

      Salve PATTY,
      per usare la moto come un normale veicolo, potrebbero esserci delle limitazioni, anche perché bisognerebbe appurare la presenza dei documenti originali ed eventuali radiazioni.
      In sostanza, bisognerebbe stabilire se è un veicolo d’epoca o un veicolo di interesse storico.
      Per maggiori informazioni ti segnaliamo questo importante articolo: http://www.assicurazioninelmondo.it/auto-moto/assicurazioni-auto-epoca-storiche.html.

      Per sapere se puoi circolare con la targa straniera dovresti interpellare un motoclub o l’ACI.
      Saluti

    46. Autore: Mauro data: nov 2, 2010

      Buongiorno a tutti
      Noi abbiamo costitutio un club di veicoli storici.Abbiamo circa 700 iscritti; fino a poco fa avevamo una agenzia assicurativa per polizze storiche anche senza iscrizione ASI FIM ecc.Ora sembra non sia più possibile.C’è qualcuno che sa indicarci una compagnia assicurativa che ci possa fare polizze per veicoli storici? Noi siamo in provicia AQ Carsoli abbiamo una collaboratrice con iscrizione RUI per tanto potremmo vendere altri prodotti assicurativi oltre alle polize storiche il nostro recapito tel. 3888444261

    47. Autore: Amministratore data: nov 3, 2010

      Salve MAURO,
      provate a contattare il RIVS: http://www.rivs.it
      Saluti

    48. Autore: giovanna data: nov 4, 2010

      buon giorno io volevo sapere quanto costa l’iscrizione all’a.s.i. e se deve essere rinnovata ogni anno grazie

    49. Autore: Amministratore data: nov 4, 2010

      Salve GIOVANNA,
      maggiori dettagli, soprattutto inerenti i costi, possono esserti forniti con precisione dall’autoclub che gestisce l’iscrizione di un veicolo negli registri speciali ASI. Infatti, è necessario pagare una quota di iscrizione, e successivamente di rinnovo annuale, all’autoclub di riferimento (puoi cercare su internet quello più vicino alla tua zona di residenza).
      Saluti

    50. Autore: Maurizio data: nov 7, 2010

      Ciao ,sto per acquistare una vitara del 1991, potrò da gennaio beneficiare dell’ assicurazione e bollo ridotti? o dovrò attendere il mese dell’immatricolazione….grazie

    51. Autore: Amministratore data: nov 8, 2010

      Salve MAURIZIO,
      l’auto deve aver compiuto il 20° anno dalla prima immatricolazione, per cui devi attendere il mese effettivo.
      Saluti

    52. Autore: Matteo data: nov 18, 2010

      Approfitto della vostra piacevole discussione per avere conferma se il bollo, su tutto il territorio nazionale, può essere corrisposto in forma ridotta (dai 25.82 in su, in base alle regioni) anche SENZA iscrizione ASI e SENZA iscrizione ad alcun club. Chiedo perché altrove, anche fonti aggiornate, ho letto che questa realtà è ancora in fase dinamica e riguarda, mi pare, solo l’Umbria e la Sicilia e altre regioni che non so (io sono di Roma). Grazie mille e buona giornata.

    53. Autore: Amministratore data: nov 18, 2010

      Salve MATTEO,
      in base all’art.63 delle legge n° 342 del 2000 bisogna fare una distinzione di fondamentale importanza:

      - se un veicolo ha compiuto il 30° anno di età, non bisogna pagare alcun bollo quando si tratta di vettura non circolante, poiché se circola su strade pubbliche bisogna pagare una tassa di circolazione, non di possesso (il bollo);

      - se un veicolo ha compiuto il 20° anno di età ed è stato iscritto in un registro per “veicoli di interesse storico o collezionistico” (quindi solo è stata dichiarata tale in seguito ad iscrizione ASI o altri registri storici), anche in questo caso il bollo può non essere pagato, ma alla condizione che il veicolo non venga utilizzato per la circolazione su strade pubbliche. Se invece è circolante bisogna pagare la tassa di circolazione (anche il giorno prima dell’utilizzo), che in quasi tutte le regioni è di €. 25,82 per le auto e a €. 10,33 per i motocicli (in Veneto, Calabria e Campania gli importi sono pari a € 28,40 e 11,36).
      Saluti

    54. Autore: Filippo data: nov 22, 2010

      Salve,

      ho acquistato una vettura con targa inglese di 31 anni non immatricolata ancora in italia. E’ possibile assicurarla tenendo la sua targa originale ? Come posso assicurarla ? Vi ringrazio anticipatamente.

    55. Autore: Amministratore data: nov 23, 2010

      Salve FILIPPO,
      per queste informazioni di carattere amministrativo ti consigliamo di chiedere informazioni specifiche direttamente all’ACI, ad un autoclub o ad un’associazione che si occupa di vetture antiche, nel caso tu volessi immatricolarla come auto d’epoca o di interesse storico e collezionistico.
      Ti consigliamo questo sito, dove poter trovare ulteriori informazioni: http://www.assicurazioninelmondo.it/auto-moto/assicurazioni-auto-epoca-storiche.html
      Saluti

    56. Autore: Danilo data: dic 1, 2010

      Salve ho una fiat tipo del 1990 ho letto che al 20° anno si può beneficiare almeno fin da subito della riduzione del bollo annuo,ma come?

    57. Autore: Amministratore data: dic 2, 2010

      Salve DANILO,
      se la tua Tipo ha compiuto il 20° anno di età ed è stata iscritta in un registro per “veicoli di interesse storico o collezionistico” (quindi solo se è stata dichiarata tale in seguito ad iscrizione ASI o altri registri storici) il bollo può non essere pagato, ma alla condizione che il veicolo non venga utilizzato per la circolazione su strade pubbliche, altrimenti va pagato in misura ridotta, recandosi all’ACI.
      Se invece non è iscritta ed è circolante bisogna pagare la tassa di circolazione (anche il giorno prima dell’utilizzo), che in quasi tutte le regioni è di €. 25,82 per le auto e a €. 10,33 per i motocicli (in Veneto, Calabria e Campania gli importi sono pari a € 28,40 e 11,36).
      Saluti

    58. Autore: gino data: dic 2, 2010

      salve e vero che e possibile assicurare auto nn piu da 20 anni? ma e passato a 30 anni per passare ad intersse storico!?

    59. Autore: salvatore data: dic 2, 2010

      io mi sono iscritto all’ASIma ancora non ho ilo tesserino ma ho solo il certificato di iscrizione e non riesco a trovare un assicurazione che mi assicura la macchina.e proprio un peccato avere la macchina parcheggiata in un garage chi sa x quanto tempo…..qualcuno conosce un assicurazione che me la puo fare?

    60. Autore: Amministratore data: dic 3, 2010

      Salve GINO,
      no, non è vero. Un veicolo, per essere dichiarato di interesse storico o collezionistico, deve avere più di 20 anni. Dopo i 30 anni un’auto diventa “d’epoca” solo se ricorrono alcuni presupposti. Da questo punto di vista non è cambiato nulla. La novità riguarda il rilascio del certificato di storicità, che è subordinato all’iscrizione del veicolo in uno dei Registri (ASI, Storico Lancia, Italiano FIAT, Italiano Alfa Romeo e Storico FMI). In poche parole, senza l’iscrizione ad un Registro, l’auto non può essere dichiara “storica”.
      Saluti

    61. Autore: Amministratore data: dic 3, 2010

      Buongiorno SALVATORE,
      prova a consultare questo sito: http://www.rivs.it
      Saluti

    62. Autore: LUCA data: dic 4, 2010

      Complimenti per il forum e grazie sin d’ora per qualsiasi informazione potrete darmi. Ho visto da altre fonti e dalla vostre che:
      Bollo – non occorre alcuna iscrizione a club, si può pagare ridotto dal 20° anno compiuto;
      Assicurazione – per le riduzioni occorre, oggi, dopo recente decreto del 2010, essere iscritti ASI ed esibire certificato di iscrizione a quest’ultimo per fruire delle agevolazioni.
      Spero che quanto sopra sia corretto.
      Io mi trovo nel caso di auto, importata dall’estero nel 1997, in regola con documenti. Risulta da CDP immatricolata per la prima volta il 10/1991, il bollo mi scade nell’Agosto di ogni anno, e lo pago entro Settembre. In base alla normative vigenti, visto che il mezzo deve aver compiuto il 20° anno di età, e che il bollo viene pagato anticipatamente, nel Settembre 2011 dovrò pagare ancora un bollo intero o potrò fuire della riduzione per auto storica?
      Ringrazio sin d’ora per ogni vs indicazione e saluto cordialemente.

    63. Autore: Amministratore data: dic 6, 2010

      Salve LUCA,
      le tue deduzioni sono corrette.
      Confermiamo che per usufruire delle riduzioni previste per le auto di interesse storico, il veicolo deve aver compiuto il 20° anno. Per cui la tua vettura compirà il 20° anno nel mese di ottobre 2011, mentre quando dovrai pagare il bollo avrà ancora 19 anni, quindi va pagato interamente.
      Saluti

    64. Autore: giuliano data: gen 5, 2011

      Vorrei avere una chiarimento.
      Se si possiede una macchina già iscritta ASI a cosa serve essere iscritto ad un club?
      Grazie per la risposta

    65. Autore: Amministratore data: gen 6, 2011

      Salve GIULIANO,
      anche se rappresenta una procedura che molti automobilisti giudicano poco condivisibile, l’auto club fa da tramite tra il proprietario e l’ASI. Si ritiene che sia un servizio in più per gli automobilisti. Sta di fatto che comporta una spesa ulteriore e forse superflua (!?)
      Saluti

    66. Autore: giuliano data: gen 6, 2011

      Grazie per la risposta. Vorrei sapere se per partecipare ai raduni bisogna obbligatoriamente essere iscritti a qualche club oppure partecipare semplicemente come privato (con macchina iscritta ASI).
      Distinti saluti.

    67. Autore: Amministratore data: gen 7, 2011

      Salve GIULIANO,
      a questa domanda non possiamo dare una risposta esauriente, poiché dipende dai regolamenti interni dei raduni o dei club.
      Saluti

    68. Autore: emidio data: gen 8, 2011

      Salve ho una mercedes 200e del 1991 con impianto a GPL.
      E’ vero che la modifica apportata nell’alimetazione non permette di iscriverla all’ASI?

      Vi ringrazio anticipatamente per la vostra risposta.

    69. Autore: Amministratore data: gen 10, 2011

      Salve EMIDIO,
      un impianto gpl o a metano non ha mai condizionato la possibilità di iscrivere un’auto nei registri ASI. Per cui, salvo recenti modifiche, un’auto di interesse storico o collezionistico può montare un impianto del genere.
      Per avere ulteriori conferme, consigliamo di contattare un auto club per veicoli storici.
      Saluti

    70. Autore: renato data: feb 6, 2011

      Salve
      Ho una ford A del ’29.sono iscritto al club e all’ASI. Devo assolutamente fare la revisione ogni anno? Come posso farla ogni 2 annni?
      Se non mi iscrivo all’ ASI ho ancora l’esenzione del bollo anche quando vado in strada.
      Grazie
      Saluti

    71. Autore: Amministratore data: feb 7, 2011

      Salve RENATO ,
      per le informazioni di ordine tecnico-amministrativo devi rivolgerti direttamente all’ASI o ad un auto club.

      Per quanto riguarda il bollo, le vetture con più di 30 anni di età pagano il bollo solo se circolano, in quanto dopo i 30 anni diventa una tassa di circolazione, non più di possesso. Quindi se la possiedi senza metterla in circolazione su strada, puoi anche evitare di pagarlo, ma se decidessi di utilizzarla anche per fare soltanto un giro o per partecipare ad una manifestazione, sei obbligato a pagarlo.
      Saluti

    72. Autore: giuseppe data: feb 17, 2011

      salve,
      vorrei sapere anch’io quali siano le compagnie che corrispondono a questa vostra affermazione:

      “è possibile trovare compagnie che hanno come unica richiesta il fatto che il veicolo sia “omologabile” dall’ASI (anche se non già iscritto), cioè che abbia superato i 20 anni d’età”

    73. Autore: Amministratore data: feb 17, 2011

      Salve GIUSEPPE,
      l’articolo è stato aggiornato con la scritta in rosso posizionata all’inizio del testo. Questa è pertanto la disciplina attuale che modifica quella preesistente. Attualmente, quindi, per beneficiare della riduzione della polizza assicurativa è necessario iscrivere un veicolo all’ASI o al RIVS (nelle regioni in cui quest’ultimo è presente).
      Saluti

    74. Autore: slvatore data: feb 20, 2011

      salve ,vorrei sapere se posso assicurare la mia auto 924 turbo al RIVS non perfetta di carrozeria essendo originale di fabbrica in tutte le sue parti compresa la vernice.grazie

    75. Autore: Amministratore data: feb 21, 2011

      Buongiorno SALVATORE,
      questa è una domanda di ordine tecnico, quindi ti consigliamo di contattare direttamente il RIVS per sapere quali caratteristiche specifiche deve avere il mezzo da assicurare.
      Saluti

    76. Autore: giuss data: feb 25, 2011

      CIAO A TUTTI.
      QUALCUNO MI SA INDICARE QUALCHE ASSICURAZIONE PER STIPULARE UNA POLIZZA DI UN AUTO D’EPOCA?
      GRAZIE A TUTTI

    77. Autore: Amministratore data: feb 26, 2011

      Salve GIUSS,
      ti consigliamo di consultare questo sito: http://www.rivs.it
      Saluti

    78. Autore: roberto data: mar 3, 2011

      Salve io possiedo una lancia delta integrale del 1994 volevo sapere sanche se non a 20 anni e possibile iscriverla auto d’epoca??

      Saluti

    79. Autore: Amministratore data: mar 4, 2011

      Salve ROBERTO,
      no, non è possibile, deve aver compiuto necessariamente 20 anni.
      Saluti.

    80. Autore: sabato data: mar 8, 2011

      per favore mi potresteindicare dove posso assicurare la mia suzuki santana del 1988 a salerno senza associarmi a nessun club di auto storiche

    81. Autore: Amministratore data: mar 9, 2011

      Salve SABATO,
      non siamo in grado di indicare una compagnia assicuratrice in particolare.
      Ribadiamo, però, come evidenziato nelle parte iniziale dell’articolo, che non è più possibile assicurare un’auto con polizza per auto storiche, senza essere iscritti ad un club o ad un registro.
      Saluti.

    82. Autore: paolo data: mar 14, 2011

      ciao , ho una jaguar dell’81 ,30 anni ,per avere agevolazioni assicurative come devo procedere ,sono abbligato a iscriverla a qualche gruppo storico?mi potete dare dei consigli per velocizzare le pratiche e contenere i costi.GRAZIE

    83. Autore: Amministratore data: mar 15, 2011

      Salve PAOLO,
      ci sono due alternative: iscrivere l’auto all’ASI, previa iscrizione ad un auto club, oppure evitare l’iscrizione all’auto club e iscrivere l’auto al rivs. Sicuramente il rivs ha dei costi inferiori, ma per avere tutte le informazioni riguardo la procedura da seguire, ti consigliamo di consultare il loro sito: http://www.rivs.it/preventivo/index.php
      Saluti.

    84. Autore: ste data: mar 15, 2011

      salve chiedo scusa io devo acquistare una cherokee dell’ottantanove mi sapete dire se’ e’ possibile iscriverla auto d’epoca perche mi interessa l’agevolazione sul bollo e’ sulla poliza ma non so’ come fare ho sentito che si risparmia tantissimo con assicurazioni che variano da 100 a 120 euro circa o bolli da 25 a 30 euro , ringrazio

    85. Autore: Amministratore data: mar 16, 2011

      Salve STE,
      Ci sono sostanzialmente due strade che è possibile seguire:

      * iscrivere il proprio veicolo ad uno dei registri riconosciuti dal codice della strada, nel tuo caso all’ASI, e poi rivolgersi ad una compagnia di assicurazioni che lo assicuri come storico;
      * rivolgersi ad un Club o un Registro che offra agli associati la possibilità di aderire a convenzioni assicurative proprie, come ad esempio il RIVS.

      Nel primo caso devi prima rivolgerti ad un auto club (uno qualsiasi vicino alla tua residenza) per fare un’iscrizione, il quale si occuperà di sbrigare tutte le pratiche per iscrivere il tuo veicolo all’ASI.
      L’iscrizione ASI non è unica ma deve essere confermata annualmente con il rinnovo della tessera sociale, che ha un costo di circa 110 euro.

      La seconda ipotesi, stranamente poco conosciuta, rappresenta in realtà un’alternativa valida e più economica,

      Per avere maggiori informazioni ti consigliamo di rivolgerti ad uno di quei registri, come il Registro Italiano Veicoli Storici (www.rivs.it) che, stipulando accordi con alcune compagnie, sono in grado di fornire un servizio alternativo molto pratico e decisamente economico soprattutto ai propri soci. Ricordiamo inoltre che i certificati del RIVS sono riconosciuti in alcune regioni italiane al fine di ottenere la riduzione della tassa di possesso (bollo).
      Saluti.

    86. Autore: Elios data: mar 16, 2011

      Salve sono da poco proprietario di auto storica la quale è classificata “di particolare interesse storico” ed iscritta al registro ASI. Io però non sono iscritto in nessun club; la mia domanda è capire cosa devo fare per assicurare il mezzo con agevolazioni…. mi devo iscrivere solamente al club oppure anche all’ASI? inoltre cambio anche il prezzo.
      Grazie mille

    87. Autore: Amministratore data: mar 17, 2011

      Salve ELIOS,
      la prima cosa che dovresti fare è quella di iscriverti ad un auto club, poiché anche se la vettura risulta già nei registri dell’ASI, il tuo nominativo deve appartenere ad un club di auto storiche. Successivamente saranno gli addetti dell’auto club a suggerirti quale deve essere la procedura da seguire. Comunque si tratterà di comunicare all’ASI che il veicolo che hai acquistato ha cambiato proprietario (magari lo ha già fatto il venditore), poiché ti dovranno rilasciare un nuovo certificato ASI con il tuo nome.
      Saluti.

    88. Autore: Agostino data: mar 31, 2011

      Salve possiedo un auto immatricolata il 02/01/1992, mediante il rilascio del documento di costruzione dalla casa costruttrice che attesta che l’auto è stata costruita il 12/09/1991, ho provveduto ad contattare un autoclub della zona che mi ha iscritto la vettura ASI, ma ho il problema con l’assicurazione affermando che è valida la data di immatricolazione della vettura, dunque dovrei pagare la polizza normalmente.
      Dato che mi sono rivolto ad una assicurazione che ha effettuato accordi con ASI (TORO), la domanda è la seguente dipende dall’agenzia? Oppure è questa la prassi?
      Grazie

    89. Autore: Amministratore data: mar 31, 2011

      Salve AGOSTINO,
      l’anzianità di un veicolo viene calcolata a partire dal giorno di immatricolazione presente sul libretto di circolazione. La data di costruzione è irrilevante, pertanto fino al 02/01/2012 sarai obbligato a pagare l’assicurazione senza le riduzioni previste per le auto storiche.
      Saluti.

    90. Autore: Agostino data: mar 31, 2011

      Grazie per la risposta, ma se tale anzianità viene determinata dalla data di immatricolazione, la vettura non dovrebbe essere iscritta ASI.
      Ho provato anche a chiamare ASI di Torino la quale afferma che la vettura è storica e quindi può godere di tutti i privilegi fiscali e assicurativi.
      Insomma ho notato un pò di confusione…..
      e non riesco ad uscirmene ASI è disposta a rilasciare altra documentazione ove fosse richiesta dall’assicurazione.
      Cosa devo fare o pensare ? due pareri opposti….
      Ringrazio anticipatamente per l’aiuto.

    91. Autore: Amministratore data: apr 1, 2011

      Salve AGOSTINO,
      in effetti c’è un’incongruenza, e purtroppo ci troviamo per l’ennesima volta di fronte ad una delle tante anomalie che penalizzano gli assicurati.
      L’ASI specifica che per l’iscrizione nei suoi registri, il veicolo debba aver compiuto vent’anni dalla data di costruzione o di prima immatricolazione in Italia.
      A nostro avviso questa dichiarazione non è affatto chiara, poiché le due date possono essere (come nel tuo caso) differenti.
      Le compagnie assicuratrici sono tenute a prendere in considerazione i dati riportati nel libretto, quindi la sola data di immatricolazione. Pertanto non possono assicurare con le agevolazioni previste per le auto storiche, un veicolo che non ha compiuto vent’anni dalla data di immatricolazione, nemmeno se nel frattempo l’ASI ha rilasciato l’attestato di storicità.
      Possiamo fare un esempio, prendendo spunto da un fatto realmente accaduto ad un nostro conoscente: questa persona ha avuto la fortuna di trovare presso un vecchio rivenditore di moto, una Ducati Scrambler nuovissima, mai usata e mai immatricolata. La data di costruzione risaliva ad oltre vent’anni fa, ma l’assicurazione è stata fatta senza applicare le convenzioni previste per i mezzi storici, poiché la data di prima immatricolazione si riferisce ai tempi attuali, quindi, paradossalmente questa persona dovrà aspettare altri vent’anni prima di assicurare la moto come storica, cioè quando saranno passati più di quaranta anni dalla data di costruzione.
      Purtroppo, se le assicurazioni considerano la sola data di immatricolazione, dovrai aspettare un altro anno.
      Saluti.

    92. Autore: Agostino data: apr 1, 2011

      Grazie mille

    93. Autore: alex data: apr 5, 2011

      buongiorno.
      Mi scusi a Torino quali sono le agenzie assicurative che assicurano le moto di interesse storico di altri enti e non asi o fmi. io non ne ho trovate potete aiutarmi grazie il mio indirizzo e’ camel7407@virgilio.it

    94. Autore: Amministratore data: apr 6, 2011

      Salve ALEX,
      non siamo in grado di fornire questo tipo di informazioni, pertanto ti invitiamo a rivolgere questa domanda ad uno degli auto club della tua zona. In alternativa puoi contattare il Rivs tramite il sito http://www.rivs.it.
      Saluti.

    95. Autore: David data: apr 13, 2011

      Salve,
      Vorrei proporre un’ulteriore domanda.
      Può un neopatentato di 25 anni comprare e guidare un veicolo con più di 20 anni (rispettando le restrizioni per 55Kw/t e 70Kw max) e beneficiare degli sconti riservati alle auto storiche (sia bollo che assicurazione)?

    96. Autore: Amministratore data: apr 13, 2011

      Salve DAVID,
      non siamo a conoscenza di particolari limitazioni che riguardano la conduzione dei veicoli storici (purché si rispettino le restrizioni previste dal codice della strada). Quindi anche un neopatentato dovrebbe poter guidare un veicolo con più di 20 anni, usufruendo dei benefici per i veicoli storici.
      Consigliamo comunque di rivolgersi ad una scuola guida per appurare che effettivamente non vi siano restrizioni per i neopatentati, in particolare per la guida di alcuni modelli di auto (quelli che non riportano sul libretto di circolazione l’indicazione della tara).
      Saluti.

    97. Autore: nunzia data: apr 15, 2011

      Salve vorrei porre una domanda:nel 2009 ho comprato una panda 900 con anno di immatricolazione 1992.FINO a oggi non l’ho mai assicurata per motivi di riparazione sia meccanica che carrozzeria (quindi l’ho tenuta ferma)potrei sapere se mi sara concesso comunque al raggiungimento dei 20 anni dell’auto la possibilita di assicurarla in futuro con l’assicurazione d’epoca?grazie.
      Saluti

    98. Autore: Amministratore data: apr 15, 2011

      Salve NUNZIA,
      sì, ti sarà concesso.
      Al compimento del 20° anno di età, dalla data di immatricolazione presente sul libretto di circolazione dell’auto, potrai effettuare la procedura per far dichiarare la Panda auto storica, e quindi usufruire della riduzione del bollo e dell’assicurazione.
      Per ottenere la dichiarazione di auto storica, dovrai rivolgerti ad un auto club (uno qualsiasi della tua zona), il quale provvederà ad inviare la richiesta all’ASI.
      Saluti.

    99. Autore: nunzia data: apr 15, 2011

      OK…..un’altra cosa ho letto un email dove faceva riferimento che la copertura non è attiva su territorio campano e vero?cio vuol dire che non potro assicurarla?grazie ancora per la vostra disponibilita.
      Saluti.

    100. Autore: Amministratore data: apr 15, 2011

      Salve NUNZIA,
      se la polizza contiene queste clausole di esclusione, vuol dire che l’assicurazione non è valida in Campania. Purtroppo molte assicurazioni per auto storiche o d’epoca non prevedono la copertura in questa regione, creando non pochi problemi a chi possiede un mezzo con queste caratteristiche. Ciò significa che è necessario cercare (se esistono!!) delle compagnie assicuratrici che permettono di stipulare un’assicurazione per auto storiche sul territorio campano.
      Prova a contattare un auto club, sicuramente potranno darti informazioni dettagliate.
      Saluti.

    101. Autore: domenico data: apr 19, 2011

      Buongiorno,possiedo un cherokee 40 l 1989.Acquistata un mese fa.L’auto è iscritta ad un Club sportivo e possiede l’attestato registro veicoli storici (non asi)gode di assicurazione storica.Poiche’ devo pagare il bollo come dovro’ fare per pagarlo alla regione Calabria in modo ridotto pur non essendo asi?
      Distinti saluti
      Domenico

    102. Autore: Amministratore data: apr 19, 2011

      Salve DOMENICO,
      è necessario sapere se la regione Calabria riconosce il club sportivo di appartenenza. A questo particolare quesito potrà senz’altro risponderti in maniera più dettagliata l’auto club presso il quale è stato iscritto il veicolo.
      Saluti.

    103. Autore: domenico data: apr 19, 2011

      Grazie per la celerita’ nella risposta.
      Chiedero’ a loro per maggiori delucidazioni.
      Se avro’ bisogno di qualche consiglio vi disturbero’ nuovamente nonostante vi siano gia’ esaustive risposte.

      Distinti saluti.
      Domenico

    104. Autore: Amministratore data: apr 19, 2011

      Salve DOMENICO,
      grazie a te per aver scelto questo sito.
      Nessun disturbo, quando vorrai inserire qualche altro commento, saremo lieti di pubblicarlo.
      Saluti.

    105. Autore: franco data: apr 19, 2011

      salve xono francospider posseggo uno spider dell’alfa del 1995 mi hanno detto che questo modello e fa parte della categoria collezionismo e vero?qualche club ha un elenco,vorrei sapere in questo caso non si puo inscrivere all’asi?

    106. Autore: Amministratore data: apr 20, 2011

      Salve FRANCO,
      l’iscrizione all’ASI è consentita solo dopo che il veicolo ha compiuto i 20 anni dalla prima immatricolazione. Alcuni club automobilistici, diversi dall’ASI, permettono di iscrivere l’auto per avere qualche vantaggio anche dal punto di vista assicurativo, in quanto stipulano delle convenzioni con una o più compagnie assicuratrici.
      Dovresti quindi rivolgerti al club che ti è stato indicato o un altro di tua conoscenza, che raggruppa alcuni modelli particolari dell’Alfa, per chiedere informazioni più dettagliate.
      Saluti.

    107. Autore: ALDO data: apr 30, 2011

      SALVE
      POSSIEDO UN AUTO PASSAT WV 1800 GPL
      LANNO 2010 MI ANNO ASSICURATO TUTTO L’ANNO
      PER E 250.00 COME AUTO D’EPOCA COSTRUZIONE AUTO 1989 ADESSO VOGLIONO E 450.00 CC. L’ANNO
      PURE NON ISCRITTO ALL ASI E SCRITTO AD UN CLUB FIAT 500 SENZA TESSERA MA SOLO UNA FOTO DELLA MIA AUTO E UN PO’ DI PUBLICITA’
      MI A DETTO L’AMMINISTRATORE CHE LA VECCHIA ASSICURAZIONE MI A LICENZIATO E ASPETTO IL CERTIFICATO DELLA CLASSE DI MERITO PER ASSICURARMI DI NUOVO.
      CHIEDO POSSO IO FARE PREVENTIVO AD ALTRE ASSICURAZIONI SENZA SCRIVERMI AL CLUB SAPENDO CHE STO’ IN UNA REGIONE CAMPANIA E LA PROVINCIA DI NAPOLI. SCUSATEMI CORDIALI SALUTI.

    108. Autore: Amministratore data: apr 30, 2011

      Salve ALDO,
      per poter avere l’assicurazione per le auto storiche devi iscrivere l’auto all’ASI. Trattandosi di una WV PASSAT non puoi iscriverla ad un club per Fiat 500.
      Altri preventivi li puoi ottenere in qualsiasi assicurazione, ma ti serve l’attestato di rischio. Se il tuo vecchio assicuratore non ti ha dato l’attestato di rischio è tuo diritto chiederglielo.
      L’assicuratore è obbligato a dartelo e dopo potrai andare a richiedere i preventivi.
      Saluti.

    109. Autore: domenico data: mag 8, 2011

      Salve,vorrei gentilmente sapere come si fa un’ auto certificazione per auto d’epoca.Non ho trovato moduli da poter scaricare in rete.
      Cordiali saluti.
      Domenico

    110. Autore: Amministratore data: mag 8, 2011

      Salve DOMENICO,
      non siamo in grado di fornire questo tipo di risposta, però possiamo consigliarti di rivolgerti ad un auto club.
      Saluti.

    111. Autore: tony data: mag 9, 2011

      salve, ho appena scoperto questo sito e devo dire che è curato molto bene. Io ho acquistato da poco una ford fiesta 90 di costruzione e le assicurazioni mi stanno demolendo il morale arrivando a cercare anche 2000€ annui, ma ho scoperto che puo diventare storica, quanto puo costare in media tutte le pratiche? bisogna assicurare prima all’asi e poi ad una assicurazione? a napoli sapete darmi qualche indirizzo? grazie

    112. Autore: Amministratore data: mag 11, 2011

      Salve TONY,
      precisiamo innanzitutto che da qualche mese a questa parte gli abiatanti di Napoli hanno difficoltà ad assicurare un’auto con assicurazione storica, e comunque sembra essere una tendenza che si sta diffondendo soprattutto al Sud. Quindi, ti auguriamo di trovare una compagnia disposta ad assicurare il tuo veicolo con le riduzioni previste per le assicurazioni auto storiche.
      L’ASI non fornisce assicurazioni, ma permette di ottenere un documento da consegnare alle assicurazioni che offrono delle convenzioni per i veicoli ultraventennali.
      Per iscriverti all’ASI devi rivolgerti ad un auto club (uno qualsiasi), effettuare la procedura di iscrizione e solo dopo l’ottenimento del documento rilasciato dall’ASI potrai cercare la compagnia che offre polizze storiche, magari chiedendo un consiglio all’auto club di appartenenza.
      Il costo per la sola iscrizione dovrebbe essere di circa 160 euro, ma ti consigliamo di chiedere uan conferma al club.
      Saluti.

    113. Autore: luca data: mag 21, 2011

      salve, possiedo una nissan 300zx immatricolata il 1 maggio 91, vorrei sapere se è stato fatto un elenco di auto di interesse storico oppure tutte le auto con + di 20 anni di età possono avere bollo e assicurazione ridotti. grazie

    114. Autore: Amministratore data: mag 23, 2011

      Salve LUCA,
      tutte le auto che abbiano compiuto il 20° anno dalla data di prima immatricolazione possono essere dichiarate “storiche”. E’ però necessario ricevere questa attestazione direttamente dall’ASI, per il tramite di un auto club (uno qualsiasi vicino al tuo luogo di residenza). Quindi, devi prima recarti presso un auto club per effettuare il tesseramento e per ricevere tutte le informazioni necessarie all’iscrizione ASI.
      Saluti.

    115. Autore: cris data: mag 27, 2011

      Salve Amministratore, e grazie per questa pagina. Posseggo una Alfa 75 del 1989, iscritta (non omologata) al Registro Italiano Alfa Romeo, che e’ federato ASI. Nonostante questo, le assicurazioni da me interpellate hanno detto di considerarla una vettura normale, poiche’ NON trentennale e non OMOLOGATA Asi. Puoi aiutarmi? Sono di Firenze.

      Ho anche proposto di assicurare altre auto 30nnali Alfa che posseggo, iscritte anche essere RIAR. Nulla. Oltretutto, per le 30nnali tariffe di 200 euro l’una… Grazie.

    116. Autore: Amministratore data: mag 27, 2011

      Salve CRIS,
      se le assicurazioni hanno richiesto l’iscrizione nel registro ASI, evidentemente non riconoscono l’attestazione rilasciata dal registro italiano Alfa Romeo.
      Le compagnie possono decidere di riconoscere soltanto l’ASI o entrambi i registri, per cui sono libere di escludere un veicolo se non presenta le caratteristiche amministrative richieste.

      Dobbiamo però segnalare che negli ultimi periodi le già poche compagnie assicuratrici che offrivano polizze per auto storiche, stanno rivedendo le proprie politiche commerciali, prevedendo l’applicazione delle convenzioni assicurative alle sole vetture ultratrentennali.
      Purtroppo se ti hanno richiesto l’iscrizione all’ASI non si può fare granché per ottenere diversamente una polizza per auto storiche.

      Hai provato a contattare il RIVS? (www.rivs.it)
      Saluti.

    117. Autore: domenico data: mag 31, 2011

      Salve,vorrei sapere se è vero che le auto da 20 anni di eta’ passeranno a 25 anni con nuova legge.La mia auto ha 22 anni,non è iscritta ASI ma iscritto a un club di veicoli storici,quindi pago assicurazione ridotta € 250.00 annui.Il bollo lo pago ridotto € 28.40.Eventuale pretese dell’agenzia delle entrate faro’ ricorso come hanno fatto in molti con ottimi risultati.Vi sono molti ricorsi vinti.

      distinti saluti
      Domenico

    118. Autore: Amministratore data: mag 31, 2011

      Salve DOMENICO,
      grazie per le informazioni riportate nel tuo intervento.
      Per quanto riguarda l’età del veicolo, possiamo dire che attualmente il minimo richiesto per l’attestazione di storicità è rimasto a 20 anni. Ci sono delle proposte o delle “voci” che indicano l’intenzione di aumentarlo a 25 anni, ma fino ad oggi non è stato preso nessun provvedimento ufficiale, quindi rimane a 20 anni.
      Saluti.

    119. Autore: Max data: giu 1, 2011

      Salve, io ho una domanda molto basilare… Ho sentito diverse campane e più ne sento, più la confusione cresce.
      Ho comprato 2 giorni fa una Uno Turbo prima serie, di 25 anni d’età.

      1) A sentire l’ex proprietario l’auto è iscritta ASI. A sentire l’assicuratore, l’auto non è di per sè iscritta all’ASI, ma è il club d’auto storiche di appartenenza a rinnovarne attualmente l’iscrizione dopo il pagamento della cifra annuale al club. C’è modo di sapere se effettivamente l’auto è iscritta ASI o non lo è? In che modo?

      2) Non mi è chiara questa cosa. Pensavo che l’iscrizione ASI fosse unatantum, cioè una volta iscritta è iscritta a vita. Mentre dalle parole dell’assicuratore capisco che invece è un’iscrizione che si rinnova di anno in anno… Qual è la verità? L’iscrizione ASI è una e vale per sempre, oppure la si rinnova ogni anno?

      3) Nel caso che l’iscrizione ASI sia una volta per sempre (quindi non da rinnovare annualmente), a questo punto potrei assicurare l’auto da me, senza l’obbligo di appartenere ad un club? E godere della stessa agevolazione assicurativa?

      4) Per riassumere.. L’agevolazione assicurativa la si può avere IN OGNI CASO solo a seguito dell’iscrizione ad un club? Il quale di anno in anno rinnova il rapporto con l’ASI? Non posso invece iscrivermela da solo e godere dell’assicurazione ridotta senza dover per forza esser iscritto ad un club?

      Grazie. Max.

    120. Autore: Amministratore data: giu 2, 2011

      Salve MAX,
      per avere una visione corretta del meccanismo che consente ad una persona di usufruire delle agevolazioni previste per le auto storiche, è necessario partire da un presupposto: un privato cittadino può iscrivere il proprio veicolo all’ASI soltanto avvalendosi dell’intermediazione di un club federato. In altri termini, una persona deve pagare obbligatoriamente ogni anno 2 iscrizioni:
      - quota associativa annuale ASI di 41,31 Euro;
      - iscrizione annua al club federato, che varia da club a club.

      Indicativamente, ogni anno, il proprietario di un’auto storica si trova a pagare una cifra complessiva che supera di poco i 100,00 Euro (assicurazione esclusa).
      Quindi, se non usufruisci dell’intermediazione di un club federato non puoi rinnovare il rapporto con l’ASI.

      Il discorso dell’assicurazione storica è un elemento vincolato all’appartenenza all’ASI.
      Le compagnie assicuratrici hanno stipulato una convenzione con l’ASI per consentire ai possessori del certificato di storicità del veicolo di poter acquistare un’assicurazione appositamente ideata per le auto storiche. Non è il club federato che fornisce le polizze storiche, tutt’al più l’auto club può consigliare all’automobilista a quale compagnia rivolgersi, ma non è il club che eroga coperture assicurative.
      Per cui, per ottenere una polizza “veicoli storici” devi possedere necessariamente l’attestazione di storicità rilasciata dall’ASI tramite l’intermediazione dell’auto club al quale ti rivolgerai per il disbrigo delle pratiche.
      Il legame auto club-ASI è quindi indispensabile, altrimenti non puoi assicurare l’auto come veicolo storico.

      Quando una persona vende un’auto storica deve comunicare all’ASI la vendita, mentre l’acquirente deve rivolgersi ad un club per le 2 iscrizioni (auto club + ASI). E’ vero che l’auto risulta già iscritta all’ASI, ma questo vale solo per la procedura di riconoscimento di storicità, cioè l’auto risulta essere in possesso dei requisiti necessari per la dichiarazione di storicità e quindi non dovrai consegnare le foto del veicolo, ma dovrai comunque pagare la quota associativa annuale, altrimenti non potrai beneficiare delle agevolazioni previste per l’assicurazione.
      Saluti.

    121. Autore: Luigi data: giu 15, 2011

      Salve,
      prima di tutto voglio farVi i complimenti per il sito, davvero utile e con dei metodi davvero semplici per comunicare con Voi.
      Voglio esporre il mio problema, che a quanto sembra sia molto comune in Campania, e cioè quello che al momento del rinnovo della polizza per un auto del 1984, il club a cui sono iscritto, e che faceva da intermediario con la Carige, mi dice che è possibile assicurare solo auto con 30 anni d’ età, e che al momento non è possibile assicurare la mia auto.
      Inoltre a dicembre ho un’ altra polizza storica in scadenza, e quindi mi ritroverò nella stessa situazione.
      Ritengo sia vergognoso far tutta l’erba un fascio, in quanto esistono gli attestati di rischio che delineano il comportamento di ogni singolo assicurato, e quindi si capisce chiaramente che le assicurazioni non fanno altro che approfittare di questa situazione. E’ assurdo pensare che la legge italiana permette tali discriminazioni verso più regioni del Sud.
      Vi ringrazio per lo spazio dedicato a me per lo sfogo, e che dedicate per dare consigli senza alcun scopo di lucro, complimenti.
      Saluti, e vi auguro un buon prosieguo di lavoro.

    122. Autore: Amministratore data: giu 15, 2011

      Salve LUIGI,
      ti ringraziamo per la gentilezza e per aver apportato un contributo significativo.
      Condividiamo ogni parola del tuo intervento, e purtroppo dobbiamo constatare che la questione “assicurazione auto storiche/d’epoca” non viene affrontata né dalle compagnie né dalle istituzioni con l’intento di fornire un servizio equo agli assicurati.
      Saluti.

    123. Autore: EMANUELE data: giu 16, 2011

      Buona sera,sono proprietario di una corvette c4 del 1984,non iscritta asi, ne club di auto d’epoca,visto che la mia corvette ha quasi 27 anni quale’ l’importo esatto che dovrei pagare per il bollo? REGIONE CAMPANIA DISTINTI SALUTI.

    124. Autore: EMANUELE data: giu 16, 2011

      Buona sera,leggendo il commento fatto dal signor luigi, che condivido in pieno, volevo aggiungere che le compagnie assicurative non solo non tengono conto di onesti cittadini che non fanno sinistri, ma guardano solo che sia iscritta asi ho ultra trentennale, mi risulta che le auto assicurate come d’epoca ho storici sono le fiat 500, la famosa panda ecc.ecc auto che si usano tutti i giorni per andare a lavorare, ho per andare ha fare la spesa, ho per portare la motozappa in campagna, usufruendo di aggevolazioni,assicurative ma che essendo sempre in giro sono soggetti a causare sinistri, non voglio fare di un’erba un fascio perche ce gente che le 500 le usa come gioielli da custodire e da far vedere nelle belle giornate.saluti.

    125. Autore: Amministratore data: giu 17, 2011

      Salve EMANUELE,
      per quanto riguarda il pagamento del bollo, ti invitiamo a contattare un ufficio ACI o a consultare il sito, in quanto la cifra può variare da regione a regione.
      Saluti.

    126. Autore: VINCENZO FERRARA data: giu 18, 2011

      Qualcuno mi spiega come si fa l’assicurazione ridotta per le auto di interesse collezionistico che hanno solo 10 anni…
      mi hanno detto sia possibile anche per la mia mg tf???

    127. Autore: Amministratore data: giu 19, 2011

      Salve VINCENZO,
      a noi non risulta che sia possibile dichiarare “storica” un’auto con meno di 20 anni. Forse si tratta dell’iscrizione ad un auto club esclusivamente dedicato alle MG, ma è improbabile che ti consenta di stipulare un’assicurazione a costi risotti.
      Dovresti reperire maggiori dettagli da chi ti ha dato questa informazione.
      Saluti.

    128. Autore: Alessandro data: giu 23, 2011

      Buongiorno,
      sono possessore di una VW CORRADO del 1989 e (per mio vezzo) ho ottenuto nel 2010 l’iscrizione ASI (librettino) ma nel 2011 non ho intenzione di rinnovare nà la tessera ASI nè la tessera di alcun altro club di auto storiche.
      ora ho finito il restauro e vorrei assicurarla (premetto che sono lombardo).
      mi trovo nella situazione assurda che tutte le compagnie di assicurazione che ho contattato mi chiedono NON IL LIBRETTO ASI ma la tessera valida ASI in quanto veicolo che ha più di 20 anni ma meno di 25 …. se ne avesse più di 25 loro mi chiederebbero solo iscrizione ad un club auto storiche.
      dato che io non voglio regalare soldi nè ai club e tantomeno all’ASI, mi potrebbe fare il nome di una compagnia di assicurazione che non richiede questi documenti pur mantenedo un prezzo agevolato (se esiste)?
      distinti saluti.

      PS : tutti i corradisti lombradi (non tanti ma li conosco tutti) le saranno grati e non mancheranno di ringraziarla pubblicamente.

    129. Autore: Amministratore data: giu 23, 2011

      Salve ALESSANDRO,
      saremmo ben lieti di aiutare tutti i corradisti lombardi, ma le compagnie che hanno stipulato degli accordi con l’ASI sono davvero in numero limitato, ovvero quelle appartenenti al gruppo Toro-Lloyd italico, per cui non siamo in grado di sapere se altre compagnie hanno stipulato accordi o convenzioni con l’ASI. L’alternativa, per assicurare una vettura senza sostenere costi eccessivi, è quella di contattare il RIVS (www.rivs.it).
      Saluti.

    130. Autore: EMANUELE data: giu 24, 2011

      Buona sera,assicurazione per veicoli ha motore e’imbarcazioni, ai sensi del D,GLS N°209 DEL 07 09 2005, effettivamente di cosa si tratta? distinti saluti.

    131. Autore: Amministratore data: giu 25, 2011

      Salve EMANUELE,
      per cortesia, ti preghiamo di specificare il contenuto della tua domanda, poiché il D.Lgs. da te citato non è altro che il codice delle assicurazioni private, il quale contiene una serie di norme e argomenti.
      Saluti.

    132. Autore: EMANUELE data: giu 25, 2011

      Buona sera,che cosa e’ un’assicurazione privata?potrei assicurare la mia corvette del 1984 senza essere iscritta asi? e’ una cosa lecita? perche mi sono accorto che nel 2010 la mia corvette e stata assicurata con questo codice d,lgs senza essere iscritta asi. E ancora possibile assicurare auto con questo codice?distinti saluti.

    133. Autore: Amministratore data: giu 27, 2011

      Salve EMANUELE,
      per usufruire delle convenzioni stipulate tra l’ASI e le compagnie assicuratrici, l’auto deve essere riconosciuta storica dall’ASI, cioè deve essere iscritta a questo ente tramite un auto club. Non è però obbligatorio assicurare le vetture con più di 20 anni presso l’ASI. Un automobilista può assicurare una vettura ultraventennale anche con una normale assicurazione Rc Auto. La convenienza di ottenere dall’ASI il certificato storico, permette di avere delle riduzioni presso le compagnie assicuratrici che hanno stipulato una convenzione con l’ASI.
      Quindi è una tua scelta, se vuoi puoi iscrivere l’auto all’ASI tramite un auto club, oppure puoi continuare ad assicurare la corvette con una normale Rc Auto, come fanno tutte le auto non storiche.
      Saluti.

    134. Autore: Italo Innocca data: lug 4, 2011

      Avrei piacere di avere notizie riguardanti la mia auto che a febbraio del 2012 compie 30 anni che spese annue affronterei sia tassa di circolazione che assicurazione auto annuale e dove dovrei rivolgermi.
      Grazie per le informazioni che mi farete avere un saluto da roma.
      Italo Innocca

    135. Autore: Amministratore data: lug 5, 2011

      Salve ITALO,
      per tutte le delucidazioni le consigliamo di recarsi presso un autoclub in quanto le assicurazioni non stanno più stipulando assicurazioni agevolate per auto con più di 20 anni, ma solo assicurazioni normali.
      Questo è un problema date le tantissime auto storiche e d’epoca presenti in Italia.
      I motoclub potrebbero avere convenzioni particolari con un’assicurazione. Le consigliamo anche di contattare il RIVS all’indirizzo rivs.it.

    136. Autore: Giuseppe data: lug 16, 2011

      Salve io ho iscritto la mia auto all’asi da poco tempo, circa 2 mesi, non ho ricevuto ancora la tessera, per assicurarla mi è stato detto che è obbligatorio averla, ho attualmente la documentazione che conferma di aver fatto l’iscrizione, perchè non posso usufruire dell’ assicurazione. ciao a tutti

    137. Autore: Amministratore data: lug 16, 2011

      Salve GIUSEPPE,
      anche uno degli amministratori di questo sito ha dovuto attendere circa 2 mesi per ottenere la documentazione ASI. Potresti rivolgerti all’auto club per sollecitare l’invio delle pratiche. Per alcune compagnie è sufficiente la consegna di una copia della documentazione che attesti l’avvenuta iscrizione, in attesa di consegnare la documentazione ufficiale, ma si tratta di una scelta discrezionale di ogni singola compagnia, per cui non esiste un comportamento standard.
      Saluti.

    138. Autore: Carlo54 data: lug 19, 2011

      Ciao,
      ha una moto Transalp XL600V del 1987 da 3 anni usufruisco della riduzione a 10,33 € annui per motoveicoli di interesse storico, vorrei stipulare una polizza assicurativa conveniente ma per ora non mi va di fare l’iscrizione al FIM c’è qualcuno che mi sa dare un consiglio di una compagnia su Roma / Lazio / Internet che richieda premi ragionevoli?
      Grazie anticipatamente
      Carlo54.

    139. Autore: Amministratore data: lug 19, 2011

      Salve CARLO,
      nella giungla delle assicurazioni è necessario dotarsi di pazienza e di molto tempo libero per cercare la compagnia che pratichi le tariffe ed i servizi migliori, quali assistenza, correttezza e professionalità.
      Prova a contattare il Rivs (www.rivs.it).
      Saluti.

    140. Autore: Andrea data: lug 19, 2011

      Buongiorno e grazie in anticipo per qualsiasi informazione utileche mi poterte fornire.
      Vivo a Firenze, e la mia compagna vorebbe acquitare una FIAT 500L (non ho ancora visto la vettura ma immagino che non ci siano probemi a superar i 30 anni dalla data di produzione e/o immatricolazione, data che pare faccia da ostacolo alla applicazione di polizze convenienti, subordinata ovviamente alla registrazione come “auto d’epoca” del mezzo da assicurare).
      partendo dal presupposto che l’auto, quindi, si poss regisrare come d’epoca, sapete suggerirmi una compgnia (va bene anche un sito) cui rivolgermi per un preventivo una volta ottenuti i dati del veicolo? ve lo chieo perchè ho fatto ei tentativi, ma quando imposto una data di immatricolazione “probabile” (ad esempio 1970) non mi viene proposta la FIAT , ne tantomeno la 500 (L o altro).
      grazie per l’aiuto che date in rete a tutti quelli che, come me, non sono competetenti in materia. buona serata a tutti.

    141. Autore: Amministratore data: lug 20, 2011

      Salve ANDREA,
      grazie per esserti rivolto a noi.
      Prima di suggerirti le compagnie convenzionate con l’ASI, ti suggeriamo di contattare il RIVS (www.rivs.it).
      Successivamente potresti recarti presso una delle compagnie del gruppo Toro-Lloyd italico, le uniche convenzionate con l’ASI.
      Saluti.

    142. Autore: lorenzo data: lug 29, 2011

      salve io sono possessore di un land rover defender del 1988 proveniente dall’inghilterra,da me restaurato e ritargato in italia.sono già passati 2 mesi dall’immatricolazione e io già iscritto ad un club affiliato asi non riesco ad assicurarla e tanto meno ad avere l’attestato di storicità perchè il commissario del club mi dice che la domanda la si può fare solo con il libretto in mano!!!non è sufficente il foglio di via rilasciato dalla motorizzazione,quindi io mi trovo in una situazione senza uscita.dunque chiedo cortesemente se siete a conoscenza di queste regole e se veramente esistano.
      vi ringrazio anticipatamente per la vs. attenzione

    143. Autore: Amministratore data: lug 30, 2011

      Salve LORENZO,
      in effetti per autenticare la veridicità dei dati è necessario possedere il libretto originale o un duplicato. Ti consigliamo di rivolgerti ad un auto club.
      Saluti.

    144. Autore: Sante data: ago 8, 2011

      Salve io sono Sante,sono in possesso di una fiat Tipo 1,4 immatricolata anno 1988,qualche compagnia assicurativa mi ha riferito che per poter stipulare un contratto essendo una macchina d’interesse storico basta essere in possesso dell’attestato di rischio più una tessera di un club di macchine d’epoca senza iscrizione all’ASI e la polizza verrebbe a costare per tutto l’anno 300,00 euro. Vorrei sapere se tutto questo corrisponde a verità. Grazie

    145. Autore: Amministratore data: ago 9, 2011

      Salve SANTE,
      molte compagnie prevedono delle regole interne, ma la normativa ufficiale è quella secondo cui l’auto deve essere in possesso di un certificato di storicità rilasciato dall’ASI, con la mediazione di un auto club.
      Solitamente i 300,00 euro includono le due quote associative (ASI + autoclub) e l’assicurazione per veicoli storici, per cui in termini economici non vi è molta differenza.
      Saluti.

    146. Autore: sergio data: ago 14, 2011

      ciao vorrei comprarmi un auto del 89e vorrei sapere se è possibbile fare un asiicurazione auto storica e mentre avere il tempo di iscriverla asi

    147. Autore: Amministratore data: ago 15, 2011

      Salve SERGIO,
      l’artico che abbiamo scritto è molto esplicativo. Per tutte le ulteriori informazioni è necessario rivolgersi ad un auto club, il quale provvederà ad inoltrare la richiesta all’ASI.
      Comunque, per godere di un’assicurazione per auto storiche è necessario ottenere l’attestato di storicità dell’ASI, altrimenti le assicurazioni si possono rifiutare di stipulare polizze per auto storiche o d’epoca.
      Saluti.

    148. Autore: francesco data: set 3, 2011

      salve io vorrei sapere se per assicurare un’auto storica con le agevolazioni del caso c’è bisogno che il proprietario abbia un’età minima,perchè io ho 21 anni e mi sembra di aver letto che ce ne vogliono almeno 23 per avere le agevolazioni…mi aiutate a capire definitivamente la questione?

    149. Autore: Amministratore data: set 4, 2011

      Salve FRANCESCO,
      attualmente l’età minima che deve possedere il proprietario di un’auto storica è di 23 anni, se una persona ha un’età inferiore non può stipulare un’assicurazione con agevolazioni.
      Saluti.

    150. Autore: Denny data: set 6, 2011

      Salve, ho una Fiat Tipo 1400 del 1989. Mi sono messo in contatto telefonicamente con il responsabile di un auto club della mia zona il quale mi ha fissato un appuntamento per portargli i documenti e vedere l’auto. Mi ha chiesto di portare anche €110,00 per l’iscrizione, valida fino al 31/12/2011.
      Considerato che ci vorranno tre mesi prima di avere l’attestato di storicità per evitare di pagare €110 per un solo mese basta solo inoltrare le pratiche a fine ottobre o sol perchè la pratica è stata aperta nel 2011 devo pagare lo stesso?
      Avendo inoltre l’impianto gpl posso usufruire lo stesso dell’iscrizione? Cordiali saluti.

    151. Autore: Amministratore data: set 7, 2011

      Salve DENNY,
      non siamo in grado di conoscere le procedure burocratiche stabilite dagli auto club, per cui per i dettagli relativi all’iscrizione devi chiedere delle informazioni direttamente al responsabile del club.
      L’impianto gpl non è di ostacolo all’iscrizione ASI.
      Saluti.

    152. Autore: fuke data: set 7, 2011

      sono straniero lavoro in italya ho una zastava 600 fico del 1978 come poso portarla in italya e imatricularla grazie

    153. Autore: Amministratore data: set 8, 2011

      Salve FUKE,
      per questi dettagli amministrativi devi rivolgerti ad un’agenzia di pratiche auto.
      Saluti.

    154. Autore: Ant0 data: set 22, 2011

      avrei una domanda: dopo circa 6 mesi finalmente mi è arrivato l’attestato di storicità della mia fiat 126 di 28 anni. Vado a parlare dalla mia assicuratrice la quale con mio sommo stupore mi dice che sono cambiati i parametri per assicurare l’auto ovvero gli anni che essa deve avere sono 50 e non + 20….mi confermate?

    155. Autore: Amministratore data: set 23, 2011

      Salve ANTO,
      assolutamente no, i parametri sono rimasti invariati: 20 anni per le auto storiche, 30 anni per le auto d’epoca.
      Evidentemente la compagnia assicuratrice della tua agente non è in grado di fornire coperture assicurative per queste categorie di veicoli.
      Saluti.

    156. Autore: Umberto75 data: set 25, 2011

      Salve, sono in procinto di acquistare un’alfa 75 t.spark del ’90 che e’ GIA’ ISCRITTA ASI (con relativo attestato di storicita’). Leggendo i vari post precedenti, ho notato che per assicurare la vettura si debba essere iscritti anche ad un club federato, malgrado l’auto gia’ sia iscritta ASI. Sinceramente mi sembra l’ennesima presa in giro al’italiana, in quanto, se la vettura e’ gia’ iscritta e quindi e’ gia’ di interesse storico, non e’ che cambiando proprieta’ decade “l’interesse”! Comunque vi chiedo:
      - per il passaggio, posso gia’ usufruire della tariffa ridottta?
      - stessa cosa per il bollo?
      - la comunicazione all’ASI cambio di proprieta’ lo deve fare il venditore o l’aquirente? E’ obbligatoria?
      (anche qui il controsenso: a che pro comunicare il cambio di proprieta’ se la macchina e’ sempre la stessa, quindi sempre “di interesse storico”!!??
      Comunque, se trovassi un’assicurazione che, per stipulare un polizza storica, mi chiedesse solo l’attestato di storicita’ (senza l’iscrizione ad un club), andrei incontro a qualche violazione di legge?
      Vi ringrazio anticipatamente per le risposte e mi scuso per le lunghaggini, ma mi premeva essere piu’ che chiaro. Saluti.

    157. Autore: Amministratore data: set 26, 2011

      Salve UMBERTO,
      per usufruire delle convenzioni assicurative è richiesta la sola attestazione di storicità emessa dall’ASI. Poi però il tramite con l’ASI non può essere fatto direttamente da un privato, per cui è necessario essere federato presso un club altrimenti non si gode della riduzione per la RC auto.
      L’ASi è abbastanza flessibile, per cui la dichiarazione può avvenire dal venditore o dall’acquirente, l’importante è inviare una copia del passaggio di proprietà.
      Saluti.

    158. Autore: simone data: ott 4, 2011

      salve,ho un auto dell 89 ma il colore non è l originale,se la iscrivo asi mi viene riconosciuta storica ugualmente? grazie

    159. Autore: Amministratore data: ott 5, 2011

      Salve SIMONE,
      per questi dettagli tecnici è necessario contattare un auto club. Però possiamo dirti che solitamente il colore non originale non impedisce l’iscrizione all’ASI.
      Saluti.

    160. Autore: mimmo data: ott 27, 2011

      salve ho comprato una opel astra del 1992mi hanno detto che fra poco diventa d epoca mi sapete dire che spese ho e come deve stare la macchina .grazie

    161. Autore: Amministratore data: ott 28, 2011

      Salve MIMMO,
      puoi trovare alcune informazioni nei commenti precedenti, ma per avere delle risposte esaurienti ed esatte ti consigliamo di rivolgerti ad un auto club, il quale potrà dirti quali debbono essere le condizioni del veicolo.
      Saluti.

    162. Autore: pez data: nov 5, 2011

      salve io ho da un anno un’auto storica di assicurazione ho pagato 100euro quest’anno invece me ne chiedono 320euro è normale?
      p.s.
      io sono residente in provincia di salerno
      grazie in anticipo

    163. Autore: Amministratore data: nov 9, 2011

      Salve PEZ,
      le assicurazioni continuano a subire incrementi. Bisogna però dire che l’aumento che hai avuto è eccessivo, ma per avere maggiori informazioni dovresti chiedere al tuo assicuratore di darti delle giustificazioni plausibili a tale aumento.
      Saluti.

    164. Autore: Maurizio P. data: nov 10, 2011

      Mi dispiace ma i link da voi segnalati non vanno bene.

      Io ho una MGB anno 1980 che dopo un restauro durato anni vorrei riassicurare. E` gia` ASI TargaOro ma non mi interessa re-iscrivermi all’ASI. Eppure le compagnie di assicurazioni da voi segnalate elencano la sola MG F, niente MG B, MG Midget, o altre.

      Non va bene cosi` !

    165. Autore: roberto data: nov 30, 2011

      salve io ho un suzuki sj 413 4×4 del 1985 volevo sapere se posso usufruire della riduzione del bollo grazie

    166. Autore: emilio data: dic 1, 2011

      ho tre fiat uno una selecta una 60sx e una 1000 i.e sto x acquistare una panda 750 cl del 1986 qualcuno mi sa dire a quale compagnia assicuratrice mi posso rivolgere? grz emilio

    167. Autore: Amministratore data: dic 3, 2011

      Salve ROBERTO,
      per queste informazioni ti consigliamo di leggere tutti i vecchi commenti presenti in questo sito o di interpellare un auto club, in quanto ogni regione può applicare delle regole differenti per la riduzione del bollo a seconda del possesso o meno dell’attestazione di storicità del veicolo.
      Saluti.

    168. Autore: Giacomo data: gen 9, 2012

      salve,
      ho letto tutti i post ma non sono riuscito a trovare le risposte alle mie domande…
      possiedo una bmw 316i E36 del gennaio ’92.
      ho iscritto l’auto alla FIVS ed ho usufruito delle loro convenzioni assicurative. per quanto riguarda il bollo, come devo agire? non ho intenzione di iscrivermi all’asi. il contatto della FIVS mi ha detto di pagare con bollettino postale sul conto degli omessi o ritardati pagamenti della regione veneto (in cui risiedo) con causale “tassa auto storica targata___ ai sensi della legge 342/2000 art 63″……ma la suddetta legge non è molto chiara… cosa devo fare? come devo pagare questo bollo senza trovarmi gli amici di equitalia a casa? grazie infinite
      giacomo

    169. Autore: Amministratore data: gen 10, 2012

      Salve GIACOMO,
      consigliamo di recarsi direttamente ad uno sportello ACI che senza problemi dovrebbe far pagare il bollo come auto ultra 20ennale.

    170. Autore: Salvatore data: gen 17, 2012

      Salve,sono di Napoli e posseggo una XT 600 del ’90,sto avendo grandi difficoltà a trovare una compagnia assicurativa che mi stipuli un polizza per la mia moto,la moto e’ iscritta FMI e tutte le compagnie a cui mi sono rivolto mi hanno risposto “Al momento le polizze d’epoca sono sospese”, “abbiamo avuto ordinanza dalla compagnia di fermarci con le polizze d’epoca”,e’ una cosa legale questa? mi sembra assurdo che mi venga negato un diritto che mi da la legge…aggiungo,chiedendo a quanto ammonterebbe la polizza (se “sbloccate” ovviamente il prezzo oscilla tra i 350 e i 500 euro) ora mi viene da pensare…ma che polizza storica e’? mi conviene assicurarla normalmente a 1800 euro l’anno…qualcuno puo’ indirizzarmi? sto girando da settembre e le risposte sono sempre queste,grazie!

    171. Autore: Nicoletta data: gen 19, 2012

      Salve
      sono la proprietariadi una regata del 1989 e quindi auto storica.
      Due anni fa tramite un autoclub è stata inserita nel registro dell’ASI.
      Mi chiedevo se era necessario pagare annualmente la retta di iscrizione all’autoclub dal momento che ero gia in possesso della tessera ASI.
      Saluti
      Nicoletta

    172. Autore: marco data: feb 14, 2012

      salve, oggi sono andato da un assicuratore per farmi fare un preventivo per la mia auto storica, la mia macchina è già iscritta ASI, l’assicuratore mi ha detto che non posso guidare la mia auto tutti i giorni ma solo nei raduni!! la toro mi aveva detto che questa restrizione era stata abolita, a chi devo credere?
      grazie

    173. Autore: Amministratore data: feb 16, 2012

      Salve MARCO,
      può darsi che tu abbia ricevuto quella risposta perché la compagnia alla quale ti sei rivolto stipuli solo assicurazioni storiche con limitazioni sull’utilizzo. Infatti, non tutte le compagnie hanno polizze storiche con le medesime caratteristiche. Probabilmente la Toro consente di guidare tutti i giorni, mentre altre compagnie assicurano solo per le competizioni o le esposizioni d’epoca.
      E’ una facoltà concessa dall’autonomia contrattuale di cui godono le singole società assicuratrici, per cui non si tratta di errori o di abolizione di restrizioni.
      Saluti.

    174. Autore: Amministratore data: feb 16, 2012

      Salve NICOLETTA,
      solitamente, salvo diverse disposizioni dell’auto club, il rinnovo della tessera è annuale, quindi ogni anno bisogna pagare l’iscrizione la club.
      Saluti.

    175. Autore: Amministratore data: feb 17, 2012

      Salve SALVATORE,
      purtroppo la regione in cui risiedi è il territorio che più di ogni altra regione d’Italia sta eliminando quasi del tutto la vendita di polizze storiche. Ma non è l’unica! Ormai moltissime compagnie non offrono più la possibilità ai propri clienti di circolare normalmente con un veicolo ultraventennale.
      Le ragioni sono molte, anche se poco condivisibili, ma di questo passo dovremmo rassegnarci a stipulare anche per i veicoli storici delle ordinarie RCA.
      Saluti.

    176. Autore: piero data: mar 9, 2012

      Salve,prossimamente mi scade l’assicurazione di un’auto storica iscritta ASI,mi chiedevo è indispensabile rinnovare la tessera del Club,ho posso assicurarla presso una compagnia di assicurazioni solo con il certificato ASI?
      Porgo Saluti

    177. Autore: Amministratore data: mar 9, 2012

      Salve PIERO,
      per mantenere l’assicurazione storica è indispensabile l’iscrizione presso un club. L’ASI specifica che ci deve essere sempre l’intermediazione di un club.
      Saluti.

    178. Autore: lilly data: mar 13, 2012

      salve, ho una vecchia fiat uno del 1990, che da qualche anno non è utilizzata da nessuno… vorrei rimetterla in sesto per fare piccoli spostamenti alla periferia di Roma, ed ero interessata se possibile ad iscriverla all’ASI per pagare poco di assicurazione e bollo, visto lo scarso utilizzo che ne devo fare… ma tra iscrizione ad un autoclub e retta annuale, secondo voi mi conviene?! o meglio fare una normale assicurazione senza iscriverla come auto d’epoca?
      grazie mille

    179. Autore: Amministratore data: mar 18, 2012

      Salve Lilly,
      se stipulando una normale assicurazione dovessi ripartire dalla 14° classe, indubbiamente ti converrebbe iscriverla ASI e stipulare un contratto per auto storiche. Prima di fare ciò, però ti consigliamo di recarti presso un auto club per chiedere dettagli sulle compagnie che nella tua zona di residenza accettano di assicurare le auto storiche, ormai sono rimaste in poche in tutta Italia.
      Saluti.

    180. Autore: Ettore data: mar 20, 2012

      Salve, posso conoscere le denominazioni di assicurazioni registranti delle polizze per auto con età superiiore ai 20 anni, senza che queste abbiano un’iscrizione asi o un relativo club federato?

      Molte Grazie.

    181. Autore: Guido data: giu 22, 2012

      Mi scusi, dalla fretta e concentrazione non ho ringraziato: grazie!

    182. Autore: michele data: ott 6, 2012

      vorrei sapere se la storicità vale solo per le auto o anche per gli autocarri es:fiat fiorino.grazie.saluti

    183. Autore: nando data: nov 22, 2012

      Sto per comprare una 126 e tra qualche mese la mia uaz compie 20 anni ho sentito che ci sono assicurazioni che non interessa che i veicoli siano iscritti asi ma basta iscrizione del propietario sapete dirmi quali sono?

    184. Autore: RIVS data: nov 23, 2012

      Salve,

      rispondo a tutti coloro i quali hanno chiesto delucidazioni in merito alle alternative presenti sul mercato che non comportino iscrizione ad ASI o FMI.

      Attualmente il certificato RIVS risulta essere riconosciuto da più compagnie di assicurazione: pertanto, nella maggior parte dei casi, è sufficiente essere iscritti al RIVS per poter avere accesso a prodotti assicurativi dedicati. La situazione è particolare, e non è quindi possibile generalizzare, cosa che veniva più facile con le modalità operative precedenti, in cui il RIVS, grazie agli accordi presi con le agenzie collaboratrici, poteva pubblicare sul sito i preventivi.

      La situazione varia, e le variabili fondamentali sono due: tipologia del veicolo (auto, moto, ciclomotore ecc..) e zona di residenza. Per cui per avere maggiori informazioni sulle soluzioni assicurative che non impongano l’iscrizione ad ASI o FMI è necessario contattarci (www.rivs.it) e valutare assieme la singola posizione assicurativa e le soluzioni più convenienti.

      Tanto per essere chiari: soluzioni alternative ad ASI ed FMI ce ne sono, forse più di prima, sono soltanto cambiate le modalità operative.

      Ringrazio per l’attenzione e rimango a disposizione per ulteriori informazioni.

      Un saluto a tutti
      Alberto – RIVS

    185. Autore: RIVS data: nov 23, 2012

      per MICHELE: la storicità dipende da cosa le interessa, poichè in Italia una definizione, chiara ed inequivocabile, di “veicolo storico”, purtrppo non esiste.

      Nel suo caso potrà certamente fruire di alcune soluzioni assicurative vantaggiose, mentre per il bollo dovrà attendere il compimento del trentesimo anno d’età.

      Si ricordi che gli autocarri, ma i veicoli storici in genere, andrebbero utilizzati solo per usi privati e NON per usi professionali. Questo è molto importante onde evitare di incorrere in problemi con la sua (eventuale) assicurazione storica.

      Un saluto
      Alberto – RIVS

    186. Autore: Angelo data: nov 25, 2012

      Salve,
      io dovrei assicurare una Range Rover dell’ 89.
      Sono già iscritto ad un club, ma da quest’anno non potrò più fare la polizza perchè l’ aasicurazione non ha più rinnovato la convenzione per le auto storiche.
      Cosa posso fare e dove potrò assicurare la mia auto?
      Grazie.

    187. Autore: sabatino data: nov 25, 2012

      Salve a tutti,sono in possesso di una VW golf1 del 1982 tre porte 1.6 gld,non ricordo di preciso in che anno è stata trasformata in furgonetta,vorrei capire se è iscrivibile ASI e se per fare polizza assicurativa è obbligatorio l’iscrizione oppure no,l’elenco dei veicoli iscrivibili dove si puo’leggere?
      Grazie a tutti in anticipo
      Distinti Saluti
      Sabatino

    188. Autore: Sabatino data: nov 25, 2012

      Salve a tutti,Vi scrivo dalla provincia di Salerno,possiedo una vw golf del 1982 1.6 diesel tre porte,non ricordo di preciso in che anno è stata trasformata in furgonetta(VAN)e sul libretto di circolazione è scritto autocarro,volevo chidervi è possibile iscriverla ASI? quale è la procedura?è necessario iscriverla ASI per avere la polizza per auto d’epoca?
      Grazie in anticipo a tutti
      Distinti Saluti
      Sabatino

    189. Autore: sergio data: nov 25, 2012

      se sei gia iscritto ad un club prova con la insuranceberica sas

    190. Autore: Michela data: nov 28, 2012

      Buongiorno, ho appena acquistato (cointestata con un amico)una FIAT 600 del 1968 non iscritta ASI. Il vecchio proprietario non ha saputo dirci se è iscritta a qualche registro storico…è possibile sapere quali sono le compagnie assicurative che si occupano di mezzi storici non iscritti ASI? Il mio amico ha avuto in passato altre auto storiche per cui pagava un’assicurazione ridotta, ma ora pare non sia più possibile senza iscrizione ASI, addirittura ci hanno richiesto ASI targa Oro!!! Grazie in anticipo per le indicazioni!

    191. Autore: Sabatino data: dic 2, 2012

      Salve a Tutti,Vi scrivo dalla provincia di Salerno,riguardo alle auto d’epoca ho una VW golf del 1983 1.6 diesel tre porte,nel 1995 è stata trasformata in autocarro cosi’ è scritto sul libretto,vi chiedo se è possibile iscriverla come epoca e quale è la prassi,se non è possibile l’iscrizione epoca si puo’ ottenere una polizza assicurativa con qualche agevolazione tenendo conto anche di non utilizzare il veicolo per il quale è omologato?per la tassa come funziona?
      La lista dei veicoli iscrivibili d’epoca dove si puo’ richiedere?
      Grazie a tutti in anticipo
      Distinti Saluti

    192. Autore: Sabatino data: dic 12, 2012

      chiedo scusa se ho ripetuto il post,se la risposta:Autore: sergio data: nov 25, 2012

      se sei gia iscritto ad un club prova con la insuranceberica sas,era rivolta a me non sono iscritto a nessun tipo di club,potete darmi qualche altra informazione come da vecchi post?
      di nuovo grazie a tutti
      Sabatino

    193. Autore: RIVS data: dic 14, 2012

      Ci sono soluzioni anche per i veicoli non iscritti ASI. Per maggiori informazioni può consultare questo articolo: http://www.assicurazioniland.com/assicurazioni-auto-epoca/assicurazione-veicoli-storici/

    194. Autore: Gaetano data: gen 9, 2013

      Buona sera, vorrei delle informazioni per iscrivere la mia auto “opel kadett del 1984″ ad un club. no ASI.

    195. Autore: RIVS data: gen 18, 2013

      Salve Gaetano,
      legga l’articolo postato nel mio commento precedente e troverà la risposta :)

    196. Autore: mario data: mag 6, 2013

      ho una mercedes del 1993 a ottobbre,180 elegant
      1800 di cilindrata .
      vorrei sapere per pagare il bollo di meno dove mi posso rivolgere,

    197. Autore: Lorenzo data: mag 9, 2013

      @mario: presso un centro telematico dell’automobilista

    198. Autore: RIVS data: mag 13, 2013

      Salve Mario,

      molto dipende dalla sua regione di residenza, poichè la prassi di riscossione del bollo varia da regione a regione. sul nostro sito c’è un’intera sezione dedicata al bollo per le auto storiche.

    199. Autore: Antonio data: mag 19, 2013

      Buongiorno.
      Sono associato ad una associazione culturale “non riconosciuta”, proprietaria di una automobile Ford registrata come auto storica.
      Una compagnia assicurativa ha assicurato il veicolo come “storico” per lo scorso anno senza alcuna difficolta’.
      Nel richiedere il rinnovo della polizza assicurativa per l’anno in corso, ci siamo visti rispondere che il rinnovo non e’ possibile in quanto l’auto non e’ intestata ad un privato ma ad una entita’ dotata di “personalita’ giuridica”. E’ questa una regola che vale per tutte le assicurazioni? Come mai il problema non e’ stato sollevato al momento della stipula del contratto.
      Vi ringrazio per un vostro cortese chiarimento.
      Cordiali Saluti
      Antonio

    Inserisci un Commento

    Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.